Risparmiare acqua, con questo dispositivo super economico tagli i costi delle tue bollette

Per chi vuole risparmiare acqua, oltre ai trucchi e al buon senso c’è un’ulteriore opportunità: un piccolo dispositivo (abbastanza economico) che permette di salvare euro e risorse idriche. Ecco di cosa si tratta.

Image

Per chi vuole risparmiare acqua, oltre ai trucchi e al buon senso c’è un’ulteriore opportunità: un piccolo dispositivo (abbastanza economico) che permette di salvare euro e risorse idriche. Ecco di cosa si tratta.

Con i prezzi delle utenze in aumento, “risparmio” è diventata la parola d’ordine per moltissime famiglie italiane.

Purtroppo, complici anche varie cattive abitudini, è spesso molto difficile attuare, in maniera pratica, tutta quella serie di trucchi e azioni che ci permettono di risparmiare acqua.

E la verità è che, ancora adesso, nonostante le difficoltà economiche e le utenze i cui prezzi aumentano sempre più, continuiamo a sprecare risorse idriche.

Eppure, il cosiddetto “oro blu” dovrebbe essere preservato: e non solo per una questione di risparmio economico.

Siamo in piena crisi dell’acqua dolce ed è stato stimato che, entro il 2025 la scarsità d’acqua peserà su circa 1,8 miliardi di persone. Soprattutto coloro che vivono in regioni già soggette a siccità dovranno fare i conti con la carenza d’acqua.

Ecco dunque qualche dispositivo per preservare questo bene prezioso, risparmiando al contempo i nostri soldi.

Il più grande nemico del risparmio idrico

Molto spesso tendiamo a sottovalutare quanto delle semplici azioni quotidiane possano influire negativamente sulle nostre finanze e sull’ambiente.

Il classico esempio è quello legato all’utilizzo dello sciacquone. Non tutti sanno, infatti, che ogni getto generato dallo sciacquone del water può consumare anche più di dieci litri d’acqua.

Si tratta di un consumo spropositato, che può anche aumentare se il wc installato in casa nostra è abbastanza datato. Lo sciacquone è dunque, a pieno titolo, uno dei più grandi nemici del risparmio idrico domestico.

Per poter ovviare a questo inconveniente e risparmiare acqua ad ogni getto dello sciacquone, esistono vari rimedi casalinghi. Ad esempio, alcune persone collocano una bottiglia di plastica piena d’acqua e opportunamente chiusa all’interno della cassetta del wc. In questo modo, il getto viene ridotto. 

Altri, invece, chiedono al proprio idraulico di regolare il galleggiante in modo da consumare meno acqua.

Risparmiare acqua, con questo dispositivo super economico tagli i costi delle tue bollette

Tuttavia, esistono anche dei dispositivi che, se opportunamente installati, permettono di recuperare l’acqua in eccesso e di riutilizzarla. I rimedi casalinghi appena citati, in effetti, potrebbero compromettere la funzionalità regolare dello sciacquone.

Meglio affidarsi a dispositivi che sono pensati appositamente per risparmiare acqua, progettati proprio per tale scopo.

Uno di questi è la cosiddetta piletta per il recupero dell’acqua domestica. Si tratta di un dispositivo abbastanza economico che, con un iniziale investimento di poche decine di euro, permette di risparmiarne molti i più sulla bolletta.

Il suo funzionamento è abbastanza semplice: basta installarlo in uno dei lavandini di casa o in tutti, ed il dispositivo ci permetterà di recuperare l’acqua che utilizziamo.

Possiamo decidere se recuperarla o meno, basta ruotare il tappo del dispositivo stesso, a seconda delle esigenze.

Il sistema ci permette di recuperare l’acqua che potrebbe essere riutilizzata, ad esempio quella sfruttata per lavare frutta e verdura. O, soprattutto, l’acqua che lasciamo andare mentre aspettiamo che diventi abbastanza calda per utilizzarla.

L’acqua recuperata con queste speciali pilette può essere non solo utilizzata in sostituzione dello sciacquone, ma anche per altri utilizzi. Ad esempio, se si tratta di acqua pulita è possibile sfruttarla per innaffiare piante e giardini.

Altri dispositivi per risparmiare acqua

La piletta per il recupero dell’acqua, da riutilizzare ove possibile, non è comunque l’unico dispositivo che possiamo installare in casa per risparmiare.

Tra i più utili, abbiamo sicuramente le toilette a risparmio idraulico. Abbiamo già quantificato lo spreco di risorse idriche causato dallo sciacquone del wc, inutile soffermarci ancora su questo genere di sprechi.

Per ovviare a questo inconveniente e per risparmiare acqua, una buona opzione sarebbe quella di installare dei dispositivi di ultima generazione, a risparmio idrico.

Purtroppo, in molti sono convinti che un dispositivo a basso flusso sia poco efficiente e tendono a preferire i classici wc e sanitari. Si tende infatti erroneamente a credere che un flusso d’acqua molto ampio sia anche più efficiente.

In realtà, non è affatto così: anche wc e dispositivi a risparmio idrico sono altamente efficienti, in quanto progettati proprio per gestire al meglio il flusso oltre che per risparmiare acqua.

Tuttavia, potrebbe essere il momento sbagliato per sostituire i dispositivi a nostra disposizione, date le difficoltà economiche che la maggior parte degli italiani stanno affrontando.

È possibile, in questo caso, prendere in considerazione la semplice sostituzione delle valvole di scarico. Esistono infatti delle valvole che sono pensate proprio per il risparmio idrico.

Invece di sostituire l’intero wc, tramite l’installazione di queste semplici valvole si può gestire il flusso d’acqua al meglio, evitando gli sprechi.

Come nel caso delle pilette per risparmiare acqua, anche le valvole di scarico a risparmio sono abbastanza economiche. Possono essere acquistate facilmente online (sono in vendita anche su Amazon) o presso i negozi di bricolage per pochi euro.

Leggi anche: Svelato il trucco per risparmiare sulle pulizie domestiche: ne basta una sola goccia.