Bonus elettrodomestici, tutte le agevolazioni con la Legge 104. A chi spettano

Per chi ha una disabilità grave, è possibile fruire delle agevolazioni riconosciute dalla Legge 104, tra queste anche le misure di un “bonus elettrodomestici”. Vediamo come funziona.

legge-104-bonus-elettrodomestici

A seguito della pubblicazione del provvedimento legislativo ad hoc, nei casi in cui si rientra in specifiche categorie di cittadini con gravi disabilità, è possibile fruire del bonus elettrodomestici collegato alla Legge 104.

Stiamo parlando, infatti, di una serie di incentivi e di agevolazioni che possono essere riconosciute ai cittadini disabili per l’acquisto di alcuni elettrodomestici, così da sostenere delle spese ridotte per l’acquisto di un nuovo elettrodomestico.

In questo articolo, quindi, andiamo a vedere come funziona il bonus elettrodomestici collegato alla Legge 104, a chi spetta e quali sono i requisiti obbligatori che saranno verificati al fine di erogare tale bonus.

Bonus elettrodomestici e Legge 104: come funziona

Molti già sapranno che tra le varie misure e agevolazioni riconosciute dalla Legge 104 nei confronti dei cittadini italiani con gravi disabilità c’è anche quella di poter acquistare a prezzi ridotti alcuni elettrodomestici.

A questo proposito, occorre precisare che quando si parla di bonus elettrodomestici in relazione alla Legge 104, si fa in realtà riferimento a quelle agevolazioni per i disabili di natura soprattutto fiscale.

Tra le misure riconosciute dalla Legge 104, infatti, vi sono alcune agevolazioni per l’acquisto di veicoli, le esenzioni per il pagamento del bollo così come l’esonero dell’imposta per il passaggio di proprietà. Al contempo, al disabile vengono garantite anche alcune detrazioni fiscali per le spese di assistenza, per le spese sanitarie oltre che quelle legate all’eliminazione delle barriere architettoniche.

Infine, arriviamo alle misure utili quando un cittadino con disabilità ha intenzione di acquistare un nuovo elettrodomestico. Stiamo parlando da un lato della detrazione IRPEF del 19% sull’acquisto di dispositivi tecnici e informativi, dall’altro dell’IVA agevolata al 4%.

Per saperne di più, leggi anche: Sconto sull’acquisto di lavatrice e frigorifero con la Legge 104: le agevolazioni.

Bonus elettrodomestici e Legge 104: le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate

A proposito del bonus elettrodomestici e della Legge 104, per comprendere effettivamente come funziona tale misura e chi può beneficiarne è importante fare riferimento anche alle indicazioni e alla precisazioni che si sono susseguite negli anni.

Tra queste, è necessario citare la dichiarazione dell’Agenzia delle Entrate tramite l’interpello numero 422 del 24 ottobre del 2019.

In questo senso, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che per poter usufruire delle agevolazioni legate al bonus elettrodomestici tramite la Legge 104, occorre dimostrare che esista un collegamento tra la patologia del cittadino disabile ed eventuali miglioramenti resi possibili grazie agli elettrodomestici acquistati.

Dunque, non vi è un vero e proprio elenco di elettrodomestici inclusi ed esclusi dalla possibilità di fruire della detrazione IRPEF e dell’IVA agevolata.

Tuttavia, per ogni prodotto ed elettrodomestico acquistato, per usufruire delle agevolazioni della Legge 104, occorre dimostrare che questi siano in grado di migliorare la vita e le attività quotidiane del disabile.

Per questo motivo, è estremamente importante dimostrare tale miglioramento attraverso un’apposita certificazione da parte di un medico, il quale è tenuto a redigere una valutazione tecnica.

Bonus elettrodomestici con Legge 104: come averlo

Arriviamo ora al punto più importante per coloro che pensano di avere i requisiti per poter ricevere il bonus elettrodomestici collegato alla Legge 104.

In questo senso, al fine di usufruire dell’IVA agevolata al 4%, occorre avere appunto una certificazione medica che dovrà essere emessa da parte del medico curante.

In alternativa, può essere considerata valida al fine di accedere all’IVA agevolata sull’acquisto di elettrodomestici, anche una prescrizione autorizzata, che deve essere fornita dal medico specialista dell’azienda sanitaria locale.

Per quanto concerne, invece, le agevolazioni IRPEF, in questo caso non basterà avere soltanto la certificazione attestante la disabilità del soggetto interessato, ma anche un certificato che confermi che l’acquisto dell’elettrodomestico è volto a migliorare l’autosufficienza del disabile, favorendone l’integrazione della persona.

Leggi anche: Bonus mobili ed elettrodomestici confermato per il 2024, ma con modifiche: cosa cambia.