Patente nautica: quanto costa e prezzo da privatista

La patente nautica quanto costa, quali sono i fattori che incidono sul prezzo e qual è, invece, il costo per i privatisti? Una guida su come prendere la patente per guidare barche a motore e a vela, cosa studiare e quali spese affrontare.

Image
Per gli appassionati del mare la patente nautica rappresenta il mezzo per poter guidare barche a motore e a vela oltre 12 miglia e navigare liberamente in tutto il mondo.
Prendere la patente nautica, però, ha un costo non indifferente perché bisogna considerare manuali e libri da studiare, il corso presso la scuola nautica e le esercitazioni in mare o in acqua di lago.
Rispetto all’esame della patente di tipo B per guidare l'automobile, sicuramente la patente nautica ha un prezzo superiore.
Per questo motivo molti si domandano quanto costa fare l’esame da privatista e, soprattutto, quanto è difficile superare il quiz scritto e la guida in mare senza il supporto della scuola nautica o dei corsi online.
Abbiamo raccolto in questa guida le informazioni necessarie per prendere la patente nautica da privatista, costi, procedura e cosa studiare.
Troverai, inoltre, la lista delle imbarcazioni che si possono guidare senza patente nautica, anche prima di aver compiuto 18 anni!

Quanto costa prendere la patente nautica

Chi vuole imparare a guidare imbarcazioni a motore o a vela e ottenere la licenza per allontanarsi dalla costa deve mettere in conto la spesa per la patente nautica.

Si tratta della licenza di guida che viene rilasciata dalla Motorizzazione civile e dalla Capitaneria di porto che abilita alla guida oltre le 6 miglia dalla costa per imbarcazioni di cilindrata superiore a 30 Kw, cioè 40,8 cavalli.

Per ottenere la patente di guida bisogna dimostrare di conoscere il “Codice della nautica da diporto” disciplinato dal D. Lgs. 171/2015. Inoltre serve sostenere una prova pratica con una barca a vela o a motore.

Il costo di questa procedura varia dai 350 euro agli 800 euro, anche se in alcune Capitanerie di Porto il prezzo può raggiungere i 1.000 euro.

Quanto costa dipende dal tipo di corso, dalla scuola nautica prescelta dall’interessato e, soprattutto, dalla tipologia di patente nautica. Per questa ragione è difficile predeterminare con precisione la spesa complessiva.

Ad esempio il costo della patente nautica “senza limiti” sarà sicuramente maggiore rispetto alla patente per imbarcazioni da diporto e natanti entro le 12 miglia dalla costa.

Oltre al prezzo del corso e dell’esame, ci sono da aggiungere i costi accessori (ma necessari) per il rilascio del certificato medico che attesti i requisiti fisici previsti dal decreto legge 182/2016, che ha aggiornato la disciplina previgente.

Dunque i costi per prendere la patente nautica sono i seguenti:

  • dai 350 ai 1.000 euro per la scuola nautica;
  • dai 30 ai 50 euro per la certificazione medica presso una struttura sanitaria pubblica;
  • dai 25 ai 100 euro per il tributo alla Tesoreria provinciale, il cui importo varia in base al tipo d'imbarcazione;
  • dai 20 ai 60 euro per la tassa di ammissione all’esame (a seconda del tipo di patente nautica richiesto).

I costi non finiscono qui. Spesso le scuole nautiche fanno parte di circuiti sportivi per cui agli iscritti è richiesta una quota associativa.

Costo della patente nautica da privatista

Il costo della patente nautica è una delle maggiori preoccupazioni per chi approccia a questa tipologia di esame e così molte persone preferiscono presentarsi come privatisti.

Esattamente come avviene per la patente di guida di tipo A e B, chi preferisce può esercitarsi nei quiz della patente nautica da solo, senza pagare la scuola nautica e i corsi online.

Una volta studiato il materiale, per l’esame vero e proprio bisogna recarsi presso la Motorizzazione Civile, dove si tiene il quiz scritto - e presso la Capitaneria di Porto per la prova di guida in mare.

Attenzione però, se è vero che da privatista si risparmia è anche vero che la prova di guida deve essere sostenuta con un mezzo proprio. E questo vuol dire che chi non è dotato di una barca di proprietà non può sostenere l'esame da privatista.

Invece chi si affida ad una scuola nautica avrà in dotazione una barca con cui esercitarsi e sostenere la prova finale in mare.

Ma quanto costa esattamente prendere la patente nautica da privatisti?

Il risparmio c’è ed è notevole perché non si devono pagare il corso e le lezioni di guida in mare con barca a motore o a vela.

Il prezzo da pagare per l’esame da privatista è di circa 100 euro comprensivo di tutte le spese, dei bolli e delle pratiche burocratiche.

Qualche utile consiglio per superare brillantemente e in tempi rapidi l'esame per la patenete nautica nel video di Valerio Mazzi, pubblicato sul canale Youtube NauticaToGo.

Come prendere la patente nautica da privatista

Prendere la patente nautica da privatisti è difficile ma certamente possibile. Chi desidera procedere da solo deve, per prima cosa, procurarsi il materiale da studiare.

Libri e manuali disponibili sul mercato sono tantissimi. Tuttavia gli argomenti che non possono mancare per avere una preparazione idonea a superare il quiz scritto sono i seguenti:
  • il Codice della Navigazione;
  • la teoria della nave;
  • funzionamento e tipologie dei motori;
  • regole per la sicurezza ed il salvataggio;
  • tipologie di abbordi sia in mare che nelle acque interne;
  • meteorologia.
Libri e manuali dipendono da quale patente nautica si intende prendere.
Dopo aver studiato e aver fatto i quiz di prova (anche online), il privatista deve recarsi presso la Motorizzazione Civile e la Guardia costiera per protocollare l'istanza d’esame.
Se supera l’esame scritto, che consiste in un test a risposta multipla, potrà sostenere la guida pratica in mare. Ai sensi dell'articolo 31 del decreto legge n. 146/2008:
"Le prove d'esame non possono essere sostenute prima che siano trascorsi trenta giorni dalla data di rilascio dell'autorizzazione per l'esercitazione a bordo delle unita' da diporto."
Tale prova per i privatisti richiede il possesso di una imbarcazione propria in regola e dotata della documentazione richiesta. Ed è per questa ragione che molti preferiscono affidarsi ad una scuola nautica, anche se più costosa.

Quanto è difficile prendere la patente nautica?

Prendere la patente nautica è sicuramente il sogno di molti ma i costi e la difficoltà dell’esame possono spaventare.
Sicuramente l’esame scritto - che consiste in un quiz a crocette - e la prova pratica in mare hanno una complessità maggiore rispetto all’esame della patente di guida.
Del resto le cose da sapere per condurre delle imbarcazioni (anche di piccole dimensioni) sono tante.
Molto dipende anche dalle attitudini di ognuno e dall'impegno profuso nello studio. Per alcuni può essere difficile studiare le regole del diritto in mare, le tipologie d'imbarcazioni e il funzionamento dei motori, altri invece lo troveranno più semplice.
Sta di fatto che per prendere la patente nautica da privatista sicuramente è richiesto uno sforzo di studio maggiore rispetto a chi si affida ai corsi organizzati.
E inoltre si deve provvedere da soli anche alle esercitazioni in mare con una propria barca a motore o a vela.
Quanto è difficile l’esame dipende anche dal tipo di patente nautica che si desidera.
Sicuramente sarà più facile superare l’esame per la patente nautica entro le 12 miglia rispetto alle altre patenti che abilitano al comando di navi da diporto e senza limiti dalla costa.

Cosa si può guidare senza patente nautica 

Abbiamo visto come si prende la patente nautica - da privatista e non - e quali sono i costi da affrontare. E invece cosa si può guidare senza patente nautica senza violare la legge?
Devi sapere che, anche chi non ha la licenza per guidare in mare, può portare alcune piccole imbarcazioni entro certi limiti.
Per essere precisi si possono guidare senza patente nautica:
  • barche a motore di lunghezza inferiore a 10 m;
  • barche a vela di lunghezza inferiore a 6 m con potenza del motore non superiori a 40,8 cavalli.
Chi guida una barca a motore o a vela senza patente non può navigare oltre le 6 miglia marine dalla costa, altrimenti rischia pesanti sanzioni (oltre a mettere in pericolo la propria incolumità e quella dei passeggeri).
Anche i minorenni che abbiano compiuto i 16 anni possono guidare senza patente nautica alcune tipologie di imbarcazioni: i natanti con lunghezza pari o inferiore a 10 m.
Sono vietate, invece, tutte le imbarcazioni da diporto tra i 10 e i 24 m di lunghezza.
Riassumendo, la patente nautica non serve:
  • per guidare imbarcazioni fino a 10 m di lunghezza, per chi ha compiuto la maggiore età;
  • per guidare natanti fino a 10 m, per ragazzi e ragazze con almeno 16 anni;
  • per portare barche a remi, barche a vela entro un miglio dalla costa e natanti a vela fino a 4 mq, per chi ha compiuto i 14 anni.
Invece, a prescindere da quanto ci si allontani dalla costa, la patente nautica è sempre richiesta per guidare:
  • moto d'acqua;
  • imbarcazioni con un motore che supera per potenza i 30 Kw o 40,8 cavalli.
Senza patente nautica non si possono mai oltrepassare le 6 miglia dalla costa.

Patente nautica online

Da qualche anno a questa parte sono nate moltissime scuole private che si sono attrezzate per offrire corsi online sulla patente nautica. Si tratta di lezioni, in diretta o registrate, che consentono agli iscritti partecipare a lezioni, spiegazioni, approfondimenti sulle regole marittime e fare domande.
Inoltre, sempre online, è possibile esercitarsi nella prova scritta in vista dell’esame vero e proprio della patente nautica.
Si tratta di corsi a pagamento che di solito forniscono anche i materiali di studio, cioè libri e manuali sulle tecniche di navigazione, i motori, le regole del Codice della navigazione e le disposizioni internazionali sulle acque territoriali.
Gli iscritti, inoltre, possono concordare delle esercitazioni di guida pratica sia in mare che nelle acque di lago sfruttando imbarcazione a motore o a vela messe a disposizione dagli organizzatori.
Il costo delle lezioni pratiche può essere a parte o incluso nel prezzo già pagato al momento dell'iscrizione, ciò dipende dalla scuola nautica prescelta.
Precisiamo che i corsi sulla patente online non sostituiscono in alcun modo l’esame scritto e pratico che deve comunque essere sostenuto presso la Motorizzazione Civile e la Capitaneria di Porto. Tuttavia possono essere un valido aiuto a chi non ha modo di seguire i corsi di persona.