Guida finanziaria: cos'è la commissione, cosa significa e come funziona

Glossario finanziario: cosa significa nell'ambito economico il termine "commissione" e quali sono le sue forme.

commissioni-significato

Le commissioni giocano un ruolo cruciale nel mondo dell'economia e della finanza (e non solo), rappresentando una forma di compenso corrisposta a intermediari finanziari o professionisti durante transazioni o operazioni.

Ecco cosa significa "commissione" e i diversi tipi esistenti e le modalità di calcolo adottate.

Glossario di finanza: cosa significa "commissione"

Una commissione è un compenso pagato a un intermediario finanziario o a un professionista per i servizi forniti durante una transazione o un'operazione finanziaria. Questo compenso riflette il valore del servizio offerto e costituisce una componente essenziale delle attività finanziarie.

La commissione può essere applicata in vari contesti, come quello bancario, finanziario e assicurativo.

Tipologie di commissioni e di forme di calcolo

Ci sono diverse tipologie di commissioni, e differenti forme di calcolo. Le commissioni possono infatti acquisire delle specifiche forme, come quelle esposte nei paragrafi.

Le commissioni possono infatti essere esplicitamente dichiarate e negoziate tra le parti coinvolte, oppure possono essere implicitamente incluse nei prezzi o nei tassi di interesse offerti dai fornitori di servizi finanziari.

1. Percentuale sul valore dell'operazione

Questa forma di commissione coinvolge il calcolo di una percentuale sul valore totale dell'operazione. Ad esempio, se l'operazione ha un valore di 10.000 euro e la commissione è del 2%, l'intermediario riceverà 200 euro come compenso.

2. Somma fissa

Alcuni intermediari o professionisti adottano una tariffa fissa indipendentemente dal valore dell'operazione. Questo approccio offre trasparenza e può essere particolarmente adatto per servizi standardizzati.

3. Importo calcolato in base a una tariffa prestabilita

In questo caso, la commissione è calcolata in base a una tariffa prestabilita, che può essere una combinazione di fattori come il tempo dedicato, la complessità dell'operazione e il tipo di servizio fornito. Questa modalità di calcolo offre flessibilità ed è spesso utilizzata in servizi consulenziali.

Quando si applica la commissione

Le commissioni possono essere applicate per diversi servizi, tra cui:

  • apertura di un conto corrente

  • acquisto o vendita di titoli finanziari

  • emissione di un prestito o un mutuo

  • consulenza finanziaria e fiscale

Considerazioni nella scelta della commissione

Quando si valuta il tipo di commissione da adottare, è importante considerare diversi fattori:

  • natura dell'operazione: alcune transazioni richiedono una maggiore expertise e impegno, giustificando commissioni più elevate

  • trasparenza: la scelta tra una percentuale, una somma fissa o un importo calcolato può dipendere dalla preferenza di trasparenza tra le parti coinvolte

  • standard del settore: In alcuni settori, esistono tariffe standard o consuetudini che influenzano la scelta della commissione

Le commissioni svolgono un ruolo cruciale nell’economia e nella finanza, in quanto consentono agli intermediari finanziari e ai professionisti di generare ricavi e di coprire i costi operativi sostenuti per fornire i servizi richiesti dai clienti.

Tuttavia è importante che le commissioni siano trasparenti, equilibrate e proporzionate ai servizi resi, al fine di garantire la tutela degli interessi dei clienti e la corretta funzionalità dei mercati finanziari.