Mutui casa: cosa cambia nel 2024? Ecco tutte le novità per giovani e famiglie numerose

Nel 2024, le agevolazioni legate ai mutui casa sono state parzialmente modificate: ecco cosa cambia per giovani e famiglie numerose.

Anche per l’anno corrente, l’esecutivo ha confermato una serie di agevolazioni sul mutuo, dedicate a chi ha intenzione di acquistare un immobile. Tuttavia, rispetto al 2023, la Manovra di Bilancio ha modificato il panorama delle agevolazioni concesse. Cosa cambia nel 2024 per i mutui casa, dunque?

In questa guida faremo insieme il punto della situazione. Ci sono infatti misure che sono state confermate ma modificate per l’anno corrente, come il bonus casa under 36. Inoltre, sono state introdotte nuove agevolazioni per chi intende acquistare la prima casa, nel rispetto di determinate condizioni.

Vediamo subito quali.

Mutui casa, cosa cambia nel 2024 per bonus under 36?

Quando si parla di mutui, gli interrogativi che gli italiani si pongono sono molti, anche alla luce dei recenti amenti ai tassi di interesse.

Sono in molti a domandarsi quando scende la rata del mutuo e, per fortuna, le notizie che arrivano sono abbastanza confortanti. In ogni caso, alcune delle domande relative ai finanziamenti se le pone chi, al momento, non ne ha ancora sottoscritto uno.

In effetti, la situazione delle agevolazioni legate all’accensione di un mutuo, per l’anno corrente, si è modificata. Come abbiamo già anticipato, la Legge di Bilancio 2024 ha infatti apportato diverse modifiche alle misure consentite a coloro che intendono acquistare un’immobile.

Iniziamo dal cosiddetto bonus prima casa under 36, un’agevolazione concessa ai giovani che intendono acquistare la prima abitazione. Questa misura, che in realtà non rappresenta un’agevolazione unica, ma un set di agevolazioni, è stata prorogata con la Manovra 2024.

Ma ci sono diverse novità che interessano la misura legata ai giovani che accendono mutui casa. Cosa cambia nel 2024 per il bonus under 36?

Innanzitutto, la possibilità di accedere al Fondo di garanzia per la prima casa è confermata. Si potrà cioè accedere, per tutto il 2024, ad una garanzia statale che vale l’80% del valore dell’immobile acquistato.

L’importo massimo che potrà essere finanziato è fissato a 250.000 euro.

Tuttavia, e questa è la modifica che è stata introdotta con la Manovra 2024, i giovani under 36 dovranno saldare le diverse imposte previste (catastali, di registro e ipotecarie). Tutte imposte che, fino alla fine del 2023, erano incluse nel bonus e non dovevano quindi essere saldate.

Inoltre, dal 2024 non è più possibile accedere al credito d’imposta. Confermata, invece, la soglia ISEE da presentare, pari a 40.000 euro massimi.

Cosa cambia nel 2024 per i mutui casa: l’agevolazione per famiglie numerose

Ma la vera novità per l’anno corrente riguarda i nuclei familiari numerosi.

Infatti, chi si domanda cosa cambia nel 2024 per i mutui casa e per le agevolazioni ad essi collegate deve necessariamente sapere che, da quest’anno, il bonus mutuo non è concesso solamente ai giovani sotto i 36 anni.

Più nel dettaglio, fino al 31 dicembre 2024 anche le famiglie numerose potranno accedere al Fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa.

Sarà necessario, ovviamente, rispettare tutta una serie di requisiti, sia legati all’ISEE che ai componenti del nucleo familiare. Nel rispetto dei criteri, anche i genitori di famiglie numerose, anche se di età superiore ai 36 anni, potranno accedere alla garanzia statale che va dall’80% al 90%, su un importo massimo pari a 250.000 euro.

Quali sono i requisiti per accedere alle agevolazioni?

Scopriamo ora cosa cambia nel 2024 per i mutui casa e l’accesso al Fondo di garanzia statale analizzando i requisiti per l’accesso al Fondo.

Per quanto riguarda la nuova categoria a cui verrà consentito l’accesso nel 2024, ossia quella composta da famiglie numerose, sono previste diverse categorie che corrispondono ad altrettanti componenti e soglie ISEE:

  • con 3 figli sotto i 21 anni, è necessario un ISEE entro i 40.000 euro;

  • con 4 figli, è necessario un ISEE entro i 45.000 euro;

  • con 5 figli, è necessario un ISEE non superiore ai 50.000 euro.

La prima categoria potrà accedere ad una garanzia dell’80%. Con 4 e 5 figli, invece, la garanzia statale sarà pari rispettivamente all’85% ed al 90%.

 

Alessia Seminara
Alessia Seminara
Copywriter, classe 1991. Versatile, multipotenziale, laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università degli Studi di Catania, con una seconda laurea in Logopedia, ho una passione per la scrittura e il web copywriting. Entrambe mi hanno portato a concludere la canonica formazione accademica e ad intraprendere un ulteriore percorso di formazione in Seo e Copy Persuasivo. Grazie a vari corsi di formazione ho approfondito le mie conoscenze in ambito Digital Martketing. Negli anni ho stretto diverse collaborazioni come copywriter freelance per seguire variegati progetti.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate