Non hai pagato il bollo auto: ecco quando ti possono pignorare la casa

Nel caso in cui ti dovessi dimenticare di pagare il bollo auto, possono pignorarti la casa? Quali sono i rischi che corrono gli inadempienti.

Image

Nel caso in cui ti dovessi dimenticare di pagare il bollo auto, possono pignorarti la casa? Quali sono i rischi che corrono gli inadempienti. Una domanda, sicuramente, che assilla molti nostri lettori. Senza subbio la casa e l'automobile sono due dei beni più importanti di un qualsiasi contribuente e che richiedono notevoli sforzi economici. La casa, poi, rappresenta il nido sicuro nel quale rientrare la sera e rilassarsi con la famiglia. L'automobile permette di respirare quel senso di libertà ed indipendenza, che i mezzi pubblici non sempre permettono di avere.

La casa e la macchina, però, costituiscono un'inesauribile fonte di spese per tutti. Se l'immobile nel quale abitiamo, comunque vada, può risultare un investimento, la propria vettura è una spesa. Assicurazione, spese di manutenzione, carburante e bollo auto. Ed è proprio quest'ultima spesa a costituire un pesante cruccio per la maggior parte degli automobilisti. Ma cosa succede nel momento in cui ci si dovesse dimenticare di pagare il bollo auto? Corriamo il rischio che ci venga pignorata la casa? Scopriamo cosa prevede la legge, ricordando che essere puntuali e precisi con il pagamento delle tasse e il primo passo per non sbagliare mai.

Bollo auto non pagato: possono pignorare la casa?

Vi è realmente la possibilità che ci pignorino la casa, nel momento in cui non dovessimo provvedere a pagare il bollo auto? Quali sono i rischi che corre un qualsiasi automobilista, nel momento in cui non dovesse essere in regola con il pagamento di questa tassa? In quale modo potrebbe decidere di muoversi l'Agenzia delle Entrate Riscossione, nel caso in cui non dovessi essere aver pagato l'ultimo bollo auto?

Il D.p.r. n. 602/1973 ha stabilito in maniera chiara ed univoca quali siano le conseguenze, che possono derivare dal non pagamento del bollo auto. Iniziamo con il ricordare che l'ente incaricato di riscuotere questa tassa è la Regione di residenza, la quale si muoverà per pretendere il saldo nei seguenti modi:

  • provvederà ad emettere un avviso di accertamento - nel quale saranno inseriti anche le sanzioni e gli interessi - che ti notificherà entro un lasso di tempo previsto dalla legge;
  • nel caso in cui non dovessi rispondere a questo avviso di accertamento pagando quanto dovuto; darà incarico all'Agenzia delle Entrate Riscossione per provvedere al recupero forzoso dell'importo;
  • l'agente incaricato ti farà pervenire una cartella di pagamento nella quale ti comunica che se non provvedi a pagare nell'arco di sessanta giorni, saranno avviate delle azioni esecutive;
  • nel caso in cui non pagherai nemmeno a seguito della notifica della cartella di pagamento, l'Agenzia delle Entrate Riscossione potrà disporre - in via cautelare - il fermo amministrativo della tua auto. Il passo successivo sarà quello di pignorare lo stipendio o la pensione, l'auto o i beni mobili di tua proprietà. In alcuni casi si potrà spingere anche a pignorare ed ipotecare la casa nella quale abiti. O gli altri immobili di tua proprietà.

La Regione nella quale risiedi provvederà a notificare il mancato pagamento del bollo auto entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello di scadenza. Questo significa, in estrema sintesi, che per il bollo auto non pagato entro il 31 dicembre 2021, l'avviso di accertamento potrà arrivare entro il 31 dicembre 2024.

Bollo auto non pagato: quando rischio il pignoramento della casa

L'Agenzia delle Entrate riscossione, nel caso in cui un automobilista non dovesse provvedere al pagamento del bollo auto, può arrivare ad ipotecare e pignorare la casa. Ribadiamo che questo è possibile, ma non sempre. Gli articoli 76 e 77 del Dpr n. 602/1973 prevedono che:

  • nel caso in cui tu sia proprietario di un unico immobile ad uso abitativo, nel quale hai la residenza, questo non potrà mai essere pignorato e venduto all'asta dall'Agenzia Entrate Riscossione. Questa regolare vale, a prescindere dall'ammontare del tuto debito;
  • nel caso in cui sei proprietario di più immobili oltre a quello nel quale abiti e risiedi, a questo punto tutti gli immobili potranno essere ipotecati e messi all'asta, compreso quello nel quale abiti, purché il tuo debito con il fisco superi i 120.000 euro;
  • se invece il tuo debito con il fisco è inferiore a 20.000 euro, la casa nella quale abiti non potrà essere ipotecata.

Questo significa che se i tuoi debiti con il fisco coinvolgo unicamente il bollo auto, difficilmente raggiungi una cifra tale perché la casa nella quale abiti e risiedi venga ipotecata e pignorata. Per superate 20.000 è necessario, infatti, non aver pagato molte annualità. Stesso discorso vale se possiedi altri immobili e contemporaneamente il tuo debito con il fisco dovesse superare i 120.000 euro. 

Nel caso in cui i tuoi debiti con il fisco dovessero superare i 20.000 euro o i 120.000 euro, l'Agenzia delle Entrate Riscossione potrà procedere con il pignoramento della prima casa. Il pignoramento per debiti con il fisco dell’unica casa in cui risiedi non è consentito.