Ormai sono i nuovi protagonisti delle nostre strade, soprattutto nelle grandi città, sono scelti da molti per ovviare il traffico e velocizzare cosi i tempi di spostamento da un luogo all'altro. Facili per recuperare il ritardo accumulato prima di andare a lavoro o per raggiungere in fretta gli amici, i monopattini elettrici fanno da padroni nel nuovo assetto della street style moderna. Chi di voi li ha mai provati? per chi ancora non è un esperto vediamo un po' i pro e i contro di questa scelta. 

Monopattino elettrico: una vero e proprio boom!

Da quando si è cominciato a parlare di ecologia ed energia green hanno acquistato sempre più credibilità agli occhi dei consumatori e non solo. Insieme a bici ed e-bike, i monopattini elettrici stanno monopolizzando la mobilità urbana. Ci si è domandati da subito se si trattasse di una moda passeggera oppure se il loro utilizzo sarebbe rimasto stabile nel tempo e per ora possiamo dire che le due cose si miscelano: avere il monopattino fa ancora tendenza e quindi per questo in giro se ne vedono sempre di più. Per utilizzarli infatti non è necessario acquistarne uno proprio ma si può anche tranquillamente affittare come una qualsiasi bicicletta o automobile attraverso applicazioni sul proprio cellulare, esattamente come con il bike sharing o il car sharing. 

Monopattino elettrico: cosi di moda che..

Si vocifera che la moda del monopattino stia prendendo cosi tanto piede che ci si aspetta a breve anche qualche collaborazione con gli influencer. Sono in tanti infatti a possederne uno e non è strano vederli muoversi a bordo dell'ultimo modello di monopattino elettrico uscito nei negozi. Addirittura a Milano la settimana della moda 2019 si è aperta proprio in monopattino: viaelettrico.it ci racconta che 

"con uno street show dello storico marchio londinese Matchless London, cinquanta modelli e modelle hanno percorso le vie del centro a bordo dei monopattini elettrici griffati Helbiz indossando i capi del brand inglese."

Monopattino elettrico: come usufruirne?

Oltre alla possibilità di acquistarne uno proprio in un qualsiasi negozio di biciclette o di elettronica, sarà semplicissimo prenderne uno in affitto nella tua città. Molto probabilmente infatti li troverai "parcheggiati" sui cigli delle strade o vicino ai marciapiedi pronti per essere sbloccati. Come funziona? facilissimo. Si scarica un l'app sullo smartphone, si crea un account e si associa una carta con il quale acquistare la corsa. Di solito si paga a minuti o a km ( a discrezione della casa che affitta il monopattino ). Una volta effettuato il pagamento, il monopattino si sblocca e si può partire. 

Monopattino elettrico: scelta green

Forse non sarà il primo aspetto vantaggioso che spinge le persone ad utilizzare il monopattino (almeno non per tutti) ma di sicuro fa la sua parte: il monopattino è una scelta green. 

Maintown.it dice

"Questi dispositivi di mobilità personale sono ecologici, poiché non c’è combustione di carburante, e alimentati da un motore a propulsione elettrica dai bassissimi consumi"

Soprattutto per chi vive in grandi città e da sempre ha avuto a che fare con circolazioni contingentate, livelli altissimi di smog, targhe pari e targhe dispari e chi più ne metta! Il monopattino risulta essere una validissima alternativa. Ma anche per chi vive fuori città e si sposta sui mezzi, una volta sceso dal treno si sale a bordo del monopattino e si va. Certamente non possono raggiungere grandi velocità ma si fanno rispettare.

Monopattino elettrico: come si ricarica?

La propulsione viene data dall'energia elettrica appunto. Sicurezza.net spiega:

"Generalmente un monopattino elettrico ha due tipi di batteria: Un pacco di batterie interno alla base. Vuol dire che la batteria è integrata al monopattino, quindi dovrà essere collegato direttamente alla corrente. Oppure una batteria estraibile. Quindi potrà essere estratta e si potrà collegare direttamente al trasformatore."

Importante sapere che, se si tratta di batterie al litio, bisogna fare attenzione alla lunghezza della carica: per mantenerla efficiente infatti è consigliato non tenere in carica il monopattino per più di 8 ore e non devono rimanere inutilizzate per periodi troppo lunghi di tempo. In questo video di andreagaleazzi.com si confrontano i migliori monopattini in circolazione.

Monopattino elettrico: perché piace? 

Se la moda non muore ci sarà un motivo: il monopattino elettrico piace proprio un sacco. Il sito qualescegliere.it fa una lista delle caratteristiche più apprezzate del monopattino

  • Non inquinano: essendo elettrici, i monopattini non emettono anidride carbonica quando li si utilizza e possono quindi circolare anche quando c’è il blocco del traffico;
  • Non vengono rallentati dal traffico: con un monopattino elettrico è molto semplice saltare code e ingorghi;
  • Ingombro ridotto: i monopattini elettrici sono anche più piccoli delle bici da città e sono quindi un’ottima opzione per gli spostamenti quotidiani;
  • Rifornimenti pratici ed economici: una ricarica completa non richiede molto tempo e può essere eseguita nella comodità di casa, così come in altri luoghi; inoltre, l’energia elettrica ha un costo nettamente inferiore alla benzina e agli altri carburanti.

Monopattino elettrico: perché non piace?

Il fatto che piaccia a molti non significa che piaccia proprio a tutti. Non è difficile individuare anche qualche contro dell'uso del monopattino elettrico: 

  • Il monopattino elettrico non ripara dalle intemperie;
  • Le ruote di piccole dimensioni rendono difficili gli spostamenti su strade dissestate.

E se vivete in una grande città conoscerete di sicuro l'ebrezza di evitare le buche sull'asfalto. Un altro motivo che allontana molti dalla scelta di spostarsi con il monopattino riguarda la sua "pericolosità". Nel suo sito tuttosport.it mette subito in evidenza che 

"Passata l’euforia iniziale, sono bastate poche settimane a far emergere i problemi legati al veicolo: chi lo guida può causare o essere coinvolto in qualche incidente."

Monopattino elettrico: quanto può essere in effetti pericoloso?

Anche se per le regole della strada viene equiparato alle biciclette, resta comunque un mezzo di trasporto e se non viene utilizzato correttamente di sicuro può diventare potenzialmente pericoloso. La prima regola infatti per una circolazione prudente è la cautela. Mettersi alla guida di un monopattino con spavalderia espone comunque ai pericoli della strada. Le regole principali della circolazione dei monopattini vengono riassunte sul sito del ministero dell'interno:

  • avere un motore elettrico di potenza non superiore a 0,50 kW (500 watt);
  • essere dotati di limitatore di velocità che non consenta di superare i 25 Km/h quando circolano sulla carreggiata delle strade e i 6 km/h quando circolano nelle aree pedonali;
  • essere dotati di un campanello per le segnalazioni acustiche.

Per tutto il resto, ricordando che appunto sono equiparati ai velocipedi, la circolazione del monopattino elettrico 

"non è soggetta a particolari prescrizioni relative all'omologazione, approvazione, immatricolazione, targatura, copertura assicurativa." 

Monopattino elettrico: incidenti stradali? Qualcuno si

Nonostante le regole imposte alla circolazione del monopattino non siano ne ferree ne numerose ( e a rifletterci forse sarà proprio per questo ) i primi incidenti si sono verificati presto. E spesso vedono coinvolti i giovanissimi: potendosi guidare senza patente non è raro vedere alla guida del monopattino elettrico giovanissimi anche sotto i 16 anni, è diventato il loro mezzo. E si sa che i giovani spesso eludono le regole senza tener conto delle conseguenze come ad esempio a quelle a cui si va incontro quando si circola contromano (com'è di recente accaduto a Milano). 

Monopattini elettrici: bonus mobilità bici e monopattini

Contenuti nel Decreto Clima e nella Legge di Bilancio 2021, sono stati ampiamente utilizzati anche i bonus mobilità previsti dal ministero dell'ambiente per sollecitare e incentivare la mobilità green. Spostarsi con vetture non a motore è la nuova frontiera della sostenibilità e tutela per l'ambiente, un tema a noi molto caro soprattutto in questi ultimi tempi. Il bonus fa parte 

"di un progetto di ampio respiro per tagliare le emissioni di CO2 del 40% entro il 2030 e abbattere anche gli altri gas serra, oltre che promuovere lo sviluppo sostenibile e le nuove tecnologie nel settore energetico, abbandonando le fonti fossili."

ci racconta il sito redditodiinclusione.it. 

Monopattini elettrici: cosa prevede il bonus? 

Il bonus consiste in uno sconto a seconda del tipo di monopattino che si acquista o se si decide di rottamare un vecchio mezzo e 

"il bonus dovrebbe aggirarsi con uno sconto del 30% con un massimo di €3000, effettuato da parte del venditore e il 40% se viene rottamato lo scooter in classe euro 0,1, 2 oppure 3 con una soglia massima di €4000."

In tantissimi ne stanno approfittando e l'acquisto di un monopattino elettrico sembra essere davvero una scelta comoda, green, economica e, se si sta attenti alla guida senza essere imprudenti, anche sicura. 

Monopattino elettrico: i modelli più acquistati

Come per le auto, biciclette e motorini e comunque più in generale per ogni tipo di mezzo di cui siamo alla ricerca, la scelta è davvero ampia. Si varia a seconda delle caratteristiche e ovviamente, del prezzo. Il fattoquotidiano.it ci stila una classifica dei 5 monopattini più venduti. In pole position troviamo:

  • Nilox e-Scooter Doc Twelve, la proposta più particolare di questa classifica è sicuramente l’e-Scooter Doc Twelve di Nilox, caratterizzato da ruote dalle dimensioni molto generose rispetto agli standard che garantiscono un’incredibile stabilità;
  • Revoe Tech Street Motion che con i suoi 200 euro di costo è tra i più economici;
  • Ninebot by Segway ES1, leggerissimo è uno dei monopattini più maneggevoli in assoluto;
  • Ninebot by Segway ES2,scelto dalla gran parte del pubblico perché garantisce stabilità e ha un'autonomia di ben 25 km
  • Xiaomi Mi Electric Scooter PRO, senza dubbio uno dei migliori (se non il migliore) sul mercato nel 2020 grazie al suo rapporto qualità/prezzo.