Il santo del giorno, la storia di San Lorenzo O'Toole: un viaggio attraverso la fede

Una vita straordinaria quella di San Lorenzo O'Toole, vissuta tra riformismo e severità dei costumi religiosi.

santo-del-giorno-14-novembre

Il 14 novembre si celebra San Lorenzo O'Toole. Il santo è venerato dalla Chiesa cattolica in tutto il mondo, ma in particolar modo in Irlanda, terra natia del santo, e negli USA, dove a inizi Novecento si stanziarono gli immigrati irlandesi. Tra le tradizioni, le abitudini e i costumi importati oltreoceano, non poteva mancare neppure la venerazione di San Lorenzo, ancora oggi molto sentita.

Figura centrale per la riforma monastica del XII secolo, fu figura di resistenza e di perseveranza religiosa anche nell'esilio a cui fu costretto. Scopriamo la sua storia.

Il santo del giorno 14 novembre: la storia di San Lorenzo O'Toole

Nato nel XII secolo in Irlanda, figlio di Murtagh, capo del clan Murray, San Lorenzo O'Toole manifestò fin dalla giovane età una profonda devozione religiosa. La sua vita prese una svolta significativa quando, sentendosi chiamato da Dio, decise di dedicare la sua esistenza al servizio divino.

Il percorso di formazione di San Lorenzo culminò con la sua ordinazione sacerdotale e la successiva vita monastica. La sua dedizione alla preghiera e allo studio lo distinse come una figura di spicco nella comunità religiosa ed nel 1140 entrò nella scuola monastica di Glendalough.

Gli alti prelati religiosi riconobbero le sue virtù e San Lorenzo fu nominato abate di Glendalough nel 1154, a soli venticinque anni. In questa posizione, si distinse per la sua saggezza e il suo impegno nei valori cristiani, diventando un punto di riferimento spirituale per la sua comunità.

La riforma monastica di San Lorenzo

Contribuì alla fondazione dell'abbazia di Baltinglass per i Cistercensi e di una casa per i Canonici Agostiniani a Ferns, il futuro santo irlandese fu eletto arcivescovo di Dublino nel 1162 e giocò un ruolo chiave nella riforma monastica, promuovendo uno stile di vita più austero, basato sulla preghiera e sulla disciplina spirituale. Il suo contributo influenzò positivamente le comunità monastiche dell'epoca: il santo conduceva una vita semplice e austera, ritirandosi ogni anno per quaranta giorni nella grotta di S.Kevin a Glendalough.

Quando nel 1169 i Normanni invasero l'Irlanda, San Lorenzo si impegnò nella difesa dei valori cristiani e della Chiesa di Roma. Durante il secondo assedio di Dublino nel 1170, Lorenzo fu incaricato di negoziare con i Normanni, ma la città fu presa mentre ancora procedevano le trattative.

Quando Enrico II giunse sull'isola e convocò un sinodo a Cashel, Lorenzo accettò la Bolla papale Laudabiliter con cui si autorizzava Enrico II a operare in Irlanda. Quindi agì da intermediario Irlanda e Inghilterra e negoziò un trattato tra Ruaidhri O'Connor "High-King" ed Enrico II.

Nel 1180 a causa della sua fama e dei privilegi che gli erano stati concessi dal papa, Lorenzo si inimicò il re Enrico II, che lo costrinse a vivere in esilio. Finito questo periodo di isolamento in Normandia, morì il 14 novembre 1180 nella casa dei Canonici di S. Vittore a Eu, in Normandia, dove il suo corpo riposa ancora.

Neppure la morte ha scalfito l'eredità di San Lorenzo, che persiste ancora oggi. Le comunità monastiche e le opere caritatevoli ispirate ai suoi principi continuano a prosperare, dimostrando l'impatto duraturo della sua visione spirituale.

Leggi anche: Santo del giorno 11 novembre, la storia di San Martino di Tours

Canonizzazione e devozione popolare

La Chiesa cattolica riconobbe ufficialmente la santità di San Lorenzo O'Toole attraverso la sua canonizzazione. Oggi, milioni di fedeli in tutto il mondo onorano la sua memoria.

Lorenzo fu canonizzato da papa Onorio III nel 1225 e poco dopo un canonico di Eu ne compilò una Vita, pubblicata da C. Plummer. In Irlanda la festa di Lorenzo si è sempre celebrata il 14 novembre.

Le chiese dedicate a San Lorenzo O'Toole sono diventate luoghi di pellegrinaggio, attirando devoti desiderosi di chiedere la sua intercessione e di sperimentare la spiritualità che caratterizzò la sua vita.

La sua festa è commemorata in Irlanda nella diocesi di Rouen e ancora dai Canonici Regolari del Laterano.

In conclusione, la vita di San Lorenzo O'Toole è un capitolo significativo nella storia della Chiesa. La sua dedizione e l'influenza duratura del suo operato lo rendono un punto di riferimento spirituale per chi cerca ispirazione nella fede cristiana.

Leggi Anche

Travaglio contro Fedez e Ferragni

Redazione Trend-online.com

26 feb 2024
Gioia D'Ambrosio e Artem Tkachuck

Felice Emmanuele Paolo de Chiara

26 feb 2024