Vacanze 2022: grazie all'ultimo decreto del governo, ora non sarà più obbligatorio, per chi possiede il green pass, osservare la quarantena al ritorno da un paese extra europeo.

Si può tornare viaggiare, e per chi ama scoprire la natura ed evadere dal caos della città, una delle mete più ambite è il Kenya.

Un paese dove è possibile scoprire il fascino di ambienti naturali selvaggi molto differenti tra loro, paesaggi da cartolina, spiagge, mare, montagne, savana e deserto.

Luogo perfetto per organizzare un safari soggiornando direttamente nello stesso habitat degli animali selvatici. Scenari mozzafiato che offrono agli appassionati viaggiatori le emozioni di un'esperienza unica ed indimenticabile.

Il Kenya è stato eletto nuovamente, e per il settimo anno consecutivo come "World's leading safari destination", quindi se avete intenzione di volare in Africa per le prossime vacanze, ecco come fare per vivere al meglio questa avventura, cosa sapere prima di partire, quanto costerà il viaggio, e come organizzare un safari indimenticabile.

Vacanze in Kenya: tra spiagge da sogno e safari selvaggi

Chi sceglie il Kenya come meta per le vacanze sicuramente è spinto da una forte passione per la natura selvaggia ed incontaminata.

Infatti questo è uno tra i paesi più ricchi di parchi e riserve, distese immense di savana, habitat naturale di più di 80 specie di grandi mammiferi in libertà, tra cui molte specie protette ed in pericolo di estinzione.

Oltre a questo, in Kenya sono sicuramente imperdibili le famose spiagge bianche, con resort da sogno sulla costa dell'Oceano Indiano, in particolare quelle nei pressi di Mombasa e Malindi. Tra le più suggestive ed esclusive sicuramente possiamo citare  Diani beach e Nyali beach, le più votate dai viaggiatori su Tripadvisor.

Fino ad arrivare alla capitale Nairobi, città che si adatta anche agli appassionati di vita notturna e movimentata, una delle metropoli più grandi dell'Africa subsahariana. Proprio vicino a Nairobi inoltre, si può visitare a soli 7 km l'omonimo parco nazionale molto famoso per la particolare abbondanza di rinoceronti.

Per un pacchetto davvero indimenticabile però, è d'obbligo prenotare un safari in una delle mete più ambite dagli appassionati fotografi di fauna selvatica, magari presso la riserva nazionale di Masai Mara, dove sarà possibile visitare l'area in differenti modalità, per entrare direttamente a contatto con gli animali, scattare foto mozzafiato o anche soggiornare all'interno del parco ed immergersi nell'atmosfera selvaggia della savana e scoprire la storia e le tradizioni degli antichi guerrieri Masai.

Le possibilità di fare esperienze incredibili durante le vacanze in Kenya sono davvero molte. Eccone alcune illustrate dal sito di promozione del turismo in Kenya, sul canale ufficiale YouTube: "Magical Kenya Signature Experiences Collection 2021-2022".


Vacanze Kenya: come organizzare un safari indimenticabile

Il safari nella savana, è una delle attività preferite dai turisti che decidono di trascorrere le vacanze in Kenya. Sicuramente un'opportunità unica ed indimenticabile, soprattutto per chi precedentemente non è mai stato in Africa. Ecco quindi qualche consiglio su come prenotare l'esperienza e cosa fare e vedere durante la visita. 

Come abbiamo detto, il parco Masai Mara è forse il più famoso al mondo per riserva faunistica, qui si possono avvistare tutti i grandi mammiferi in libertà e non solo, in un'area vasta circa 320 chilometri quadrati.

Durante il percorso è possibile osservare alcune tra le specie più ambite dai fotografi,  i cosiddetti "big five" della fauna africana e cioè: leoni, leopardi, rinoceronti, elefanti e bufali. Ma non mancano anche antilopi, gazzelle, ippopotami e coccodrilli. 

All'interno di questa riserva ci sono diverse strutture turistiche e ricettive, quindi è possibile oltre al singolo ingresso giornaliero con guida, soggiornare con differenti soluzioni.  Per chi parte con pacchetto volo e hotel, e quindi intende organizzare il safari giornaliero o con pernottamento di una notte durante la vacanza,  è possibile chiedere informazioni direttamente sul posto per le prenotazioni dell'escursione.

Ma è consigliato comunque, soprattutto se non si è pratici con la lingua inglese, prenotare online, ad esempio tramite il sito Spiritofkenya.com, scegliendo tra i pacchetti proposti e richiedendo una guida che parli italiano

Inoltre il vantaggio della prenotazione online è sicuramente quello di sapere già quali saranno i servizi offerti durante il safari e cioè: il mezzo di trasporto, e soprattutto quale sarà la sistemazione notturna.  Per un'esperienza più completa è meglio scegliere un tempo di permanenza all'interno della riserva di almeno due giorni, in modo di avere più opportunità per scattare foto migliori

Tra le mete consigliate per un safari indimenticabile durante le vacanze in Kenya, oltre al parco Masai Mara ci sono anche Tsavo est e ovest, il parco nazionale di Amboseli, il lago Nakuru e la riserva Samburu.

Quanto costa una vacanza con safari in Kenya?

Per quanto riguarda i prezzi, ovviamente sono variabili in base al tipo di sistemazione scelto, al tipo di esperienza che si intende fare, e al volo scelto per il viaggio. Le compagnie aeree in genere offrono voli stagionali anche scontati, a seconda dell'anticipo di prenotazione.

Il prezzo per arrivare dall'Italia al Kenya comunque si aggira tra i 350 ed i 700 euro andata e ritorno.

Il consiglio è però quello di acquistare una vacanza completa di tutti i servizi, abbinando anche l'assicurazione di viaggio per essere tutelati da ogni rischio. Per non avere sorprese, meglio affidarsi ad agenzie di viaggio sia fisiche che online.

In questo modo si può risparmiare molto con la sicurezza di avere un interlocutore che può offrire assistenza in caso di bisogno, oltre alla garanzia che il pacchetto scelto sia effettivamente all'altezza del prezzo.

L'opzione "fai da te" è fortemente sconsigliata per gli stranieri, in particolare per si reca per la prima volta in Kenya.

Per le vacanze di almeno 7 giorni,  con sistemazione in resort o hotel di lusso e safari, compresi gli spostamenti, bisogna preventivare dai 1000 ai 1500 euro a testa. Il costo della vita è comunque più basso rispetto all'Italia, e quindi per qualsiasi extra come ristoranti o taxi ed altri servizi non si spenderà molto.

Ricordiamo sempre di controllare comunque il cambio valuta locale prima della partenza. Oltre a questo ci sono altri accorgimenti da tenere in mente prima della pianificazione delle vacanze in Kenya, come ad esempio come ottenere il visto e quali sono le regole per i turisti previste dal governo per contrastare la diffusione del Covid-19

Vacanze in Kenya: cosa bisogna sapere prima di partire

Per le vacanze 2022, la notizia positiva è che il governo del Kenya ha riaperto le frontiere per l'accesso ai turisti, sono quindi state eliminate le restrizioni in vigore per la pandemia a patto che i viaggiatori possano provare di avere completato il ciclo di vaccinazioni o di essere guariti dal coronavirus. Inoltre come specificato sul sito del Ministero viaggiare sicuri: "Per i viaggiatori in arrivo in Kenya , non è prevista la quarantena alle seguenti condizioni:  "Esibizione della prova di un test COVID PCR risultato negativo e valido per 72 ore dal momento del prelievo del campione fino al momento della partenza per il Kenya."  Non occorre mostrare alcun certificato per i minori di 5 anni.  Obbligatoria inoltre la registrazione sul sito ufficiale del monitoraggio sanitario al link del Ministero della salute del Kenya. Per quanto riguarda il visto, questo può essere richiesto prima dell'imbarco soltanto online mediante la piattaforma E-Visa, disponibile sul sito dell'ambasciata italiana a Nairobi.  Consigliata anche la registrazione preventiva del viaggio presso il Ministero degli Affari Esteri, alla sezione "Dove siamo nel mondo" alla quale si accede con le credenziali digitali SPID, in modo da poter intervenire tempestivamente in caso di necessità

Qual è il periodo migliore per le vacanze in Kenya?

Per pianificare le vacanze in Kenya occorre anche sapere qual è il periodo migliore per godersi al meglio tutte le opportunità di vivere a pieno le le terre selvagge in armonia con la natura

Questo dipende anche dal tipo di esperienza che si intende vivere, ad esempio per poter osservare al meglio le ondate di uccelli migratori, il momento migliore è tra febbraio e marzo

Mentre per i safari sicuramente è consigliato il periodo estivo, cioè da giugno a settembre, quando è possibile trovare più varietà di animali, in quanto il momento coincide con le grandi migrazioni di zebre, giraffe e gnu; di conseguenza sarà più facile avvistare anche i grandi predatori.

Allo stesso tempo però l'estate non è consigliata per chi vuole vivere il mare, perchè sulla costa la temperatura è molto elevata. Per questo il momento più gettonato per i turisti che vogliono godersi le vacanze sulle spiagge bianche del Kenya è quello che va da dicembre a marzo, in quanto il clima è più ventilato e gradevole. 

Mentre per gli appassionati di immersioni, il miglior periodo è quello che va da luglio a novembre e tra marzo e aprile.