Imposta la tua campagna di social media marketing in 6 mosse

Al giorno d'oggi quasi nessuna attività online può sperare di sopravvivere nel tempo senza una buona campagna di social media marketing. Avere delle strategie di vendita per i propri prodotti e servizi è fondamentale, soprattutto in un mondo sempre più social e con sempre più competitor sul mercato. In questo articolo scopriamo come impostare una perfetta campagna social, quali vantaggi può portare e come verificare i risultati.

Image

Il social media marketing è un settore del digital marketing che comprende tutte quelle azioni di promozione online volte a sponsorizzare prodotti e servizi di determinati brand. 

L’idea alla base delle strategie social media marketing è quella di sfruttare la popolarità delle piattaforme di social networking per generare visibilità ed ottenere maggiori clienti. 

Le interazioni con i consumatori sul web avvengono in maniera molto più semplice e spontanea, semplicemente perché è l’ambito dove trascorrono maggiormente il loro tempo. 

Tutte le piattaforme social vengono utilizzate ogni giorno da milioni di utenze in tutto il mondo e questo le aziende lo sanno bene. 

Non a caso cercano di imporre la loro presenza dove sanno che il cliente potrebbe essere più predisposto ad accettarla e apprezzarla. 

L’obiettivo finale delle campagne social media marketing è quello di instaurare con il pubblico un rapporto di fiducia reciproca. 

Per farlo è necessario lavorare sugli interessi degli acquirenti, sulle loro preferenze e sui loro bisogni. 

Solo in questo modo è possibile trovare un punto in comune ed offrire alla clientela i prodotti ed i servizi giusti. 

Il social media marketing è sicuramente un investimento che tutti i brand, aziende fisiche, PMI o e-commerce dovrebbero fare, soprattutto nel 2022.

Perché è così conveniente?

Una campagna fatta nel modo adeguato permette di promuovere i propri articoli in maniera rapida e semplice, realizzando post sponsorizzati o indirizzando le decisioni d’acquisto degli utenti impiegando un budget neanche troppo elevato. 

In questo articolo scopriremo tutti i segreti del social media marketing, dalle sue caratteristiche, ai vantaggi, a come impostare una perfetta campagna. 

Cos’è il social media marketing e a cosa serve

Il social media marketing si concretizza in inserzioni pubblicitarie di vario tipo visibili su piattaforme digitali, canali mediatici, siti web e social network.

Una buona campagna di social media marketing è composta da diversi elementi e vari contenuti, i quali si possono realizzare sia gratuitamente sia pagando un servizio. 

A loro volta i contenuti possono assumere diverse forme: pop-up, pubblicità, promozioni, sconti, etc… 

Insomma, se non si fosse capito, non si tratta di una semplice sponsorizzazione di breve durata, ma di una vera e propria strategia che ingloba tantissime variabili: post, foto, video, storie e altri mezzi di comunicazione. 

Tutte queste attività aumentano notevolmente il numero di visualizzazioni sia del singolo contenuto, sia della pagina dedicata al brand o all’azienda in questione. 

A cosa serve una campagna social media marketing?

La continua e costante crescita delle persone che ogni giorno utilizzano per vari motivi i social media, rende tutte le piattaforme che ne fanno parte il miglior modo in assoluto per rivolgersi ai consumatori.

L’obiettivo finale del social media marketing è quello di incrementare e migliorare la brand awareness, ovvero la “conoscenza di marca”

Altrimenti, nel caso in cui l’azienda non ne avesse ancora una solida, sicuramente punta a crearne una. 

Le finalità che si pone il mondo del socia media marketing vengono definite KPI, ovvero “Key Performance Indicators”. 

I KPI concretamente sono tutti quegli indicatori utilizzati da ciascuna impresa per determinare quanto è vicina al raggiungimento dei vari obiettivi aziendali. 

Per raggiungere questi obiettivi è fondamentale che le campagne siano creative, utili, convincenti e molto valide. 

Vediamo subito come impostarne una passo per passo!

Come impostare una campagna valida di social media marketing

Impostare una buona campagna di social media marketing non è sicuramente facile, ma non è nemmeno impossibile. 

Sicuramente è importante avere le idee ben chiare ed una buona dose di pazienza, poiché vi assicuriamo che si tratta di un lavoro che richiede impegno e costanza. 

Quindi, se avete intenzione di non prendere seriamente questo impegno, vi consigliamo di affidare sin da subito il lavoro ad un team di professionisti. 

Se invece avete deciso di intraprendere questa strada contando solo sulle vostre forze, vediamo qui di seguito i passaggi da fare per impostare una giusta campagna social media marketing:

1. Definizione degli obiettivi 

La prima cosa da definire sono gli obiettivi che l’azienda si pone ed in quanto tempo stima di raggiungerli. 

Una campagna social media marketing può iniziare per diversi motivi: aumentare le vendite di un prodotto, lanciare un nuovo servizio sul mercato, ampliare il traffico di clienti, etc…

Definire i punti a cui un’azienda vuole arrivare è molto importante, poiché in base a quelli si mettono in atto strategie diverse e si sceglie un metodo piuttosto che un altro.

2. Definizione del target 

Conoscere il pubblico è uno dei primi passi per avere successo. 

Perché è così importante? 

Se conosciamo gli interessi degli utenti, sarà sicuramente più facile proporre qualcosa che incontri i loro gusti. 

Ogni attività ha un rispettivo target di riferimento con determinate caratteristiche.

La fascia d’età, ad esempio, è un fattore molto importante da tenere in considerazione! Se abbiamo a che fare con un pubblico più adulto agiremo in un determinato modo proponendo un certo tipo di inserzione. 

Se invece ci interfacciamo con persone più giovani, sicuramente possiamo puntare su contenuti più freschi e dinamici. 

3. Iscrizione alle principali piattaforme social 

La scelta del mezzo di comunicazione è fondamentale, poiché quello sarà il vero e proprio campo dove verranno messe in atto le strategie scelte. 

Al giorno d’oggi sono tantissime le piattaforme messe a disposizione dei brand e dei venditori per sponsorizzare i prodotti e i servizi. 

Il nostro consiglio è quello di non scegliere un unico social, ma di optare per più alternative. In questo modo sicuramente i messaggi arriveranno a molte più persone e soprattutto a più fasce d’età. 

Come tutti sappiamo, ogni social ha uno specifico range di utenze. Sicuramente non si riuscirà sempre ad ottenere il consenso di tutte, ma più sono e meglio è! 

Qui di seguito vi segnaliamo i principali social maggiormente utilizzati nel 2022: Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin, TikTok, Pinterest

Tutte queste piattaforme risultano perfette sia per il commercio B2C che per il commercio B2B

4. Creazione di contenuti 

Una volta attivati i vari profili e canali social si possono cominciare a creare i primi post, ovviamente sempre ricordando gli obiettivi di partenza. 

I contenuti dovranno essere studiati con attenzione e soprattutto ben curati, perché è importante che incontrino il gusto del cliente. 

Per andare sul sicuro è sempre meglio mettersi nei panni degli acquirenti e chiedersi cosa vorremmo vedere o leggere su una pagina social. 

Più i contenuti postati saranno utili, più il cliente sarà invogliato a seguire il canale. 

Ricordate sempre che un cliente contento e soddisfatto commenta e condivide con altre persone la propria esperienza. Così facendo la visibilità e la popolarità dell’azienda aumenteranno sempre di più.

5. Interazione con gli utenti 

Stabilire un rapporto con le persone interessate al brand è in assoluto uno dei passaggi più importanti. Il pubblico deve capire che può fidarsi dell’attività e dei servizi offerti.

L’interazione con gli acquirenti può avvenire in diversi modi, ma il metodo più diretto ed efficace resta sempre quello di sfruttare le piattaforme social

In alternativa, è sempre apprezzato un indirizzo e-mail o un recapito telefonico apposito per gestire tutte le richieste, le curiosità e le eventuali lamentele. 

Tutto questo alimenterà la credibilità del brand e farà in modo che i follower continuino a seguire gli aggiornamenti con passione.

6. Definizione e monitoraggio del budget

Gestire una campagna social media marketing, oltre a non essere semplice, non è gratuito. 

Qualsiasi azienda decida di intraprendere questo percorso sa bene che dovrà impiegare tempo e denaro per fare un buon lavoro. 

È importante impostare un budget di riferimento per realizzare tutti i progetti previsti. 

I servizi a pagamento utili per una campagna social media marketing solitamente sono post sponsorizzati, collaborazioni, pubblicità a pagamento, sponsor tramite personaggi pubblici, inserzioni varie. 

Il nostro consiglio è quello di definire sin da subito una cifra oltre alla quale non andare, e poi con il tempo incrementarla o diminuirla a seconda delle esigenze. 

I vantaggi del social media marketing per le aziende

Secondo alcuni studi svolti dal sito Social Media Examiner, ben il 97% delle PMI utilizza una campagna social media marketing per incrementare il proprio flusso di clienti.

Inoltre, il 63% dei consumatori viene a conoscenza e diventa cliente di nuove aziende grazie alla pubblicità e alle promozioni realizzate dal brand sui social network

Queste percentuali così alte dimostrano la totale utilità ed affidabilità di una campagna social media marketing, poiché rappresenta un modo sicuro, veloce e comodo per ottenere grandi risultati con spesso investimenti molto contenuti. 

Al contrario, non avere alcuna strategia attiva sulle piattaforme social può essere un fattore negativo determinante per un’azienda, perché potrebbe non raggiungere l’interesse del pubblico, o peggio, potrebbe lanciare un messaggio negativo. 

In conclusione, vi consigliamo di impostare sempre una campagna pubblicitaria, anche se piccola. L’importante è dimostrare di esserci!

Social media marketing: come verificare i risultati

Abbiamo visto quanto sia utile avere una campagna social media marketing per incrementare il successo di un’attività. 

Una volta impostata una strategia, però, è importante continuare a monitorarla nel tempo e a confrontare gli effetti ottenuti con gli obiettivi iniziali. 

Ecco qui di seguito alcuni modi semplici e veloci per verificare i risultati di una campagna social media marketing: 

  • Confronta i numeri prima e dopo l’inizio della campagna, ovvero la quantità di follower, di commenti, di “mi piace”, etc…
  • Sfrutta le statistiche offerte dai profili aziendali dei vari social per vedere il numero di condivisioni o di click effettuati su un post
  • Guarda se qualcuno ha salvato i contenuti pubblicati o li ha inseriti nei preferiti
  • Osserva il flusso di clienti e se le vendite sul sito sono aumentate
  • Controlla sempre le recensioni ed il parere dei clienti 

Social media marketing: nuove tendenze per il 2022 

I metodi per fare social media marketing si sono evoluti nel corso degli anni. 

Sia grazie all’evoluzione dei media in generale, sia a causa degli innumerevoli cambianti a cui la società è stata soggetta negli ultimi anni. 

A seguito della pandemia di Covid-19, ad esempio, si è registrato un picco negli acquisti effettuati tramite siti e-commerce. 

Di conseguenza gran parte delle PMI ha deciso di spostare la maggioranza dei propri affari online. Mentre le grandi aziende hanno deciso di ampliare ulteriormente la loro presenza sui vari social tramite sconti e promozioni programmate. 

Inoltre, le varie community digitali stanno prendendo sempre più spazio nella vita quotidiana di tutti noi e gli utenti sembrano essere più scrupolosi nella scelta dei brand. 

I clienti hanno la tendenza a volere sempre di più e richiedono in continuazione contenuti sempre più creativi e coinvolgenti da parte delle imprese. 

Non a caso i creator stanno puntando a perfezionare le proposte studiando meglio i motori di ricerca, gli insights e sfruttando al massimo le nuove piattaforme sul mercato. 

Tra queste ultime troviamo TikTok, Twitch e Clubhouse.