Brutta giornata oggi anche per A2A che ha continuato a perdere inesorabilmente terreno a Piazza Affari.

A2A in rosso anche oggi: oltre -10% in sole 3 sedute

Il titolo, dopo aver ceduto ieri quasi due punti e mezzo percentuali, ha proposto lo stesso copione oggi, calando per la terza giornata consecutiva.

A2A ha terminato le contrattazioni a 1,2075 euro, con una flessione del 2,46% alimentata da forti volumi di scambio, visto che sono transitate sul mercato circa 17 milioni di azioni, quasi il doppio della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 9,3 milioni.

Al pari di altre utility, anche A2A non è riuscita a trovare alcun puntello nelle positive indicazioni arrivate dal mercato obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund è sceso dello 0,9% a 199,3 punti base, mentre i forti acquisti che si sono riservati sui BTP hanno fatto crollare il rendimento del decennale, sceso del 4,01% al 3,636%. 

A2A: Regioni chiederanno lo stato di emergenza per l'acqua

A2A intanto è rimasto sotto pressione, arrivando a perdere oltre il 10% del suo valore in sole tre sedute.
A pesare sul titolo è anche il problema crescente della siccità che sta colpendo alcune regioni d'Italia.

Secondo Il Messaggero sarebbe in corso uno scontro fra gli agricoltori, sostenuti dalle regioni, e i produttori di energia idroelettrica.

Gli agricoltori chiedono il rilascio di maggiori quantità di acqua, mentre i produttori di energia idroelettrica sarebbero contrari.

Le Regioni chiederanno lo stato di emergenza, perché fino a quando non ci sarà la dichiarazione di stato di emergenza nazionale, i produttori di energia idroelettrica non possono essere costretti a far defluire l’acqua verso i campi.

A2A ha ipotizzato una riduzione anno su anno della produzione idroelettrica del 20% a 3,4-3,2 twh sull’intero anno in condizioni di normalità, cioè se la piovosità dall’estate in poi tornasse su livelli normalizzati.

La società ha venduto forward l’80% della produzione idroelettrica, con buffers stimabile in 0,6-0,8 twh sulla produzione annua.

Il rischio di unbalance, ossia di acquisire sul mercato l’energia venduta forward a prezzi più elevati, sarebbe legato sia sui flussi idrici giornalieri che sul livello di produzione annua.

A2A: confermata guidance Ebitda 2022. La view di Equita SIM

Da segnalare che A2A ha confermato la guidance di EBITDA per l'intero 2022, grazie ai maggiori ancillary services registrati nel primo trimestre.

In attesa di novità non cambia la view di Equita SIM che mantiene una strategia bullish sul titolo, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 1,95 euro, valore che implica un potenziale di upside di oltre il 61% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.