Banco BPM: brusca inversione con BCE, ma è un buy appetibile

Banco BPM ha cambiato direzione di marcia nel primo pomeriggio, complice anche la tempesta su BTP e Spread. Focus su alcuni rumor: analisti bullish.

Image

La seduta odierna prosegue a passo di gambero per Banco BPM che, reduce da due giornate in calo, dopo aver chiuso quella di ieri con un ribasso di circa tre quarti di punto, ha provato a risalire la china oggi.

Banco BPM inverte la rotta con decisione

Il titolo in effetti si è mosso in positivo per tutta la mattinata e ha mantenuto il segno più fino a poco fa, quando ha invertito bruscamente la rotta in seguito alle indicazioni arrivate dalla BCE e dalla presidente Lagarde.

Banco BPM ha così accelerato progressivamente al ribasso e negli ultimi minuti è fotografato a 3,093 euro, con un ribasso dell'1,81% e oltre 5,2 milioni di azioni transitate sul mercato fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 16 milioni.

Banco BPM travolto da rally Spread e impennata decennale BTP

Il titolo ha cambiato direzione di marcia, zavorrato dal pesante andamento del mercato obbligazionario, con lo Spread BTP-Bund in rialzo del 2,67% a 218,8 punti base.

Male anche i BTP che subiscono un duro sell-off, tanto che il rendimento del decennale sfoggia un rally dl 4,39% al 3,641%.

Banco BPM: rumor su cartolarizzazione crediti deteriorati

Banco BPM intanto resta sotto i riflettori sulla scia di alcune indiscrezioni di stampa.

Secondo quanto riportato dal Messaggero, il gruppo guidato da Giuseppe Castagna avrebbe perfezionato una cartolarizzazione di crediti deteriorati per un totale di 460 milioni di euro.

Secondo il quotidiano, Banco BPM sottoscriverà circa l’80% delle notes senior e mezzanine derivanti dal deal.

L’operazione sarebbe legata a finanziamenti immobiliari del gruppo Italease, acquisita nel 2009 dal Banco Popolare.

Banco BPM sotto la lente di Equita SIM

Secondo Equita SIM, l'articolo del Messaggero è in linea con il target di dismissioni di esposizioni non performanti per oltre 1 miliardo di euro,  confermato da Banco BPM nel primo trimestre di quest'anno. Includendo l’effetto dell’operazione, l'NPE ratio proforma calerebbe al 4,6% dal 4,9%.

Non cambia intanto la view bullish di Equita SIM che su Banco BPM ribadisce una raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 3,6 euro.

Banco BPM: Intesa Sanpaolo taglia rating e target, ma resta bullish

A scommettere sul titolo è anche Intesa Sanpaolo che ieri però ha rivisto la sua strategia, con un cambio di rating da "buy" ad "add".

Banco BPM resta quindi da aggiungere in portafoglio, con un target price ritoccato da 3,7 a 3,6 euro, valore che implica comunque un potenziale di upside di oltre il 16% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.

Gli analisti credono che Banco BPM sia ben posizionato per trarre vantaggio da uno scenario di tassi di interesse in salita.

La banca guidata da Giuseppe Castagna, inoltre, si conferma uno dei candidati migliori per un coinvolgimento nel processo di consolidamento.