Anche la seduta odierna prosegue in rialzo per Telecom Italia che si spinge ancora in avanti, salendo per la quarta giornata di fila.

Telecom Italia in rialzo per la quarta seduta di fila

Il titolo, dopo aver archiviato la sessione di ieri con un vantaggio di circa un punto percentuale, oggi propone un copione simile, muovendosi sostanzialmente in linea con il Ftse Mib.

Negli ultimi minuti Telecom Italia si presenta a 0,2767 euro, con un rialzo dell'1,1% e oltre 57,5 milioni i azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 190 milioni.

Telecom Italia continua a catalizzare quotidianamente l'attenzione del mercato tra indiscrezioni e notizie che inseguono di giorno in giorno.

Telecom: accordo con Open Fiber su accesso aree bianche

Non più tardi di ieri è stato siglato l’atteso accordo commerciale con Open Fiber per l’accesso all’infrastruttura di Telecom Italia nelle aree bianche.

L’accordo attendeva l’ok del CdA di FiberCop, dopo l’approvazione del gruppo telefonico e di Open Fiber, e prevede, in base a quanto riferito dal Sole 24 Ore, un esborso per Open Fiber di 200 milioni di euro in 6 anni per il diritto d’uso ventennale delle infrastrutture di Telecom Italia.

Telecom: la richiesta di KKR. La view di Equita

Il fondo KKR avrebbe chiesto che fosse esplicitato che l’accordo venisse "sterilizzato" ai fini della trattativa per la rete unica, ossia gli analisti di Equita SIM capiscono capiamo che KKR vuole che il piano di Telecom Italia e Open Fiber su cui saranno fatte le valutazioni degli asset, non vada a modificarsi per effetto del nuovo accordo commerciale.

Secondo la SIM milanese lo spunto è interessante perchè indica che la cautela di KKR relativa alla firma dell’accordo commerciale con Open Fiber non sarebbe derivata dall’opposizione al deal sulla rete unica, come a volte è stato riportato, ma piuttosto dalla volontà di salvaguardare il valore dell’asset proprio in concomitanza con la trattativa.

Dal punto di vista dell’impatto economico, Equita SIM evidenzia che l’accordo dà un contributo potenzialmente positivo, ma marginale, ai risultati del gruppo che genera circa 2 miliardi di euro nel business domestic wholesale di rete fissa.

Telecom: in arrivo MoU per la rete unica?

Tema di ben altra rilevanza strategica è la definizione del memorandum of understanding con CDP per l’aggregazione della rete fissa con Open Fiber, su cui sono attese novità nei prossimi giorni, secondo Repubblica, ad ore.

L’accordo prevederebbe il carve out di NetCo e poi un’offerta da CDP e fondi per il controllo, oppure un demerger e successiva combinazione.

In attesa di news su questo fronte, gli analisti di Equita SIM mantengono una view cauta su Telecom Italia, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 0,39 euro.