Vuoi richiedere ferie illimitate? Alcune aziende lo permettono: quali e come funzionano

Alcune aziende italiane e internazionali hanno concesso ai propri dipendenti ferie illimitate per andare in vacanza in qualsiasi momento: come funzionano e dove sono già realtà?

ferie illimitate

Ti piacerebbe poter chiedere al datore di lavoro ferie illimitate per andare in vacanza in qualsiasi momento? Ad oggi il tuo sogno è realtà.

Ci sono tantissime aziende internazionali, ma anche italiane, che consentono ai dipendenti di sfruttare ferie illimitate ancora prima di accumularle. Ma come funzionano?

Ecco tutto quello che c'è da sapere sulle ferie illimitate: quali aziende le prevedono e come sfruttarle per godersi le vacanze in qualsiasi momento.

Ferie illimitate per i dipendenti: come funzionano?

Nuove politiche del lavoro nell'azienda Microsoft: dopo la possibilità di lavorare in smart working da qualsiasi luogo del mondo, anche dopo il periodo di pandemia, arrivano le ferie illimitate per i dipendenti. Ma come funzionano?

A introdurre questa particolarissima novità è stata un'email interna all'azienda fondata da Bill Gates, che comunicava ai lavoratori un nuovo modo di vivere le vacanze.

La direttrice delle risorse umane della Microsoft, Kathleen Hogan, ha definito il concetto di "Discretionary time off", ovvero il "Tempo libero discrezionale":

Il modo, il tempo e il luogo in cui svolgiamo il nostro lavoro - ha spiegato Hogan nella nota -, sono cambiati radicalmente. E man mano che ci siamo trasformati, modernizzare la nostra politica relativa alle ferie introducendo un modello più flessibile è stato un passaggio naturale.

Grazie alle ferie illimitate, infatti, si potranno godere le vacanze in qualsiasi momento dell'anno, ancora prima di accumulare i giorni necessari per la richiesta.

Ferie illimitate: Microsoft in prima linea

In prima linea sulle nuove politiche lavorative c'è proprio Microsoft, che ha introdotto le ferie illimitate e un pacchetto di agevolazioni e permessi speciali per tutti i dipendenti dell'azienda. In che cosa consiste?

In sostanza, oltre alla possibilità di richiedere le ferie illimitate in qualsiasi momento, i lavoratori della Big Tech avranno la possibilità di godere di dieci giorni di congedi, permessi per malattia e salute mentale, per lutto e altri casi eccezionali

Non solo: è stato poi introdotto un bonus per i dipendenti che hanno accumulato ferie non godute. A questi lavoratori verrà erogato un pagamento speciale nel mese di aprile.

Microsoft ha tenuto a sottolineare che "il tempo libero illimitato è un vantaggio anche per il datore di lavoro": mentre per il dipendente significa vacanza e relax, per l'azienda significa liberarsi dal peso dei risarcimento per le ferie non godute a seguito del licenziamento o delle dimissioni.

Ferie illimitate: in quali aziende si possono richiedere già oggi

Non c'è solo Microsoft tra le aziende che hanno introdotto la possibilità di richiedere ferie illimitate: in quali altre aziende è già possibile ottenerle?

Prima ancora del colosso di Bill Gates (che ha previsto questa nuova politica lavorativa dal 16 gennaio 2023), le ferie illimitate erano già una realtà per aziende quali Salesforce, LinkedIn, Virgin, Oracle, Netflix e Goldman Sachs.

E in Europa? Nonostante i timidi interventi in questo senso, da notare l'impegno della financial tech austriaca Bitpanda, che ha introdotto delle agevolazioni per i propri dipendenti. Ciascun lavoratore può godere di ferie illimitate, ma anche congedo parentale esteso e, per evitare situazioni di burnout sul lavoro, sono previsti anche due break settimanali distribuiti nel corso dei dodici mesi. 

E per perseguire l'idea di poter lavorare da qualsiasi luogo del mondo in smart working - a sostegno dei nomadi digitali possiamo dire - è stata introdotta anche la possibilità di trasferirsi in un qualsiasi luogo e svolgere la propria mansione per un massimo di 60 giorni all'anno.

Ferie illimitate anche nelle aziende italiane: dove si possono ottenere?

Anche in Italia esistono delle aziende che consentono ai lavoratori di richiedere ferie illimitate seguendo il modello Microsoft: dove è possibile?

Circa un anno fa questa possibilità era stata introdotta da due realtà italiane: Velet Media, azienda veneta di comunicazione, e il gruppo OneDay. L'idea è quella di instaurare un ottimo rapporto tra azienda e lavoratori, e mantenere alta l'attenzione sui bisogni dei propri dipendenti.

Ancora prima, nel 2015, le ferie illimitate divennero realtà anche dal gruppo Virgin, il cui fondatore Richard Branson aveva motivato la scelta aziendale spiegando:

Se qualcuno dei miei dipendenti vuole andare in vacanza per due mesi, può farlo. Se deve andare a un matrimonio, o a un funerale, non deve neanche chiederlo. Ci vada e basta.

D'altronde, Branson è uno degli imprenditori più attenti ai bisogni e al benessere die propri dipendenti.

Credo che il numero di giorni di ferie concessi in America (circa 15 l’anno, ndr) sia una vergogna. Come diavolo fanno le persone a trovare del tempo per stare con i propri bambini o i propri partner?

In futuro anche altre aziende italiane potrebbero inseguire queste policy e prevedere ferie illimitate ai propri dipendenti: di certo, non sarebbe una cattiva idea.