Stipendio con 55 euro in più al mese: quando arrivano gli aumenti in busta paga

Perché nelle ultime ore si parla di un possibile aumento dello stipendio con 55 euro in più al mese? Si tratta del nuovo taglio del cuneo fiscale a cui sta lavorando il Governo.

stipendio-55-euro-in-piu

Il Governo italiano sembra essere a lavoro al fine di intervenire ed accelerare ulteriormente il lavoro sul taglio del cuneo fiscale.

Tra i vari effetti del nuovo taglio, ci sarà, dunque, la possibilità di ricevere uno stipendio con 55 euro in più al mese nei confronti di alcune categorie di lavoratori.

Vediamo, quindi, quali saranno i nuovi tagli del cuneo fiscale che saranno approvati entro la fine del mese con il nuovo decreto-legge in materia e chi saranno i lavoratori più fortunati che potrebbero ricevere uno stipendio da 55 euro in più al mese.

Stipendio con 55€ in più: i nuovi tagli sul cuneo

Uno dei dati ormai più noti riguarda proprio la situazione del cuneo fiscale in Italia. Si tratta di un cuneo piuttosto alto, che incide sicuramente anche sugli importi effettivamente percepiti dai lavoratori all’interno della busta paga.

Proprio per questo motivo, il Governo Meloni, come promesso anche durante i mesi scorsi, è a lavoro proprio per definire una riduzione del cuneo fiscale, che si aggiunge a quella già applicata con la recente Manovra.

Infatti, è bene ricordare che a seguito dell’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2023, il cuneo fiscale è stato ridotto del 3% nei confronti dei lavoratori che hanno redditi fino a 25 mila euro, e del 2% per chi invece rientrava nella fascia di reddito compresa tra i 25 mila ed i 35 mila euro.

Cosa cambia sullo stipendio con il nuovo taglio

Cosa si sa dei nuovi tagli sul cuneo fiscale a cui sta lavorando l’esecutivo della Meloni? Per il momento risulta essere confermato un taglio al cuneo di un altro punto. Ciò significa che la riduzione per la prima categoria di lavoratori, quella che rientra nel reddito inferiore ai 25 mila, sarà pari al 4%.

Mentre, chi rientra nella fascia superiore, entro i 35 mila euro, potrà beneficiare del taglio al cuneo pari al 3%.

Dunque, qualora dovesse essere effettivamente approvato il nuovo decreto-legge, lo stipendio di queste categorie di lavoratori, potrà essere interessato da un ulteriore aumento degli importi.

Leggi anche: Busta paga: più soldi a maggio, grazie alla riduzione del cuneo fiscale. Per chi.

I nuovi importi: stipendio con 55€ in più

È la Fondazione Nazionale Commercialisti che ha effettuato delle simulazioni al fine di comprendere come aumenteranno gli stipendi dei lavoratori con il nuovo taglio al cuneo fiscale.

In tal senso, per i lavoratori che hanno un reddito fino a 20.000 euro, lo stipendio potrebbe aumentare già a partire dal mese di maggio, di circa 11 euro netti al mese. Per chi, invece, ha un reddito annuo fino a 23 mila, la busta paga sarà interessata da un aumento di poco più di 12,50 euro.

Proseguiamo poi, con i lavoratori che hanno un reddito fino a 25 mila euro. In questo caso, l’aumento dello stipendio che potrebbe essere applicato già con la busta paga di maggio sarà di circa 13,7 euro al mese.

Nel caso in cui, invece, lo stipendio si riferisce ad un lavoratore con un reddito fino a 27 mila euro, in questo caso, l’aumento della busta paga potrebbe essere pari a 14,90 euro.

Per quanto riguarda i lavoratori con un reddito annuo fino a 30 mila euro, l’aumento è di 15,3 euro al mese.

Infine, per coloro che rientrano nei redditi fino a 35 mila euro all’anno, lo stipendio potrebbe avere un incremento di 15,30 euro al mese.

Ma perché si sente parlare di un aumento dello stipendio con 55 euro in più? La Fondazione Nazionale Commercialisti, ha infatti stimato un taglio complessivo del cuneo per i lavoratori dipendenti, con redditi fino a 25 mila euro, che potrebbe essere pari a 55 euro.

Mentre, l’aumento potrebbe essere di poco più di 49 euro, per chi ha redditi pari a 35 mila euro.