Bonus figli: confermata la possibilità di ottenere 1.200 euro per l’intero 2022 (e anche oltre!). Basterà rispettare un solo requisit, scopriamo quale.

Quando parliamo di agevolazioni per famiglie con minori a carico, non possiamo certo dire che le misure a nostra disposizione siano poche.

Il Governo ha infatti introdotto, sia durante la pandemia che ha messo a dura prova le finanze familiari degli italiani, sia durante l’attuale periodo post-pandemia, tutta una serie di agevolazioni pensate specificamente per chi ha dei figli a carico.

Il tutto per consentire alle famiglie di arrivare a fine mese nella maniera più dignitosa possibile.

Al momento, in effetti, la situazione economica del nostro Paese non è delle più rosee. Poter contare sui bonus figli rappresenta, per molti nuclei familiari, un’ancora di salvezza.

Anche in ragione dell’aumento dei prezzi delle materie prime, il Premier Draghi ed il suo esecutivo hanno studiato un nuovo bonus, che verrà gestito dall’INPS.

In questo articolo ce ne occuperemo nel dettaglio, scoprendo insieme in cosa consiste, come richiederlo e a chi spetta.

Basterà rispettare un solo requisito per avere diritto all’ottenimento del bonus figli da 1.200 euro.

Prima di iniziare, consigliamo ai genitori interessati ai bonus famiglia la visione del contenuto YouTube di Redazione The Wam. Nel video vengono analizzate le agevolazioni per nuclei familiari attive nel 2022.

Bonus figli da 1.200 euro: non serve ISEE!

La prima notizia positiva è che questo bonus figli, che consentirà a chi rispetterà il requisito fondamentale di ottenere 1.200 euro, non richiede alcun ISEE.

L’agevolazione potrà infatti essere ottenuta sia da chi ha un reddito basso che da coloro che, invece, hanno un ISEE elevato o, comunque, non presentano modello ISEE al momento di richiedere gli incentivi statali.

In realtà, negli ultimi anni, il Governo ha concesso sempre più di frequente aiuti alle famiglie con minori a carico indipendentemente dall’ISEE.

Pensiamo ad esempio alle misure attualmente cancellate, ma attive fino allo scorso anno: il bonus bebè ed il bonus mamma domani.

Entrambe le agevolazioni erano accessibili anche senza ISEE. 

Lo Stato italiano vuole infatti promuovere un incremento delle nascite sostenendo i neogenitori con tutta una serie di aiuti.

A ben guardare, anche il nuovo bonus figli da 1.200 euro è stato introdotto in quest’ottica.

Nuovo bonus figli da 1.200€: quale requisito viene richiesto

Infatti, per poter richiedere tale bonus figli e ottenere, ogni anno, ben 1.200 euro per i proprio bambini, è necessario rispettare un requisito fondamentale.

L’agevolazione è infatti riservata alle famiglie numerose, che contino almeno quattro figli a carico.

Non è difficile concludere che l’incentivo, come vale per la maggior parte dei bonus figli, sia volto a promuovere le nascite. Sostiene infatti tutti quei nuclei familiari molto numerosi, che devono affrontare dunque molte più spese rispetto ai nuclei familiari con uno o due bambini a carico.

Il bonus figli da 1.200 euro può essere considerato come l’erede del vecchio bonus quarto figlio. Come i genitori che hanno una famiglia molto numerosa sapranno già, infatti, nel 2016 era stato introdotto un bonus da 500 euro per famiglie numerose.

Tale bonus era appunto chiamato bonus quarto figlio, e consisteva in un contributo unico da 500 euro per famiglie con ISEE basso.

Tuttavia, questa vecchia misura non esiste più, ed ha lasciato il posto al nuovo bonus figli da 1.200 euro.

Ribadiamo però che, per accedere alla nuova misura, sarà necessario avere quattro figli regolarmente a carico.

Bonus figli da 1.200 euro: ulteriori dettagli sul funzionamento

Analizziamo ora qualche dettaglio ulteriore in merito al funzionamento del bonus figli da 1.200 euro.

La misura è strettamente legata ad una nuova agevolazione statale, introdotta da qualche mese per mettere ordine nel vasto universo dei bonus casa. Stiamo parlando dell’Assegno Unico.

Tale agevolazione, come sappiamo, viene erogata a tutti i genitori con figli a carico e con età non superiore ai 21 anni.

Ma cosa c’entra il bonus figli con questa seconda misura? C’entra eccome, dato che la misura per famiglie numerose viene concessa come aggiunta mensile all’Assegno universale.

Si tratta quindi di una maggiorazione, concessa a tutti i cittadini, italiani o residenti in maniera regolare, che abbiano a carico quattro o più figli.

Non occorrerà presentare alcun documento particolare per richiedere il nuovo bonus figli. Neppure la situazione reddituale della famiglia è richiesta per l’assegnazione.

Bonus figli da 1.200 euro: la questione degli importi

Abbiamo detto più volte che il bonus figli in questione concederà fino a 1.200 euro per ogni nucleo familiare numeroso.

Ma il contributo non verrà erogato in un unico importo da 1.200 euro totali.

La famiglia numerosa, infatti, potrà contare su una maggiorazione pari a 100 euro al mese. La somma totale va dunque suddivisa in dodici mensilità.

L’importo del bonus figli è dunque di 1.200 euro l’anno, da suddividere in dodici mensilità da 100 euro.

C’è poi un altro dettaglio relativo alla questione degli importi della misura. Infatti, il bonus in questione è uguale per tutti.

L’abbiamo già detto: non sarà necessario presentare un modello ISEE in corso di validità per ottenere il bonus figli per famiglie numerose.

Infatti, l’ISEE non servirà neppure per stabilire l’entità del bonus. Non si farà cioè differenza tra famiglie con reddito alto e nuclei familiari a basso reddito: tutti riceveranno la medesima somma.

Somma che, come già detto, equivale a 100 euro. Il bonus figli da 1.200 euro è uguale per tutte le famiglie numerose, senza alcuna distinzione.

Come richiedere i 1.200€ del nuovo bonus figli?

Cerchiamo, in ultimo, di capire come richiedere il nuovo bonus figli da 1.200 euro. Come anticipato, sarà l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale a gestire le domande e le successive erogazioni.

Le famiglie, comunque, non dovranno compiere particolari procedure per richiedere la misura: basta sfruttare i servizi online INPS.

Ricordiamo agli interessati che si potrà accedere al sito INPS solo previa autenticazione a mezzo di identità digitale.

Compiuta l’autenticazione, basta cercare la sezione dedicata del sito e compilare la domanda con i propri dati e quelli dei quattro figli a carico.

La maggiorazione verrà erogata in maniera del tutto automatica, qualora la famiglia presenti i dati di quattro figli (o più).

Non occorre, dunque, effettuare operazioni aggiuntive: la maggiorazione concessa dal bonus figli da 1.200 euro annui è automatica.

Ovviamente, qualora non sia stata ancora inviata la richiesta per ottenere l’Assegno Universale, la famiglia potrà ancora richiederlo.

E, se la richiesta verrà inoltrata entro la fine del mese di giugno, si avrà diritto a recuperare anche gli arretrati.

Prima di avviarci alla conclusione, cerchiamo di comprendere cosa accade in un caso particolare: quello in cui il quarto figlio nasca posteriormente alla domanda dell’Assegno universale per le famiglie.

Può infatti accadere di aver inviato la domanda precedentemente, e di avere poi un quarto figlio quando la domanda è stata elaborata.

In questo caso, si avrà pienamente diritto ad ottenere il bonus figli con maggiorazione da 1.200 euro annui.

Basterà semplicemente aggiornare i propri dati, aggiungendo la scheda anagrafica del nuovo nato alla domanda già presentata.

L’intera procedura si svolge online, semplicemente tornando alla sezione già utilizzata in sede di invio della prima domanda per il bonus figli.

Qualora si abbiano problemi con l’inserimento o l’aggiornamento della propria domanda, ricordiamo che è attivo il Contact Center INPS. Si tratta di un servizio di assistenza dedicato agli utenti, disponibile dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 20.00 e il sabato dalle 8.00 alle 14.00.