Tonali di nuovo nell’occhio del ciclone scommesse: cosa rischia ora il centrocampista?

Era finito al centro del calcioscommesse, che gli è costato 10 mesi di squalifica. Ma i guai non sarebbero ancora finiti: cosa rischia ora Tonali?

Solo un anno fa la carriera di Sandro Tonali era proiettata verso un futuro di successi e felicità: titolare nel Milan, convocato stabilmente in Nazionale e con diversi estimatori in tutta in Italia e non solo. Poi il passaggio al Newcastle in Premier League, nel campionato più competitivo al mondo, il gol all’esordio e infine il baratro: 10 mesi di squalifica che, a causa delle nuove indagini della FA, potrebbero tradursi anche in altro. Quindi, che cosa rischia ora Sandro Tonali? Facciamo chiarezza.

Tonali scommette ancora: che cosa rischia l’ex Milan?

Sandro Tonali e le scommesse: il binomio, purtroppo, è già noto a molti. Ma ora ci sono novità, perché il 28 marzo 2024 la FA ha fatto sapere al mondo di essere a conoscenza di nuove violazioni dei regolamenti del calcio inglese da parte dell’ex rossonero. Tonali era già stato squalificato a ottobre 2023 per calcioscommesse, attività considerata illegale per un calciatore professionista. In quell’occasione il centrocampista aveva confessato di aver scommesso anche sul Milan, ma senza influire sul risultato delle partite. I tribunali gli hanno dato ragione, perché l’ex rossonero aveva scommesso solamente su partite in cui non sarebbe sceso in campo: così facendo, non avrebbe influito in alcun modo sull’esito dei match.

La squalifica in quel caso è stata fissata a 18 mesi totali, di cui 10 lontano dal terreno di gioco e 8 con l’obbligo di partecipare a un percorso riabilitativo e a degli incontri pubblici per parlare del tema della ludopatia, una piaga sempre più diffusa nel nostro Paese.

L’ex rossonero ora è di nuovo al centro delle indagini per scommesse, che sarebbero avvenute durante il periodo successivo al trasferimento al Newcastle. La storia si ripete. Le strade, in questo caso, sono due: o la squalifica in corso esaurisce anche le pene previste per queste nuove indagini oppure la squalifica potrebbe aumentare, con l’aggravante della recidiva a pesare sulle spalle del centrocampista. La situazione, se già prima non era particolarmente rosea, ora è decisamente nera. Ma c’è qualcosa che forse può salvarlo.

Le date che potrebbero salvare Tonali

Tonali, fin dal passaggio ai Magpies avvenuto nell’estate del 2023, avrebbe continuato a scommettere sul calcio e non solo. La FA parla di 50 violazioni avvenute nel giro di due mesi, dal 12 agosto – data di inizio del campionato – al 12 ottobre, periodo in cui però il calciatore non era ancora indagato.

Ciò significa che Tonali non era accusato né dalla FIGC né dalla FA quando ha scommesso in Inghilterra: la malattia aveva semplicemente spostato sede, dal nord Italia al north inglese. Le attività illegali sarebbero dunque proseguite finché non si era alzato il polverone mediatico e soprattutto giudiziario: da quel giorno, infatti, Tonali non avrebbe più scommesso. O, perlomeno, non ci sono accuse a riguardo.

Le indagini della FA, infatti, sono legate sì alle scommesse del centrocampista in terra inglese, ma che sarebbero avvenute solamente prima delle altre indagini, quelle italiane. Dunque, in realtà, non ci sarebbe recidiva: le azioni di Tonali avrebbero semplicemente seguito un loro naturale proseguimento. La notizia fa ben sperare, perché così le autorità inglesi potrebbero “chiudere un occhio” e lasciare che la squalifica inflitta a ottobre 2023 si esaurisca come da programma, senza aumentarla o – peggio – infliggerne una nuova. Il calciatore ha tempo fino al 5 aprile 2024 per rispondere delle accuse. Nel frattempo, l’Italia e il Newcastle attendono pazienti.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate