Ha più di 2000 anni, uno degli alberi più antichi d'Europa si trova in Italia: ecco dove

Possente e maestoso, questo castagno è l'albero più antico d'Europa, e si trova in territorio italiano: ecco dove.

albero-piu-antico-d-europa-sicilia

Con quasi 2000 anni, fa impressione pensare a tutte le cose che sono accadute nel corso della vita di quest'albero. Nato in pieno impero romano, ha attraversato invasioni, nascite e cadute di imperi, rivoluzioni, il passaggio dalla biga all'aeroplano, l'Inquisizione e i viaggi spaziali.

Noto come Castagno dei Cento Cavalli, si trova in Italia, all'interno di uno dei nostri più importanti parchi nazionai. Ecco allora dove si trova, e che cosa vedere nei dintorni.

Dove vedere l'albero più antico d'Europa, monumento UNESCO

Le dimensioni di questo castagno sono certamente maestose: alto 22 metri, e con un tronco di 22 metri di circonferenza, affascinò anche il pittore Jean Pierre Houel, che lo ritrasse in un quadro (datato 1776-79) oggi esposto al museo del Louvre.

A partire dal 2008, l'albero è stato nominato Monumento Messaggero di Pace dell'Unesco, titolo prestigioso che oggi accoglie il visitatore.

A sancire una volta per tutte che si tratti dell'albero più antico d'Europa è stato un nuovo studio condotto dal Centro di Ricerca Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura del Crea, che ha calcolato che il castagno dovrebbe avere circa 2200 anni.

Tale calcolo ha tenuto conto del tasso di crescita del tronco, che dopo i primi 30 anni è di 0,004 metri all'anno, per cui è stato facile risalire all'età indicata. Un'altro dubbio risolto è stato quello in merito ai tre tronchi principali, dato che non era certo che fossero originari da un unico ceppo, come però ha dimostrato la prova del DNA.

A differenza di molti alberi millenari, che col tempo mutano il loro DNA, in questo caso il castagno dei Centi Cavalli ha mantenuto inalterato il suo, diventando un caso di studio molto interessante per scoprire le tecniche di selezione del DNA delle piante e per selezionare varietà più resistenti.

Per quanto riguarda il nome, è dovuto ad una leggenda catanese, dato che l'albero più antico d'Europa si trova a Sant'Alfio, in provincia di Catania, e in particolare nel parco dell'Etna.

La leggenda narra che una regina e i suoi cento cavalieri furono sorpresi da una tempesta, e si ripararono sotto le ampie fronde del castagno. Sull'identità della regina sono state fatte varie ipotesi, da Giovanna d'Aragona a Giovanna d'Angiò. Di quest'ultima circolavano voci intorno ad una sua presunta libertà sessuale, per cui è probabile che ci sia anche questo elemento nella storia dei cento cavalieri.

Leggi anche: Un rigenerante bagno nella natura, cos'è il forest bathing e dove farlo in Italia

Cosa vedere nei pressi dell'albero più antico d'Europa

Per chi si trovi nei paraggi, sono molte le attrazioni e i luoghi d'interesse da visitare. In primo luogo, il parco dell'Etna, che offre numerosi sentieri da percorrere agli escursionisti, ed è celebre soprattutto per la vista del cratere del vulcano sulla cima.

Inoltre, Sant'Alfio non è troppo lontano da Catania, in cui le bellezze non mancano: dal castello Ursino, alla cattedrale di Sant'Agata fino alla pescheria a cielo aperto, Catania è un susseguirsi di vedute e colorate e vivacissime.

In auto è inoltre possibile arrivare anche ad Aci Trezza, dove vedere gli stupendi faraglioni dei ciclopi, e Acireale (località riportate al centro dell'interesse turistico dopo il rilascio del film La primavera della mia vita).

Andando leggermente più lontano, è possibile avventurarsi invece fra le strade di Taormina, godendo dei suoi panorami mozzafiato e di un mare particolarmente cristallino.