La comunicazione Enea 2022 è ormai diventata obbligatoria per tutti quei lavori ammessi dai vari bonus edilizi da poter portre in detrazione tramite denuncia dei redditi. 

Partendo dai lavori di riqualificazione previsti dal Superbonus così come quelli ammessi dall'Ecobonus tutti i lavori di ristrutturazioni previsti dai vari bonus una volta terminati vanno comunicati all’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA), di responsabilità del Ministero della Transazione Ecologica.

La comunicazione va fatta come vedremo in seguito direttamente sul sito ENEA, dove una volta eseguito l'accesso si accederà ad un portale ad accesso multiplo in base al bonus di riferimento e cioè l'ecobonus, il superbonus 110%, ed il bonus casa 50%.

L'aggiornamento e l'estensione al Superbonus 110% è stata fatta a partire da marzo 2022 per adeguarsi alla nuova normativa che inizialmente vedeva l'obbligo della comunicazione solo per il l'ecobonu ed il bonus casa 50%

Per adempiere  correttamente alla normativa vigente il termine ultimo per effettuare la comunicazione e di 90 giorni dalla fine dei lavori

Vediamo dunque cosa è ed il perchè di questa comunicazione Enea oltre che a come inviarla correttamente ed in quali termini.

Comunicazione ENEA: cosa è e come funziona

La comunicazione ENEA è uno degli obblighi previsti dalla normativa per tutti coloro che vorranno beneficiare delle detrazioni fiscali previste per i lavori ammessi dai vari bonus edilizi.

L’ENEA è l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile alla quale è stata data la responsabilità di monitorare interventi di questo tipo al fine di rendere sempre più difficili truffe e frodi ai danni dello Stato.

Prevista inizialmente solo per l'Ecobonus ad oggi è stata estesa anche ad altri bonus, Superbonus completo, il bonus più costoso per lo Stato e più frodato in assoluto, 5 i miliardi contati sino ad ora.

Nei paragrafi seguenti chiariremo come effettuare correttamente la comunicazione ENEA in riferimento ai singoli bonus.

Importante sottolineare come l'unica modalità per essere inoltrata è quella telematica direttamente sul sito dell'Agenzia aggiornato a partire da marzo 2022.

Sarà inoltre necessario stampare e firmare il modulo per poterlo esibire nel caso di un controllo da parte dell' Agenzia delle Entrate, che potrà avvenire entro 10 anni successivi a partire dalla data di fine la lavori.

Comunicazione ENEA: come compilarla e per quali bonus edilizi

Il documento ENEA consiste nella descrizione in sintesi dell'intervento edilizio effettuato sull'immobile da inoltrare telematicamente sul sito dell'Agenzia.

Una volta pronti il primo passo da fare è accedere al sito detrazionifiscali.enea.it.

Una volta entrati si dovrà selezionare uno dei sotto portali in base al bonus di riferimento (ecobonus, bonus casa e superbonus).

Per poter far questo sarà necessario autenticarsi tramite Spid o CIE, a questo punto potremo cominciare con la compilazione del documento.

Cominciamo dalla prima parte, in questo caso si tratterà di inserire:

  • dati anagrafici del benficiario del bonus (nome, data di nascita, residenza, diritto sull’immobile, ecc.);
  • informazione sull'immobili come certificato catastale, indirizzo di ubicazione, anno di costruzione, ecc..

Mentre questa prima parte è comune nel caso di tutti e tre i bonus, le cose cambiano quando si tratta di compilare la seconda parte del documento.

I dati richiesti infatti cambiano in base al bonus di riferimento, se parliamo di bonus casa dovremo inserire la descrizione del lavoro eseguito se sulla struttura, sugli impianti dell'immobile, nel caso di sostituzione di elettrodomestici (bonus mobili) e seguire il relativi dati richiesti

Stessa, ma diversa nei contenuti, procedura nel caso di Ecobonus e Superbonus 

In pratica un comunicazione per ogni bonus di cui abbiamo beneficiato.

Per fare chiarezza nel momento in cui avessimo sostituito gli infissi di casa e al contempo sostituito i grandi elettrodomestici come forni, e piastre riscaldanti dovremo procedere con 2 comunicazioni ENEA distinte.

Al contrario se abbiamo eseguito più lavori, ma appartenenti tutti allo stesso bonus si procederà con la compilazione di una sola pratica.

Se stiamo procedendo con la comunicazione ENEA a seguito di lavori ammessi dall'Ecobonus bisognerà tra i vari dati richiesti riportare anche l'ammontare della spesa relativa ai lavori oltre che agli oneri pagati a professionisti per la creazione di progetti o per la produzione  della documentazione richiesta da voler portare in detrazione.

Per alcuni interventi è richiesta tra gli adempimenti la predisposizione di una asseverazione da parte di un tecnico abilitato attestante la sussistenza dei requisiti richiesti. 

Quest'ultimo documento si consiglia di stamparlo e conservarlo poichè spesso richiesto dai controlli effettuati dall'Agenzia delle Entrate.

Successivamente all'invio del documento all'ENEA, il sistema fornirà quella che può essere definita una ricevuta completa di un codice univoco CPID anche qui il consiglio resta quello di stamparlo e conservarlo per futuri controlli.

Superbonus 110% e comunicazione ENEA

La comunicazione ENEA come già scritto in precedenza è assolutamente necessaria anche per portare in detrazione i lavori effettuati mediante il Superbonus 110%

Dal sito ENEA è possibile creare e protocollare le asseverazioni obbligatorie alla fine dei lavori e quando si opta per la cessione del credito e lo sconto in fattura per gli stati di avanzamento lavori al 30% e al 60%.

Tali asseverazioni relative a fatture emesse e pagate nel 2021 potranno essere presentate all'ENEA anche nel 2022 purchè non oltre il 16 marzo 2022, in modo essere comunicate in tempo utile all'Agenzia delle Entrate.

Il tecnico asseveratore che procederà in quest'ultimo modo è importante che riporti la seguente dicitura, nello specifico:

“Lo stato di avanzamento lavori di cui alla presente asseverazione, l’emissione delle fatture allegate e i relativi pagamenti, per la parte dovuta, sono avvenuti entro il 31 dicembre 2021.”

Comunicazione ENEA: istruzioni e regole da rispettare 

Dal 1 aprile 2022 è disponibile sul sito dell'Enea il portale aggiornato sul quale compilare la documentazione necessaria per beneficiare delle detrazioni previste dai bonus edilizi.

Tre le sezioni disponibili:

  • bonus casa;
  • ecobonus;
  • superbonus 110%.

Da sottolineare come la comunicazione ENEA sia necessaria anche per il bonus facciate, in questo caso si dovrà procedere con la compilazione nella sezione ecobonus, così come per il bonus elettrodomestici si dovrà procedere con la compilazione della sezione relativa al bonus casa.

90 i giorni di tempo entro il quale trasmettere il documento a partire dalla data di fine lavori  scadenza che per i lavori già completati tra il 1° gennaio 2022 e il 31 marzo 2022 decorre dalla data di messa online del sito, ossia il 1° aprile. 

Ci sarà modo di inviare la documentazione fino alla fine del mese di giugno per quanto riguarda la trasmissione dei dati relativi ad interventi già conclusi.

Questo dunque è tutto ciò che c'è da sapere sulla comunicazione ENEA messa in piedi ed estesa anche al Superbonus 110% per far si che ci sia un controllo in più al fine di limiatere le ingenti frodi ai danni dello Stato, ad oggi 5 i miliardi frodati tramite i benefici fiscali previsti dai bonus edili. 

Una normativa che varia di settimana in settimana e che noi di Trend online saremo sempre pronti a comunicare in maniera tempestiva.