Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.

Il Ftse Mib sta provando a piccoli passi ad allontanarsi da area 26.000: cosa si aspetta ora?

Il Ftse Mib sta lateralizzando e al momento non ha ancora chiuso per pochissimo il gap-up lasciato aperto tra il 18 e il 19 agosto scorsi.

Al rialzo quindi da tenere sott'occhio l'area dei 26.200/26.300, mentre al ribasso c'è un piccolo gap tra i 26.100 e i 26.050 punti.

Si tratta di un vuoto molto contenuto che non dovrebbe creare particolari problemi per il Ftse Mib.
I supporti più rilevanti sono in area 25.800/25.700 e almeno per il momento non vedo ribassi che spingano oltre questa soglia nel breve.

La mia view sul Ftse Mib è lateral-rialzista e la mia idea è che l'indice possa ancora partire verso l'alto, con target a 26.400/26.500 prima e in seguito in area 26.700 e anche oltre.

Lo scenario rialzista sarebbe messo in discussione solo da una discesa sotto i 25.800/25.700, con primo approdo in area 25.500 e atterraggi successivi in area 25.300/25.200.

L'euro-dollaro sta provando a scavalcare anche quota 1,185: c'è spazio per ulteriori allunghi?

Per l'euro-dollaro ci può stare una continuazione rialzista, visto l'andamento tonico delle ultime sedute.
Il cross ha trovato un supporto in area 1,18/1,179 e ora potrebbe puntare a quota 1,19 prima e in seguito a 1,195/1,198.

A mio avviso si tratta di livelli che l'euro-dollaro può raggiungere con una certa facilità, ma non sarà così agevole spingersi subito con decisione sopra area 1,195/1,198.

Con ogni probabilità area 1,19 sarà raggiunta nel breve, anche perchè l'euro-dollaro ha rotto una trendline rialzista.
Ora il cross potrebbe appoggiarsi a questa trendline per poi ripartire al rialzo verso i target indicati prima.

L'oro si mantiene sopra i 1.800 dollari l'oncia. Qual è la sua view su questo asset?

L'oro è rientrato in una piccola congestione, con baricentro di oscillazione intorno ai 1.795-1.800 dollari.
Il gold sta provando ad allontanarsi da questa soglia, ma dovrà fare i conti con lo scoglio in area 1.830/1.832 dollari.

Oltre questo livello l'oro potrebbe salire verso quota 1.869 dollari, con proiezione successiva intorno ad area 1.917 dollari.