Se i videogiochi sono una dipendenza, ecco come curarla in 7 semplici mosse

La dipendenza da videogiochi può diventare un problema grave: ecco 7 strategie per curarla e combatterla efficacemente quando insorge.

La dipendenza da videogiochi è un fenomeno in crescita, ormai ufficialmente riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come disturbo legato al comportamento di gioco – simile quindi alla dipendenza da gioco d’azzardo.

Come tutte le dipendenze, anche quella da videogiochi può avere effetti devastanti sulla vita quotidiana di una persona, influenzando negativamente la salute, le relazioni sociali e il rendimento lavorativo o scolastico.

Curare la dipendenza da videogiochi richiede un approccio multidisciplinare, che può variare a seconda delle esigenze individuali. Se pensi che tu o una persona cara soffra di tale disturbo, alcune strategie sono fondamentali per affrontare e superare la dipendenza da videogiochi – naturalmente con il supporto di uno psicologo o psichiatra competente: ecco come curarla.

Dipendenza da videogiochi, come curarla?

Ogni individuo è unico e ciò che funziona per uno potrebbe non essere efficace per un altro. È importante esplorare diverse strategie e trovare un equilibrio che funzioni per la propria situazione personale. Di seguito, trovi quelle più efficaci contro questo tipo di dipendenza.

1. Riconoscere il problema

Il primo passo per superare qualsiasi tipo di dipendenza è riconoscerne l’esistenza. Alcuni sintomi possono rivelarsi un importante campanello d’allarme e ammettere di avere un problema con i videogiochi è fondamentale per iniziare un percorso di guarigione. Questo spesso richiede un’autovalutazione onesta delle proprie abitudini di gioco e del loro impatto sulla vita quotidiana.

2. Cercare aiuto professionale

Psicologi, psichiatri e terapisti specializzati in dipendenze comportamentali possono offrire strategie personalizzate per gestire il desiderio di giocare. La terapia cognitivo-comportamentale (TCC) è una delle tecniche più efficaci, poiché aiuta a identificare e modificare i pensieri e i comportamenti che contribuiscono alla dipendenza.

3. Ridurre gradualmente il tempo di gioco

Definire orari specifici per giocare, limitando la durata delle sessioni di gioco e scegliendo ambienti privi di distrazioni per le attività non legate ai videogiochi è un primo passo verso lo “scalare”. È importante essere coerenti con questi limiti per rafforzare la disciplina personale che ti porterà a superare la dipendenza da videogiochi.

4. Cercare hobby o attività alternative

Trovare attività alternative ai videogiochi può aiutare a ridurre la dipendenza. Gli hobby, lo sport, la lettura o qualsiasi altra attività che stimoli interesse e piacere possono essere valide alternative. Coinvolgersi in attività sociali e di gruppo può anche ridurre la sensazione di isolamento spesso associata alla dipendenza da videogiochi.

5. Chiedere aiuto ad amici e familiari

Il sostegno di amici, familiari e gruppi di supporto può essere fondamentale nel processo di recupero. Condividere esperienze e sfide con altri può offrire una prospettiva diversa e incoraggiamento. La presenza di una rete di supporto solida può aumentare significativamente le probabilità di successo nel superare la dipendenza.

6. Imparare a gestire lo stress

La dipendenza da videogiochi è spesso un meccanismo di coping per gestire lo stress. Imparare strategie efficaci per la gestione dello stress, come la meditazione, lo yoga o tecniche di respirazione, può ridurre la necessità di rifugiarsi nei videogiochi per affrontare tensioni e ansie.

7. Celebrare i progressi, piccoli o grandi che siano

Tenere traccia dei progressi può motivare e fornire una prospettiva chiara sui miglioramenti. Registrare il tempo speso giocando, i sentimenti associati e i progressi nelle attività alternative può aiutare a visualizzare i cambiamenti positivi e a mantenere la motivazione.

LEGGI ANCHE: Fortnite crea dipendenza? Uno studio legale canadese è pronto a portare Epic in tribunale

Francesca Di Feo
Francesca Di Feo
Copywriter SEO e Social Media Manager per piccole e medie imprese, classe 1994. Ho studiato Scienze Politiche e Sociali presso l'Istituto Federico Albert. Grazie al mio ruolo di Project Manager e Writer nell’ambito del programma Erasmus + ho sviluppato un forte interesse sui temi della Transizione Ecologica e Digitale. Appassionata da sempre di scrittura e tecnologia, ho continuato a formarmi autonomamente su come farne un lavoro attraverso il Marketing Digitale. Attualmente sono redattrice per Trend Online e Social Media Manager per due piccole aziende, e sto lavorando per costruire Valade D’Lans, Travel Blog sulle Valli di Lanzo, gioiello montano piemontese.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate