Leonardo Di Caprio svela la lista dei suoi film preferiti

Ha incantato milioni di spettatori sul grande schermo, ma quali sono i suoi film preferiti? Leonardo Di Caprio svela la sua classifica personale.

film-preferiti-leonardo-di-caprio

Ha lavorato con i più grandi registi della sua epoca, è stato per anni il pupillo di Martin Scorsese, recitando in cinque suoi film (Gangs of New York, The Aviator, The Departed, Shutter Island e The Wolf of Wall Street).

Leonardo Di Caprio è considerato uno degli attori più versatili della sua generazione, davanti alla macchina da presa ha interpretato decine di personaggi con psicologie molto diverse, incantando milioni di spettatori sul grande schermo.

Allo stesso modo, da giovane sarà rimasto affascinato al cinema dalle immagini che scorrevano davanti agli occhi. Quali sono i titoli che lo hanno maggiormente segnato? L’attore americano ha svelato la lista dei suoi 7 film preferiti. Vediamo quali sono.

I film preferiti di Leonardo di Caprio: Taxi Driver

Travis è un reduce del Vietnam, scosso dai traumi della guerra, che compensa il lavoro d’insonnia con il mestiere di tassista.

Attraversando le strade di New York, la sua alienata esistenza si incontra con quella di Iris, un’adolescente obbligata a prostituirsi dal malvivente Matthew Higgins.

Avviene in Travis una mutazione antropologica che lo porta ad armarsi fino ai denti e a trasformarsi in un giustiziere della notte per salvarla.

2001: Odissea nello Spazio

Prologo: un monolite nero attrae la curiosità, e l’irritazione, di un gruppo di scimmie, che percepiscono l’oggetto come estraneo all’ambiente.

Milioni di anni dopo, quello stesso monolite compare nuovamente sulla Luna durante un’esplorazione nello spazio. In quel momento il sole riflette i raggi sulla sua superficie, producendo un segnale radio verso il pianeta Giove.

Sul pianeta più grande della galassia vengono inviati cinque astronauti a bordo di un’astronave controllato da HAL 9000, il più potente e intelligente computer mai realizzato.

La Valle dell’Eden

In California, alla vigilia della Prima Guerra Mondiale, Cal è un ragazzo indomito che rifiuta di riconoscere l’autorità del padre Adam Trask, un uomo integerrimo e religioso.

Il giovane ha un fratello, suo opposto, con il quale condivide la mancanza della madre, morta qualche anno prima. O almeno questo è quello che il padre gli ha raccontato. Infatti, Cal scopre che è ancora viva e gestisce un locale malfamato in un’altra città.

Subito si mette sulle tracce della madre. Un capolavoro letterario reso magistralmente sul grande schermo, anche grazie a James Dean nei panni del protagonista.

Harry ti presento Sally

Una commedia cult degli anni 80 con Meg Ryan e Billy Crystal. Harry e Sally erano molto amici ai tempi dell’università. Quando si ritrovano nuovamente pensano di poter dimostrare che uomini e donne possono essere amici, alla giusta distanza di un sentimento più profondo.

Ladri di bicilette

Diretto da Vittorio De Sica, un meraviglioso affresco dell’Italia nell’immediato Secondo Dopoguerra. Antonio Ricci è un disoccupato che trova lavoro come attacchino di manifesti per il comune.

Proprio il primo giorno, però, un ladro gli ruba la bicicletta, indispensabile per poter svolgere il lavoro. Dopo che la polizia lo sfiduciano sulla possibilità di recuperare il suo mezzo, Antonio decide di rubare a sua volta una bicicletta, ma viene subito fermato e aggredito dai passanti, e solo il pianto disperato del figlio Bruno lo strapperà alla galera.

Principessa Mononoke

Uno delle pellicole meno note del maestro giapponese Hayao Miyazaki è nella top list è quello maggiormente amato dall’attore americano.

Il film narra le vicende di Ashitaka, un giovane guerriero che nel tentativo di uccidere un cinghiale posseduto da un demone rimane ferito. La lesione gli provoca una maledizione che lo costringe ad abbandonare la sua gente.

Durante il suo tragitto incontra San, una ragazza selvaggia allevata da lupi, soprannominata la Principessa Mononoke.

Leggi anche: I migliori film romantici su Prime Video e Netflix da guardare per sognare a occhi aperti