La spesa media globale destinata alle ad per gli eCommerce è di circa 30 miliardi di dollari ogni anno. L’obiettivo è quello di portare traffico ai negozi online, tuttavia – sebbene questo traffico arrivi - la metrica di conversione non supera spesso il 2,68%. 

Chiaramente, nonostante le spese sostenute per incrementare il traffico, qualcosa spesso va storto, perché la percentuale di carrelli abbandonati prima del checkout è altissima. 

In questo articolo, vedremo come migliorare questa metrica, analizzando le strategie migliori per evitare l’abbandono del carrello su qualsiasi negozio online, e come intervenire quando questo accade comunque! 

Carrello abbandonato sul tuo eCommerce? Ecco 10 dritte per evitarlo

Il processo di checkout non dovrebbe essere complicato e macchinoso per il cliente. Di seguito, vedremo come migliorare la user experience e assicurarti una buona metrica di conversione sul tuo negozio online! 

  • Sii trasparente sul costo complessivo dell’ordine

Nel fornire al cliente tutte le informazioni necessarie – rendendole il più accessibile possibile – sui costi, compresi quelli di spedizione, l’IVA e altre tariffe aggiuntive, lo renderai più informato sul suo acquisto e eviterai che esso abbandoni il carrello a causa di spese inaspettate. 

  • Implementa un indicatore di progresso nel processo di checkout 

Una barra di progresso può servire come rinforzo positivo per un cliente che sta per completare il proprio acquisto. In molti saranno infatti incentivati a proseguire osservando il tempo che hanno già investito sul tuo negozio online. 

  • Includi un’anteprima del prodotto in tutti gli step del checkout

Durante un acquisto in negozio, un cliente ha la possibilità di guardare il prodotto che sta comprando, cosa che diventa più difficile quando si tratta di un negozio online. Tuttavia, puoi aggirare l’ostacolo inserendo piccole anteprime del prodotto durante il processo di checkout. 

  • Rendi il carrello accessibile in ogni pagina del tuo eCommerce

Aggiungere prodotti al carrello e recarvisi dev’essere più semplice possibile per un cliente. Il processo di checkout dev’essere facile da raggiungere, ed è per questo che molti negozi online lo rendono disponibile già sulla pagina prodotto.  

  • Lavora sulla velocità del tuo sito web

Come per qualsiasi altro sito web, la user experience è importantissima anche su un negozio online. Per evitare l’ennesimo carrello abbandonato a causa della lentezza del tuo sito web, ottimizzalo così da renderlo più veloce e performante da tutti i dispositivi – sia desktop che mobile.  

  • Offri l’opzione di acquistare come ospite

Sappiamo quant’è allettante chiedere a ogni cliente di registrarsi al tuo eCommerce per completare l’acquisto, tuttavia spesso questo atteggiamento risulta deleterio. Offri la possibilità di acquistare come ospite, e – una volta completato l’acquisto – incoraggia l’utente a salvare le proprie informazioni per un ordine successivo.  

  • Lavora su un buon servizio clienti 

Un altro punto a favore dei negozi fisici è quello di poter avere a che fare con uno staff pronto ad aiutarti. Per un negozio online, questo si traduce in un servizio clienti impeccabile tramite live chat e instant messaging. È importantissimo supportare il cliente in tutti gli stadi della sua buyer journey. 

  • Utilizza elementi visuali rassicuranti 

Le persone stanno diventando sempre più attente quando si tratta di acquistare online, perché il web pullula di truffe. Quindi, ricorda di aggiungere simboli rassicuranti, come un checkmark verde che indica un negozio verificato, o il simbolo di Google per i negozi online più autorevoli.  

  • Offri più opzioni di pagamento 

Maggiori saranno le opzioni di pagamento che il tuo eCommerce offre ai suoi clienti, più sarà facile acquisire nuovi clienti che utilizzano i servizi più variegati. Assicurati di includere PayPal e SatisPay, oltre ai classici circuiti Visa, MasterCard e American Express.  

  • Offri una politica di reso e rimborso chiara e conveniente

Le politiche di reso e rimborso sono importantissime per un negozio online, specialmente se si tratta di capi di abbigliamento. Un cliente sarà più propenso ad acquistare se saprà di poter restituire gli articoli che non gradisce in maniera semplice e veloce, quindi assicurati di esporre i termini e le condizioni in maniera chiare e concisa durante il processo di checkout 

Come recuperare i carrelli abbandonati

  • Pop-up 

Un pop-up che appare quando il cliente sta per abbandonare il suo carrello è un modo strategico ed efficace per convincerlo a restare. Chiedi un feedback, o offri uno sconto promozionale per far sì che il tuo cliente – o potenziale tale – completi l’acquisto prima di andarsene!  

  • Utilizza strategie di re-targeting

Sfrutta pubblicità targettizzate per seguire i tuoi clienti fuori dal tuo negozio online, tramite l’intelligenza artificiale di Google! Esse serviranno a ricordare all’utente del suo carrello abbandonato in qualsiasi sito visiti.  

  • E-mail di follow up

Nella propria strategia di e-mail marketing, è sempre bene disporre di un segmento per intervenire su un carrello abbandonato. Se il tuo potenziale cliente si è registrato alla tua lista di distribuzione, potrai infatti inviargli una mail personalizzata per convincerlo a tornare e concludere l’acquisto!