Banca Mediolanum: novità 2024 sui mutui e non solo

Banca Mediolanum ha tenuto la consueta convention a Torino: ecco le principali novità annunciate.

La seduta odierna prosegue all’insegna del recupero per Banca Mediolanum che risale la china dopo il calo della vigilia.

Il titolo, dopo aver inaugurato la nuova settimana ieri con un calo di poco più di un punto percentuale, recupera terreno oggi.

Banca Mediolanum recupera dopo il calo di ieri

Mentre scriviamo, Banca Mediolanum viene fotografata a 10,24 euro, con un rialzo del 2,04% e volumi di scambio vivaci, visto che fino a ora sono transitate sul mercato oltre 1,7 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,2 milioni.

Il titolo mostra più forza del Ftse Mib e occupa una delle prime posizioni nel paniere delle blue chip.

Banca Mediolanum: spunti dalla convention di Torino

Banca Mediolanum guadagna terreno sulla scia della convention annuale di Torino, in occasione della quale la società ha presentato alcune novità per il 2024, confermando la sua capacità di sfruttare le opportunità offerte dal mercato, di cogliere le necessità attuali dei clienti con l’offerta di nuove soluzioni e la spinta all’acquisizione di nuovi clienti anche attraverso nuove promozioni.

Dal 22 marzo 2 nuove soluzioni di Mediolanum Best Brands

Nel dettaglio, dal 22 marzo saranno disponibili 2 nuove soluzioni di Mediolanum Best Brands.

Uno è il Mediolanum Global Sustainable Bond (art. 9 SFDR, global bond – euro hedged, primo comparto ESG nel reddito fisso, investment grade, gestore delegato Morgan Stanley Calvert) e l’altro è il Mediolanum Green Building Evolution (art. 9 SFDR, azionario globale, settore immobiliare con investimento in società che esposte all’edilizia sostenibile, gestoredelegato Robeco e Schroders).

Banca Mediolanum: novità sui mutui

Nuove iniziative anche sul fronte credito, già incorporate nella guidance 2024 di net interest income, con una media del tasso Euribor a 3 mesi ad oggi leggermente sopra la stima del 3,4% incorporata nella guidance.

In particolare, dal 1° aprile sarà possibile sottoscrivere un mutuo a tasso fisso per i primi 3 anni a partire dal 2,6%.

Terminato il triennio in offerta, il mutuo seguirà il tasso variabile con formula Euribor 3M + spread da 75 a 190 punti base.

Dal 22 marzo, per tutte le nuove richieste di Mutuo Mediolanum a tasso variabile o misto, i clienti potranno beneficiare di una riduzione dello spread di listino con taglio fino a 35 basis points.

Sarà introdotta la nuova opzione “Salta la Rata”, con la possibilità di sospendere fino a 6 rate in un anno, rispetto alle 2 precedenti, e ampliando complessivamente fino a 18 rate per tutta la durata del mutuo anziché 6, senza alcun interesse aggiuntivo per l’allungamento del piano di ammortamento.

Dal 22 marzo, sarà previsto un taglio dello spread anche per i nuovi prestiti personali garantiti fino ad un massimo di 50 punti base.

Banca Mediolanum lancia Life Planning

Banca Mediolanum ha lanciato Life Planning, un nuovo ambiente di lavoro digitale dedicato ai Family Banker per una consulenza evoluta.

Banca Mediolanum: le indicazioni del CEO

Il CEO Doris ha confermato in primis l’obiettivo di una raccolta netta gestita nel 2024 superiore ai 4 miliardi di euro del 2023, un dividendo 2024 superiore rispetto agli 0,7 euro del 2023, l’impegno a crescere organicamente e l’assenza di interesse verso M&A.

Equita SIKm evidenzia che il titolo tratta su valutazioni interessanti, confermando la raccomandazione “buy”, con un prezzo obiettivo a 11,2 euro.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate