Brillante inizio di settimana per Enav che ieri ha guadagnato terreno per la terza seduta di fila, sfoggiando un bel rally.

Enav in rally in avvio di settimana

Dopo aver chiuso la sessione di venerdì scorso con un progresso di quasi due punti percentuali, il titolo ieri è riuscito a fare ancora meglio.

A fine sessione Enav si è fermato a 4,494 euro, con un rialzo del 4,08% alimentato da forti volumi di scambio, visto che sono transitate sul mercato oltre 760mila azioni, al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a quasi 600mila.

Enav promosso da Intesa Sanpaolo

Enav anche ieri ha catalizzato gli acquisti e si è mosso in netta controtendenza rispetto al mercato, beneficiando delle conferme bullish arrivate da alcuni analisti.

Non più tardi di venerdì scorso il titolo ha incassato una promozione da Intesa Sanpaolo che ha deciso di modificare la sua strategia da "hold" a "add", con un prezzo obiettivo incrementato da 4,1 a 4,8 euro.

Gli analisti vedono ancora margini per un leggero upside sulla base dei fondamentali e al contempo si aspettano che Enav possa beneficiare di maggiore chiarezza sul fronte regolatorio una volta che sarà stato approvato il nuovo performance plan, previsto a metà aprile o al più tardi a fine mese.

Enav: anche Equita SIM dice buy. Upside di quasi il 17%

Indicazioni bullish per Enav arrivano anche da Equita SIM, i cui analisti venerdì scorso hanno reiterato la raccomandazione "buy", con un target price a 5,2 euro, valore che implica un potenziale di upside di quasi il 16% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.

Enav: nuovo stima Eurocontroll per il traffico aereo 2022 in Europa

Enav è finito sotto la lente della SIM milanese dopo che Eurocontrol ha pubblicato la nuova stima di traffico 2022 a livello europeo, indicato in termini di numero di voli.

Si prevede un traffico 2022 in flessione del 16% rispetto al 2019, in leggero peggioramento in confronto alla stima precedente che parlava di una contrazione meno marcata dell'11%.

E' bene tenere presente però che tale stima era stata fornita a maggio 2021, prima del rallentamento del traffico da Omicron e dello scoppio del conflitto in Ucraina.

La nuova stima non offre indicazioni per i singoli paesi, ma gli esperti di Equita SIM evidenziano che se applicano il taglio della stima a livello di voli UE a quelle relativa a Italia/ENAV, la nuova previsione di traffico di rotta 2022 per il gruppo italiano sarebbe pari a una flessione di circa il 10% rispetto al 2019, leggermente peggio del calo del 5% previsto da Eurocontrol a maggio 2021.

Enav: il commento di Equita SIM

Equita SIM sottolinea che le sue stime prevedono per il 2022 un traffico di rotta per Enav pari a un calo del 15% contro il 2019, quindi più conservative sia delle vecchie che delle nuove stime di Eurocontrol.

Di conseguenza, anche nell’attuale scenario geopolitico e macroeconomico più incerto, gli analisti ritengono che le loro stime sul 2022 siano raggiungibili e non pensano che la revisione al ribasso di quelle Eurocontrol possano interferire materialmente sul processo di approvazione di RP3, atteso entro metà aprile.

Gli esperti di Equita SIM ritengono che l’approvazione del piano di performance sia il prossimo catalizzatore positivo per il titolo, dopo due anni di blocco regolatorio.