Fincantieri in volata. Buone notizie da più parti

Fincantieri scatta ancora in avanti dopo i numeri dello scorso anno: le strategie dei broker.

A Piazza Affari non si ferma la corsa al rialzo di Fincantieri che anche oggi guadagna terreno e sale per la quinta seduta di fila.

Dopo essersi lasciato alle spalle la sessione di venerdì scorso con un progresso di un punto percentuale, il titolo oggi sfoggia un poderoso rally, presentandosi ora a 0,566 euro, con un’impennata del 9,9% e volumi di scambio esplosivi, visto che fino a ora sono transitate sul mercato oltre 22,5 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4,7 milioni.

Fincantieri: i risultati del 2023 e la guidance 2024

Fincantieri scatta ancora in avanti dopo che la scorsa settimana ha diffuso i conti dell’esercizio 2023, chiuso con ricavi in rialzo del 3% a 7,651 miliardi di euro, a fronte di una perdita di 7 milioni, in deciso miglioramento rispetto al rosso di 104 milioni dell’anno precedente.

L’Ebitda adjusted è balzato dell’80% a 397 milioni di euro, mentre la posizione finanziaria netta mostra un indebitamento di 2,271 miliardi di euro, contro i 2,531 milioni di inizio anno.

Fincantieri ha confermato i target 2024 operativi di business plan, mentre ha migliorato l’indicazione su debito netta/EBITDA, ma su un livello peggiore delle attese.

I ricavi sono attesi a circa 8 miliardi di euro, in rialzo del 4% anno su anno, mentre l’Ebitda margin è previsto a circa il 6% e il rapporto debito netto/Ebitda è pari a 5,5-6,5 volte.

Fincantieri: spunti dalla call

In una nota diffusa oggi, gli analisti si sono concentrati su alcuni spunti emersi dalla conference call, segnalando che il messaggio principale è stato sulla guidance di debito netto 2024.

Il management ha espresso confidenza sul raggiungimento della parte bassa del range o un dato pari a 2,6 miliardi di euro, suggerendo la possibilità di fare anche meglio.

In generale, il tono della conference call è apparso positivo a Equita SIM, con indicazioni supportive su tutte le business unit della società.

Sul potenziale deal WASS, business unti di Leonardo dedicata alla produzione di sonar e siluri, il management non ha voluto commentare, ma ha confermato l’interesse a rafforzare il posizionamento di Fincantieri nel settore dell’underwater domain valutando anche linee di crescita esterna.

Fincantieri: la view di Equita SIM

Complessivamente, gli analisti di Equita SIM hanno effettuato un leggero aggiustamento delle loro assunzioni divisionali, senza impatti rilevanti a livello consolidato.

Gli analisti stimano ora un rapporto debito netto/EBITDA 2024 di 5,4 volte, leggermente meglio della guidance pari a 5,5-6,5 volte.

La SIM milanese confermiamo il suo prezzo obiettivo a 0,54 euro e la raccomandazione “hold”.

Secondo gli analisti, la struttura finanziaria rimane il punto prioritario da risolvere per l’equity story della società e gli esperti continuano a ritenere che l’M&A possa essere il trigger per il rafforzamento finanziario.

Fincantieri: la view di Mediobanca

Non si sbilanciano neanche i colleghi di Mediobanca Research che su Fincantieri ribadiscono il rating “neutral” con un prezzo obiettivo incrementato del 7% a 0,58 euro.

Gli analisti hanno alzato anche le stime di Ebitda del 2% per l’anno in corso e del 5% per il 2025 alla luce di previsioni più costruttive sul recupero dei margini del gruppo.

Fincantieri al vaglio di Intesa Sanpaolo

Prudente anche il giudizio di Intesa Sanpaolo che oggi ha reiterato la raccomandazione “hold”, sulla base del buon set di risultati 2023 e delle indicazioni del management durante la call.

Alla luce di queste indicazioni, gli analisti pensano che il gruppo dovrebbe essere sulla buona strada nell’esecuzione del suo piano industriale, con un certo potenziale di upside ulteriore sui target di generazione di cassa e debito netto, migliorati la scorsa settimana.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate