Questa prima seduta della settimana prosegue con il segno più per Saipem che oggi mette a segno la migliore performance nel settore oil.

Saipem sale ancora, ma si allontana dai top

Il titolo, dopo aver ceduto mezzo punto percentuale venerdì scorso, complici le prese di profitto dopo il rally di quasi il 9% messo a segno il giorno prima, oggi ha ripreso la via dei guadagni.

Saipem si è spinto a toccare un massimo intraday a 5,822 euro, con un rally di oltre il 3,5%, per poi rallentare il passo, pur confermano un'intonazione positiva.

Negli ultimi minuti Saipem si presenta a 5,674 euro, con un rialzo dell'1,03% e oltre 2 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 3,6 milioni. 

Saipem in positivo con petrolio in rialzo

Il titolo si spinge in avanti riuscendo a performare meglio del Ftse Mib, grazie anche alla spinta del petrolio che avanza dello 0,76% a 115,6 dollari.

Saipem: Paolo Calcagnini è il nuovo CFO

Saipem finisce sotto la lente dopo che venerdì scorso il gruppo ha annunciato che Paolo Calcagnini ha assunto il ruolo di CFO.

Calcagnini era giunto in Saipem il 4 febbraio da CDP, attribuendogli il ruolo di responsabile della nuova unità di rafforzamento della pianificazione e controllo, contemporaneamente alla nomina a Direttore Generale di Alessandro Puliti che proveniva da ENI.

Saipem: potenziale cooperazione con Havfram nell'eolico

Saipem ha inoltre reso noto di aver sottoscritto un accordo non vincolante con Havfram e HVAS Invest Kappa, holding controllata da HitecVision, per una potenziale cooperazione nel settore dello sviluppo e della costruzione di parchi eolici offshore.

La collaborazione si baserà, da un lato, sul modello agile e l’esperienza consolidata di Havfram nell’installazione di impianti offshore, e dall’altro sulle capacità, competenze ed asset di Saipem per l’esecuzione di progetti eolici EPCI.

Secondo quanto si legge nella nota diffusa dal gruppo, l’iniziativa è coerente con il Piano Strategico 2022-2025 di Saipem, in quanto volta a rafforzare il suo posizionamento nell’eolico.

Il portafoglio di HitecVision include anche una partecipazione in Var Energi, pari al 24,6%, in joint-venture con ENI, e Vargronn una joint-venture sempre con ENI nell’eolico offshore.

Saipem: la view di Equita SIM e di Banca Akros

Sulla scia delle ultime notizie dal fronte societario, gli analisti di Equita SIM hanno ribadito oggi la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 4,5 euro.

Non si sbilanciano neanche i colleghi di Banca Akros che su Saipem mantengono fermo il rating "neutral", con un target price a 4,3 euro.

Commentando l'accordo siglato dal gruppo, gli analisti spiegano che il settore dell'eolico offshore è promettente e si attende che avrà una crescita significativa nei prossimi anni.

A detta di Banca Akros l'accordo in arrivo rafforzerà la posizione competitiva della società in quest'area.

Saipem: il commento di Bestinver

A parlare di una notizia positiva è anche Bestinver Securities, i cui analisti evidenziano che la collaborazione potrebbe consentire a Saipem di accelerare la crescita nel settore eolico offshore, identificando nuovi e più redditizi modi di esecuzione, evitando al contempo rischi eccessivi.

Bestinver ribadisce che il mercato attende l'avvio dell'aumento di capitale da 2 miliardi di euro che dovrebbe avvenire probabilmente alla fine di giugno.

In attesa di novità gli analisti di Bestinver mantengono rating e target in revisione su Saipem.