Anche la seduta odierna non sta riservando nulla di buono per Saipem che, dopo aver ceduto oltre due punti percentuali ieri, continua a perdere terreno oggi.

Saipem tra i peggiori del Ftse Mib. Pesa anche il calo del petrolio

Il titolo negli ultimi minuti si presenta a 2,175 euro, con un calo dell'1,67%  e oltre 5 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 10,8 milioni.

Saipem accusa la peggiore performance nel settore oil e nell'intero paniere delle blue chips, complice la flessione del petrolio che torna indietro dopo il rialzo della vigilia.

Archiviata la sessione di ieri con un rialzo di oltre un punto percentuale, l'oro nero oggi ha innestato la retromarcia, scendendo dll'1,42% a 83,45 dollari al barile.

Saipem: domani i conti del 3° trimestre. Le stime del consenso

Saipem intanto resta sotto i riflettori in vista dell'appuntamento di domani, quando saranno presentati i conti del terzo trimestre e il nuovo piano strategico 2025.

Il consensus elaborato da Bloomberg prevede ancora un trimestre in perdita, con un dato negativo per 96 milioni di euro, rispetto al rosso di 78 milioni di euro dello stesso periodo del 2020, ma in netta riduzione rispetto ai 551 milioni del secondo trimestre di quest'anno.

I ricavi sono attesi in rialzo del 17% a circa 2 miliardi di euro, mentre l'Ebitda adjusted dovrebbe riportare un calo del 36,1% a 87 milioni di euro.

Per l'indebitamento finanziario il consenso Bloomberg prevede un aumento a 1,64 miliardi di euro rispetto agli 1,4 miliardi riportati al 30 giugno 2021.

Saipem sotto la lente di Equita SIM e di Intesa Sanpaolo

Equita SIM evidenzia che con riferimento ai primi 9 mesi dell'anno, il fatturato è atteso a 5,195 miliardi di euro, a fronte di un Ebitda negativo per 306 milioni di euro.

In attesa dei dati in arrivo domani, la SIM milanese mantiene una view cauta su Saipem, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 1,9 euro.

Non diverso il giudizio espresso da Intesa Sanpaolo che sul titolo ha lo stesso rating "hold", con un target price alzato da 1,87 a 2 euro.
Gli analisti si attendono un miglioramento dei risultati di Saipem nel corso dell'anno.

Saipem: trimestrale e piano saranno punto di svolta?

L'attenzone è rivolta anche al nuovo piano industriale che insieme alla trimestrale potrebbero essere un punto di svolta per Saipem.

Questo è quanto viene riportato da Milano Finanza, che riporta qualche indicazione anche sul piano strategico.
Secondo quanto previsto dal mercato, dovrebbe essere articolato lungo quattro filoni principali: business infrastrutturale, transizione energetica e sostenibilità, gas, riduzione dei costi e razionalizzazione delle attività.