Telecom: rally continua. Cosa deciderà Cda su offerta KKR?

Telecom Italia spicca un altro volo oggi dopo quello della vigilia, snobbando il downgrade della vigilia. Focus sul Board di domenica: quali sorprese?

Image

Un'altra seduta tutta in salita per Telecom Italia che, dopo aver chiuso la giornata di ieri con un rally di quasi sei punti percentuali, si regala il bis oggi.

Telecom Italia estende il rally di ieri

Il titolo negli ultimi minuti si presenta a 0,2625 euro, con un rialzo del 5,08% e volumi di scambio elevati, visto che fino a ora sono transitate sul mercato oltre 230 milioni di azioni trattate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 130 milioni.

Telecom Italia: Moody's taglia il rating. L'outlook è negativo

Telecom Italia approfitta dell'ottima intonazione del Ftse Mib per mettere a segno un nuovo rally, snobbando il downgrade di Moody's.

Gli analisti di quest'ultima hanno deciso di rivedere al ribasso il rating di lungo termine dell'ex monopolista italiano da "Ba2" a "Ba3", confermando l'outlook negativo.

Il taglio è avvenuto in seguito alla diffusione dei risultati del 2021 e come spiegato da Moody's in una nota, il downgrade riflette le metriche creditizie della società, molto più deboli del previsto per l'esposizione alle condizioni altamente competitive del mercato italiano e per l'impatto negativo dalla content strategy di Telecom Italia.

Sebbene la sospensione dei dividendi consentirà alcuni risparmi in contanti, secondo Moody's il miglioramento delle metriche creditizie dipenderà dalla capacità dell'azienda di ripristinare la crescita degli utili nel 2023.

Telecom Italia: Cda convocato per domenica per rispondere a KKR

Intanto a mantenere alta l'attenzione su Telecom Italia sono le ultime indiscrezioni che continuano a tenere banco.  Gli articoli di stampa confermano la convocazione di un CdA per domenica 13 marzo, per decidere in merito alla risposta da dare a KKR.

Non sarebbe invece prevista una nuova riunione del comitato ad hoc prima del board di domenica.

Il Sole 24 Ore conferma le indiscrezioni riportate ieri dal Messaggero di un board molto diviso e di un esito per nulla scontato, con 8 consiglieri su 15 che sarebbero contro l’ipotesi di rigettare la richiesta di KKR.

Sul piano stand-alone, la società prosegue nella definizione delle opportunità strategiche e nelle discussioni con CDP e Open Fiber, e secondo il Sole 24 Ore non vi sono ostacoli legali a intavolare negoziati fin da ora, anche in concomitanza con le gare del PNRR, purché non si arrivi ad accordi vincolanti.

Telecom Italia: focus su ultime news dalla Spagna

Sempre sulle prospettive stand-alone, ieri l’annuncio della joint-venture tra Masmovil e Orange in Spagna offre un altro spunto interessante per il settore e per il gruppo.

Questo in quanto evidenzia la maggiore confidenza degli operatori nel presentare operazioni di consolidamento del mercato, che dovranno essere vagliate dalle autorità europee, e per le valutazioni espresse nella combinazione, pari a 7,5 volte il rapporto enteprise value/EBITDA after lease 2022, anche se in questo caso si tratta per larga parte di valutazioni relative perchè il deal è per buona parte carta contro carta.

In attesa di novità, gli analisti di Equita SIM non cambiano idea su Telecom Italia, con una raccomandazione" hold" e un target price a 0,4 euro.