Telecom crolla ancora. Arrivano cattive news e scattano i sell

Telecom Italia piomba su nuovi minimi storici dopo le notizie fornite ieri dalla società: a pesare anche gli ultimi rumor, ma c'è anche una nota positiva.

Image

Un'altra brutta giornata per Telecom Italia che continua a perdere inesorabilmente terreno. Il titolo, dopo aver ceduto tre punti percentuali ieri, arretra per la quinta seduta consecutiva oggi, mostrando un copione simile e scivolando in fondo al paniere delle blue chip.

Telecom Italia aggiorna i minimi storici

Negli ultimi minuti Telecom Italia si presenta a 0,1754 euro, con un affondo del 3,36% alimentato da volumi di scambio vivaci, visto che fino a ora sono già transitate sul mercato oltre 106 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 128 milioni.

Nel corso della mattinata le azioni dell'ex monopolista italiano hanno toccato un bottom a a 0,1743 euro, segnando un nuovo minimo storico e aggiornando il precedente del 19 settembre scorso.

Telecom: CDP Equity, Macquarie e OF chiedono più tempo per MoU

Telecom Italia finisce sotto scacco dopo le precisazioni fornite ieri in una nota, in seguito a una sua richiesta di aggiornamento sullo stato di attuazione del Memorandum of Understanding relativo al progetto di integrazione tra le reti di TIM e Open Fiber, sottoscritto a maggio scorso.

CDP Equity, Macquarie e Open Fiber hanno comunicato che il processo di valutazione attualmente in corso, data l’ampiezza della transazione e il tempo necessario ad analizzare tutta l’informazione ricevuta da TIM, richiede un’estensione della timeline indicativa originariamente discussa, e si sono detti pronti a ridiscuterla.

KKR dal canto suo confermato di voler restare allineata con Telecom Italia nella discussione sul Memorandum of Understanding. 

Nel corso di questa settimana è previsto un incontro tra le parti, secondo quanto indicato dalla stessa Telecom Italia nella nota di ieri.

Telecom: slittano i tempi per la rete unica

Secondo diverse indicazioni di stampa, la scadenza già prevista per il 31 ottobre, relativa alla presentazione di un'offerta vincolante, potrebbe slittare a fine dicembre, ma Repubblica si spinge a ipotizzare che si possa arrivare anche all'inizio del prossimo anno.

Intanto, arrivano indiscrezioni anche su altri fronti, visto che il Sol4 24 ore segnala che Telecom Italia dovrebbe avviare a breve il beauty contest per la cessione di una quota di minoranza in EnterpriseCo.

Telecom Italia: rumor su cessione EnterpriseCo

Sempre dalla stampa si apprende che l'ex monopolista italiano ha costituito lo "Steering Committee Tim Delayering", presieduto dal CEO Labriola.

L'obiettivo è di garantire il coordinamento delle iniziative relative al progetto, di separazione delle attività legate all'infrastruttura fissa, che potranno confluire in NetCo, da quelle dei servizi, in Tim Consumer e Tim Enterprise.

Telecom Italia: il commento di Banca Akros

Per gli analisti di Banca Akros, la notizia relativa allo slittamento dei tempi sulla rete unica è certamente negativa, ma non è del tutto una sorpresa.

Gli esperti spiegano che il ritardo è formalmente una grande delusione, ma non così inaspettato, vista la distanza nelle valutazioni e la mancanza di un governo, che deve ancora essere formato.

Positiva invece la notizia riguardante l'avvio della gara per la cessione del 40% di TIM Enterprise, visto che ciò fa sperare in un processo di vendita un po' più semplice.