Anche per il mese di febbraio 2022 i pensionati hanno la possibilità di consultare il cedolino della pensione, direttamente sul sito INPS, per avere maggiori informazioni sui pagamenti del trattamento pensionistico ed eventuali variazioni di importo, con annesse motivazioni. 

Il cedolino è, infatti, uno strumento fondamentale per verificare importi e cambiamenti sul pagamento della pensione, mese per mese, in modo da dare un’idea complessiva delle eventuali differenze durante l’intero anno, nonché ricevere comunicazioni INPS tempestivamente. 

Mentre continuano i ritiri presso le Poste, ancora una volta organizzati in scaglioni secondo l’ultima ordinanza della Presidenza del Consiglio dei ministri (datata 21 gennaio), INPS pubblica come di consueto il comunicato che riporta tutte le principali informazioni, visibili sul cedolino della pensione, per il mese di febbraio 2022. 

Vediamo, allora, come avvengono i pagamenti della pensione questo mese e come visualizzare correttamente il cedolino della pensione, anche senza necessità di spostamenti verso CAF o patronati, ma semplicemente accedendo al sito dell’Istituto e consultando il cedolino online. 

Cedolino pensione INPS: quando avvengono i pagamenti delle pensioni a febbraio 2022

I pagamenti della pensione di febbraio 2022 sono visibili sul cedolino online. 

Anche per questo secondo mese dell’anno, a causa della proroga dello stato di emergenza, coloro che sono abituati a ritirare il trattamento pensionistico alle Poste stanno già provvedendo al ritiro in questi giorni. 

È, infatti, con l’ultima ordinanza che è stato confermato il pagamento anticipato per queste categorie. I titolari di trattamento pensionistico vengono, come ormai di consueto, scaglionati in base alla prima lettera del cognome su diversi giorni della settimana. Nel caso del mese di febbraio, infatti, i pagamenti delle pensioni avvengono in quest’ordine: 

i pagamenti sono iniziati ieri, 26 gennaio, con il ritiro da parte dei titolari di trattamento pensionistico con cognome che inizia con lettere A e B; oggi, 27 gennaio, è stata la volta dei cognomi dalla C alla D; il 28 potranno recarsi in Posta coloro che hanno il cognome che inizia per le lettere dalla E alla K; il 29 gennaio, in mattinata, tocca alle lettere dalla L alla O; il 31 gennaio, le lettere dalla P alla R; infine, martedì primo febbraio, chiudono la coda le lettere dalla S alla Z.

È lo stesso Istituto a dare comunicazione delle date del ritiro in Posta, proprio nello stesso comunicato in cui vengono fornite le informazioni relative al cedolino della pensione online. 

Cedolino pensione febbraio 2022: cos'è e principali funzionalità

Il cedolino della pensione è un servizio che INPS mette a disposizione di tutti i pensionati per permettere loro di ottenere informazioni, anche anticipate, sugli importi e tutti gli altri dati annessi al trattamento pensionistico. 

Questo offre anche ai pensionati di avere un’idea delle spese e delle uscite, di mese in mese, ed essere sempre al corrente di eventuali variazioni sul valore della propria pensione, conoscendo anche le ragioni alla base di tali cambiamenti. 

Inoltre, il pensionato non ha solo la possibilità di consultare le informazioni relative all’ultima pensione, ma anche di effettuare un controllo tra il nuovo e i precedenti cedolini, visualizzare l’elenco dei prospetti di liquidazione (i modelli TE08), modificare i propri dati personali, recuperare e stampare la Certificazione Unica

Visualizzare e consultare il cedolino è utile anche per conoscere le date relative all’accredito della pensione (funzione fondamentale, specialmente in periodo di pandemia) e ottenere qualsiasi tipo di comunicazione da parte dell’Istituto, incluse le informazioni sulle trattenute, i conguagli e i rimborsi. 

Come si accede al cedolino della pensione INPS: tre diversi modi

Se è vero che il cedolino della pensione rientra tra i servizi online dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, lo è anche che la consultazione attraverso dispositivi, come computer o mobile, non rappresenta l’unico modo per ottenere le informazioni relative al trattamento pensionistico. 

Per coloro che non hanno particolare dimestichezza con la tecnologia, c’è sempre la possibilità di consultare il cedolino: 

recandosi presso una sede territoriale INPS; chiamando il Contact Center al numero verde 803.164 da rete fissa oppure al numero a pagamento 06.164.164. 

C’è anche la possibilità di consultare il cedolino affidandosi ai patronati. In questo caso, però, è necessario uno specifico mandato e che il pensionato sia in possesso delle credenziali di autenticazione richieste per effettuare l’accesso al sito INPS. Stiamo parlando di: 

SPID, Sistema Pubblico d’Identità Digitale; CIE, Carta d’Identità Elettronica; oppure CNS, Carta Nazionale dei Servizi. 

Tali credenziali sono fondamentali anche per consultare il cedolino online da parte dello stesso titolare del trattamento pensionistico che intenda verificare le informazioni in autonomia. 

Tornando alla consultazione tramite patronato, oltre alle credenziali di accesso è anche importante che il titolare del trattamento pensionistico sia in possesso di un numero di cellulare, in quanto, al momento dell’accesso, è lì che potrà ricevere il codice OTP per autorizzare l’operazione. 

Come accedere in autonomia al cedolino pensione di febbraio 2022 direttamente sul sito INPS

Come già accennato, il pensionato ha la possibilità di accedere in totale autonomia al servizio online dell’Istituto e consultare il cedolino della pensione. 

Per farlo, bisogna essere in possesso alternativamente di SPID, CIE o CNS per accedere all’area riservata. Il primo passaggio è, dunque, collegarsi al sito INPS e digitare nella barra di ricerca in alto “Cedolino pensione”. Una volta premuto invio, comparirà il risultato “Cedolino di pensione e servizi collegati” (servizio). 

Inserendo i dati di accesso, si arriva a una schermata in cui si potrà selezionare il servizio a cui si è interessati (per esempio: visualizzare il cedolino, stampare la Certificazione Unica, consultare l’elenco dei prospetti liquidazione e così via). 

Per conoscere l’importo o eventuali variazioni dello stesso, si deve cliccare, quindi, sulla prima opzione (verifica pagamenti). In questo modo, apparirà il cedolino della pensione di febbraio 2022.

Si ricorda che, per coloro che sono impossibilitati a utilizzare i servizi online dell’INPS, è sempre possibile delegare una persona di fiducia che si occupi di effettuare le operazioni al posto del pensionato. Anche in questo caso, però, c’è bisogno che il titolare di trattamento pensionistico sia in possesso delle credenziali di accesso per il sito INPS. 

Cedolino pensione febbraio 2022: trattenute e conguagli

Per quanto riguarda il cedolino della pensione di febbraio, l’INPS ha già pubblicato la sua comunicazione (il 25 gennaio) in cui sono presenti le informazioni utili ai pensionati per la lettura del cedolino. 

In particolare, INPS informa che le trattenute di febbraio riguardano le addizionali regionali e comunali che fanno riferimento allo scorso anno, in quanto incluse nelle 11 rate che vengono effettuate nell’anno successivo (quindi il 2022) a quello alle quali fanno riferimento. 

Effettuato, poi, il ricalcolo a consuntivo delle ritenute erariali del 2021 sulla base dell’ammontare complessivo delle prestazioni. Infatti, se le trattenute sono effettuate in misura inferiore rispetto a quanto dovuto su base annuale, normalmente le differenze a debito vengono recuperate sulle pensioni di gennaio e di febbraio. 

Infine, non subiscono trattenute fiscali le prestazioni di invalidità civile, gli assegni sociali o altre pensioni che non sono soggette a tassazione per specifiche motivazioni (per esempio detassazione per residenza estera, vittime di terrorismo).