Figure di alto livello con stipendi da 98mila euro: ecco chi sono super funzionari statali

In arrivo nuovi concorsi per super funzionari statali, figure con elevate professionalità e retribuzioni. Le procedure, gli stipendi e i ministeri.

La Pubblica Amministrazione sta cambiando. È ciò che si evince dall’imminente partenza di nuovi concorsi per i cosiddetti “super funzionari statali”.

Sono i Piani integrati delle attività dei ministeri (Piao) a portare la novità: nel corso di quest’anno verranno avviati dei percorsi di reclutamento per figure professionali di alto livello da inserire nei ministeri.

Le nuove figure rappresentano una via di mezzo tra i funzionari – terza area – e i dirigenti. Ma potranno godere di una retribuzione annua lorda più alta rispetto agli altri dipendenti della PA nella stessa area, forse anche più alta rispetto a quella dei dirigenti stessi.

Ma chi sono esattamente i super funzionari statali, in quali ministeri sono previste le assunzioni e perché si parla di retribuzioni fino a quasi 100mila euro all’anno?

Chi sono i super funzionari statali in arrivo nei ministeri

Cerchiamo di capire, prima di tutto, chi sono i super funzionari statali e perché si stanno tracciando le nuove procedure per il reclutamento di queste figure professionali.

Come già accennato, i super funzionari sono delle figure intermedie tra i dipendenti statali della terza area (funzionari) e dirigenti. Si parla di dipendenti pubblici con “elevate professionalità”.

Figure di cui la Pubblica Amministrazione aveva bisogno, dal momento che ci sono alcuni progetti che richiedono maggiori competenze e specializzazioni, per esempio per portare avanti gli impegni legati al PNRR.

Eppure, la PA si trova, di fatto, a concorrere con il settore privato, il quale offre maggiori possibilità di avanzamento di carriera, nonché, talvolta, stipendi più alti – specialmente se si parla di figure altamente specializzate.

È da questa necessità che si è optato per la ricerca di super funzionari statali che potranno ottenere retribuzioni più alte rispetto ai funzionari e, in alcuni casi, persino superare lo stipendio dei dirigenti che avranno il compito di gestirli.

Leggi anche: Lavoro nel pubblico o nel privato: tutti i pro e i contro da considerare

Come si diventa super funzionari statali: le procedure di reclutamento

Sono i concorsi ad aprire le porte al lavoro nel settore pubblico. Nel caso dei super funzionari, però, una parte entrerà per concorso, mentre un’altra sarà selezionata tra gli attuali funzionari già al lavoro.

Certo è che ottenere un posto non sarà semplice. Questo, in primo luogo, perché i diversi ministeri propendono per poche assunzioni e, in secondo luogo, perché le retribuzioni attireranno una platea di candidati molto ampia.

Non solo, perché tra i requisiti dei concorsi non ci saranno solo i titoli di studio, bensì varrà l’esperienza in funzioni specialistiche.

I ministeri che si preparano ad assumere i super funzionari statali

I primi super funzionari dovrebbero arrivare nei ministeri già a partire da quest’anno. Ma quali sono i ministeri che accoglieranno queste nuove figure? Parliamo, in particolare, di:

  • Ministero dell’Economia e delle Finanze: saranno introdotti 60 super funzionari, per i quali il ministero ha stanziato 5,9 milioni di euro;

  • Ministero della Cultura: entreranno 100 super funzionari, la cui spesa sarà possibile grazie a un finanziamento ad hoc ricevuto per rafforzare la propria pianta organica;

  • Ministero delle Infrastrutture: sono attesi solo 10 super funzionari;

  • Ministero degli Esteri: recluterà 18 super funzionari nel 2024 e 17 il prossimo anno.

Per quanto riguarda gli altri ministeri, questi sono ancora impegnati a definire il numero di nuove assunzioni, nonché le retribuzioni per le nuove figure.

Super funzionari statali: ecco quanto guadagneranno

Come già accennato, la Pubblica Amministrazione ha “concepito” i super funzionari statali come un modo per attrarre figure specializzate, a fronte di retribuzioni più alte rispetto ad altri profili nella PA.

In media, i nuovi super funzionari potranno ottenere una retribuzione annua di 98mila euro, una cifra anche più alta della retribuzione che spetta ai dirigenti (si pensi, ad esempio, ai 67.500 euro dei dirigenti di seconda fascia). Gli stipendi, però, possono variare da ministero a ministero.

Quasi 100mila euro, dunque, per i super funzionari che verranno assunti nel ministero dell’Economia e, probabilmente, nel ministero della Cultura.

Più bassa, invece, la retribuzione per il ministero delle Infrastrutture, che oltre ad assumere solo 10 nuove figure, prevede per queste una cifra di 63mila euro all’anno.

Per quanto riguarda il ministero degli Esteri, invece, si parla di una retribuzione di circa 70mila euro all’anno.

Leggi anche: Concorsi pubblici marzo 2024: elenco dei bandi attivi, posizioni aperte e come candidarsi

Federica Antignano
Federica Antignano
Aspirante copywriter, classe 1993. Curiosa di SEO, trascorro la maggior parte del mio tempo a scrivere, in ogni sua declinazione. Mi sono diplomata in lingue presso il liceo statale Pasquale Villari di Napoli. Ho inizialmente lavorato in una start up, cominciando a scrivere per vendere e ora continuo ad affinare le mie capacità attraverso corsi e tanti tanti libri sulla pubblicità e sul digital marketing. Con il tempo ho scoperto anche l'interesse verso lo scrivere per informare e questo è il motivo per cui oggi sono felice di far parte del team di redattori di Trend-online.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
778FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate