Perché è crollato il ponte di Baltimora: le cause e il bilancio delle vittime

Gli ultimi aggiornamenti sull'incidente che ha distrutto un ponte a Baltimora. Ecco perché è crollato e cosa è accaduto.

Perché è crollato il ponte di Baltimora? Al momento sembra che l’unica causa sia da ricercare nello schianto tra una nave cargo e la struttura. Avviata anche un’indagine sulle condizioni del ponte al momento del crollo. Il bilancio della tragedia è ancora in corso e per ora non ci sono vittime ma solo 20 persone cadute nelle acque gelide del fiume Patapsco.

Perché è crollato il ponte a Baltimora: le cause e il bilancio delle vittime

All’1.28, a Baltimora, nel Maryland, Stati Uniti d’America, una nave cargo che batteva bandiera di Singapore e diretta in Sri Lanka, ha colpito un pilastro del ponte Francis Scott Key Bridge causando il crollo completo della struttura. La notizia è stata lanciata dal New York Times e ripresa dalla principali testate giornalistiche mondiali.

Le indagini sono ancora in corso nonostante la causa che abbia portato al cedimento strutturale sia ben nota. Non è ancora chiaro come sia possibile che il cargo non abbia evitato il ponte. Molto probabilmente la nave era fuori rotta e si è verificato un guasto a bordo. Le telecamere di sorveglianza hanno infatti ripreso una colonna di fumo che fuoriusciva dal cargo quattro minuti prima del terribile impatto.

La situazione è tragica sebbene non vi siano vittime accertate. A causa del crollo del Francis Scott Key Bridge sono finiti nel fiume Patapsco 7 veicoli insieme a 20 persone. I dispersi, attualmente, sono solo 5 delle 20 persone cadute nel fiume in quanto i soccorritori hanno tratto in salvo 2 persone che risultano essere in gravi condizioni. Nessun passeggero del mercantile coinvolto nel collasso strutturale è rimasto ferito, nonostante una ventina di persone si trovasse sul ponte della nave al momento del crollo.

Kevin Cartwright, portavoce dei vigili del fuoco, ha reso noto che sarà aperta un’inchiesta sulle condizioni della struttura:

Il ponte era in piedi da decenni e ha servito milioni di pendolari nell’area metropolitana. Saranno coinvolti ingegneri strutturisti per cercare di capire quali fossero le condizioni al momento del crollo.

Il Maryland dichiara lo stato d’emergenza

Wes Moore, governatore del Maryland, ha dichiarato lo stato d’emergenza in tutto il territorio federale a causa del crollo del Francis Scott Key Bridge. Poi ha affermato sulla piattaforma X (ex Twitter):

Stiamo lavorando con un team interistituzionale per dispiegare rapidamente le risorse federali dell’Amministrazione Biden.

Per motivi di sicurezza sono state chiuse tutte le strade della città di Baltimora, prima tra tutte la I-695 che attraversava il ponte Francis Scott Key Bridge.

Il sindaco di Baltimora ha commentato il tragico evento con queste parole:

Non avremmo mai immaginato che il ponte di Baltimora potesse crollare in quel modo. Sembrava una scena di un film d’azione.

La reazione del mondo al crollo del ponte di Baltimora

La tragedia ha suscitato reazioni in tutto il mondo. Sono stati molti i commenti relativi a questo spaventoso incidente. Tra le nostre istituzioni si è fatto avanti Antonio Tajani, ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e vicepremier, che ha dichiarato su X:

Una preghiera per le vittime del tragico incidente accaduto al ponte di Baltimora. Nella speranza che i dispersi stiano bene, esprimo a nome del Governo italiano la nostra vicinanza agli Stati Uniti.

Leggi anche: La risoluzione ONU per il cessate il fuoco a Gaza: una svolta per la pace?

Felice Emmanuele Paolo de Chiara
Felice Emmanuele Paolo de Chiara
Redattore, classe 1994. Sono nato a Napoli ma ho vissuto un po’ in Toscana dove mi sono laureato in Scienze politiche e relazioni internazionali presso l’Università degli Studi di Siena e un po’ a Milano dove mi sono specializzato in Cooperazione Internazionale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Sono appassionato di politica, attualità, sport (grande tifoso del Napoli), cinema e libri. Nel tempo libero mi dedico alla scrittura di racconti e quando ho tempo viaggio.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate