Elezioni, Silvio Berlusconi: "Insieme ad Angela Merkel tenterei una mediazione con Putin"

Elezioni 2022, Silvio Berlusconi a tutto campo a Porta a Porta. Si propone come mediatore con Putin insieme ad Angela Merkel, parla delle elezioni e dei programmi del centrodestra. Le sue parole nell'articolo.

Image

Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, ha partecipato alla trasmissione Porta a Porta di Bruno Vespa.

L'ex presidente del consiglio non era in studio ma si è collegato dalla sua villa di Arcore. Berlusconi ha trattato tanti temi della campagna elettorale, ha parlato degli alleati e degli avversari, ha parlato delle proposte di Forza Italia e del centrodestra.

E ha dato una notizia inedita: si è detto pronto ad andare a svolgere un ruolo da mediatore sulla situazione legata alla guerra in Ucraina insieme ad Angela Merkel. Ha detto che con l'ex cancelliera tedesca sarebbe pronto a tentare un'opera di convincimento presso Vladimir Putin.

Elezioni 2022, Silvio Berlusconi analizza la situazione della guerra in Ucraina: ”Con Merkel tenterei un convincimento presso Putin”

Berlusconi ha sottolineato che ”la Russia è assolutamente in grado" di resistere alle sanzioni e anche al tetto al prezzo del gas perchè "sono molto aumentate le richieste di gas, petrolio e carbone da parte di Cina e India. Non vedo nessuna perdita per loro da qui in avanti. Certo la guerra in Ucraina non è piacevole perchè l'invincibile armata russa non si è dimostrata così invincibile e le sanzioni hanno aumentato le aree di povertà".

Inoltre la situazione di contrasto con l'Ue ha portato Putin nelle braccia della Cina e sono molto dispiaciuto dopo quanto era stato fatto con quella straordinaria operazione di politica estera di Pratica di Mare quando ci fu l'incontro tra Putin, l'allora presidente degli Stati Uniti Bush e altri capi della Nato con cui avevamo messo fine a 50 anni di Guerra Fredda. Allora iniziai a pensare che potesse essere possibile un accorpamento della Federazione Russa nell'Unione Europea.

A domanda specifica di Vespa sulle sanzioni e sul loro mantenimento o meno, Berlusconi ha detto che ”oggi non posso scostarmi dalla posizione del governo, dell'Ue, degli Usa e di tutto l'Occidente ma sono molto dispiaciuto e deluso perché la Russia invece di fare quello che sognavo e di entrare nell'Ue ha rafforzato il totalitarismo comunista della Cina schierandosi con lei. Dentro di me sono molto addolorato".

A questo punto l'imbeccata di Vespa che in nome di questa antica amicizia gli ha chiesto se se la sente di fare qualche passo con Putin:

”Per arrivare – ha detto Berlusconi – alla fine della guerra serve una mediazione, serve che uno o due protagonisti della vita politica attuale vadano a fare opera di mediazione con Putin e con Zelensky per porre fine a questa guerra. C'è una persona che può operare al mio posto o con me, si tratta dell'ex cancelliera tedesca Angela Merkel. Io con lei mi sentirei in grado di provare e tentare di fare un convincimento verso Putin”.

Elezioni 2022, Silvio Berlusconi esclude ambizioni personali per la presidenza del Senato o della Repubblica

A domande specifiche se ambisce per il suo futuro alle cariche del presidente del Senato o addirittura della Presidenza della Repubblica in caso di trasformazione della nostra Repubblica in uno stato presidenziale con l'elezione diretta del capo dello stato, Berlusconi ha detto che ”non so come sia uscita questa notizia, ma non ho mai avuto l'ambizione di fare presidente del Senato. Da parte mia nessuna aspirazione”.

Sul Quirinale "non ci sto facendo nessun pensiero – ha assicurato – perché uno deve considerare l'età che ha".

Però io sono assolutamente favorevole alla possibilità di eleggere direttamente il presidente della Repubblica, un sistema che funziona bene in Francia e ancor meglio negli Stati Uniti.

Elezioni 2022: Berlusconi, i dati dei sondaggi e l'alta probabilità di successo per il centrodestra

A Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera che gli chiede degli obiettivi di Forza Italia, sulla possibilità eventualità, come forza più moderata del centrodestra che si possa staccare dagli alleati e sui rapporti con Giorgia Meloni e Matteo Salvini, Berlusconi risponde così:

Ho fondato 28 anni fa il centrodestra, ho coltivato e portato avanti questo progetto, l'ho reso capace di vincere le elezioni e andare al Governo e migliorare la vita degli italiani, credo che noi avremo la possibilità di governare al meglio per rendere questo paese migliore. Sul 20% a Forza Italia quella era una battuta per stimolare i miei azzurri a darsi massimamente da fare".

Credo che i sondaggi diano per certa la vittoria del centrodestra ma non credo siano credibili per quel che riguarda i numeri che attribuiscono ai singoli partiti. Vediamo cosa succederà davvero, sono molto preoccupato per l'astensione e penso che sia preoccupante la decisione del Partito Democratico di farci votare un giorno solo avremo un'affluenza molto bassa, ma nonostante questo il centrodestra vincerà e daremo il via a un Governo che opererà bene. 

”Conosco molto bene i miei alleati. Ho con loro un rapporto franco, un rapporto come da padre a figli, perché ho competenza, esperienza e cultura non paragonabile con nessuno dei leader in campo nella politica italiana".

Per Berlusconi sono "non corrispondenti al vero" le ipotesi che parlano della possibilità che Forza Italia si possa sfilare dal centrodestra e dare vita ad un Governo di ‘salute pubblica' dopo le elezioni: "Ci sarà un governo di centrodestra solido, capace, competente ed efficace".

Ministeri per Forza Italia? ”I ministeri -dice Berlusconi - ce li spartiremo in maniera tranquilla in base non al numero per ogni partito ma alla qualità dei ministri".

Elezioni 2022, ipotesi Giorgia Meloni prima donna italiana premier. La frase di Berlusconi

Giorgia Meloni potrebbe essere la prima donna italiana presidente del consiglio.

Bene una donna presidente del consiglio, in Italia il partito che ha puntato più sulle donne è Forza Italia, abbiamo anche portato la nostra Maria Elisabetta Alberti Casellati alla presidenza del Senato. Anche in Inghilterra con Margareth Thatcher c'è stata una lunga esperienza. C'è sempre stato un buon risultato quando le donne hanno responsabilità di governo". 

Elezioni 2022, il programma di Forza Italia: ”Flat tax al 23%”

Berlusconi ha raccontato aneddoti legati alla campagna elettorale del 1948 che aveva fatto per la Dc a 12 anni andando ad attaccare dei manifesti e ha parlato del grande successo del suo approdo sul social media Tik Tok:

Il mio video su TikTok ha battuto ogni record al mondo. Ho raggiunto 8,5 milioni di persone e intendo continuare. Non so quanti voti potranno arrivare – ha aggiunto parlando del suo approdo sulla piattaforma seguita dai giovanissimi – ma per me è stata ed è una cosa piacevole e intendo continuare.

E ha parlato di temi programmatici. Cavalli di battaglia di Forza Italia i discorsi legati ad una giustizia più giusta, ad una "spoliticizzazione della magistratura", ad una burocrazia meno opprimente per imprese e cittadini.

Sull'immigrazione occorre ”impedire l'imbarco dall'Africa. Io fatto accordi con la Libia e altri paesi. Algeria, Tunisia e Marocco non c'è altra possibilità che fare accordi per fermare l'immigrazione”.

Ha rilanciato il discorso dello stop alle multe:

Oggi - ha detto Berlusconi – le multe stradali sono un modo di fare cassa dei Comuni. Multe di 200 euro per infrazioni non così gravi a persone che prendono 1200 euro al mese non vanno bene, occorre invertire la rotta. Le famiglie hanno già una scelta difficile tra pagare le bollette o fare la spesa, se arriva poi multa elevata non ce la fanno proprio".

E ampio spazio alla Flat Tax:

Ho assoluta sicurezza - ha detto Berlusconi - dell'approvazione della flat tax al 23% da parte del nostro futuro Governo. Io propongo aliquota del 23%, Salvini propone un'aliquota del 15% e le cose non sono in contrasto perché, se le cose vanno come credo, dopo il 23 si potrà raggiungere un'aliquota del 15%. Questa Flat Tax è stata applicata da 54 paesi nel mondo, la studiammo a fondo nel 1994. Con Flat Tax al 23% sparisce l'elusione e l'evasione fiscale”.