Vladimir Putin, quante volte può essere rieletto? 5 mandati e 24 anni a capo della Russia

Vladimir Putin è in carica fino al 2030: le elezioni del 17 marzo 2024 confermano il suo quinto mandato, ma quante volte può essere rieletto?

Vladimir Putin comincia il quinto mandato alla guida della Russia con la vittoria alle elezioni del 17 marzo 2024. Nulla hanno potuto fare gli altri candidati di facciata Nikolai Kharitonov del Partito comunista e Leonid Slutsky del Partito liberal democratico, che non hanno superato il 4% dei voti. Nonostante le proteste alla vigilia delle elezioni, l’ex funzionario del KGB russo si è riconfermato leader indiscusso della Federazione Russa. Da quanto è in carica il presidente Putin e quante volte può essere rieletto? Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla vita politica di Vladimir Putin.

Le elezioni farsa in Russia

La vittoria alle elezioni del 2024 è molto discussa. Queste ultime seguono degli eventi particolarmente significativi per l’opinione popolare in Russia: dalla morte in carcere del dissidente Alexei Navalny alla successiva esclusione dalle elezioni di tutti i candidati di opposizione, da cui sono derivati una serie di atti di protesta da parte della popolazione.

Schede nulle con insulti o frasi di contestazione ed elettori che si sono presentati vestiti da Stalin o da zar. C’è chi addirittura è arrivato a versare l’inchiostro verde chiamato zelyonka all’interno delle urne o a darle fuoco. Il zelyonka è una sostanza puramente simbolica, utilizzata nelle aggressioni contro gli oppositori politici, come lo stesso Navalny.

Anche la protesta organizzata a mezzogiorno dai sostenitori di Navalny non è andata a buon fine. La popolazione si sarebbe dovuta riunire davanti alle urne alle ore 12, per contarsi, dimostrando il sabotaggio delle elezioni stesse. Le autorità hanno però vietato gli assembramenti durante le elezioni e la poca variazione di affluenza a quell’ora del giorno dimostra che la politica di intimidazione portata avanti dal Cremlino ha avuto effetto.

Da quanto è al potere Vladimir Putin

Vladimir Putin è stato presidente russo dal 2000 al 2008 e dal 2012 al 2024. Resterà in carica fino al 2030 e potenzialmente potrebbe essere rieletto fino al 2036.

Putin non è sempre stato in politica, ma ha ricoperto il ruolo di funzionario del KGB per 16 anni. Dimessosi nel 1991 per iniziare una carriera politica come vicesindaco della città di San Pietroburgo, si è trasferito a Mosca nel 1996 e si è unito all’amministrazione del presidente El’cin. Nel 1999 fu proprio El’cin a nominarlo Primo ministro e, dopo le dimissioni del presidente, Putin è stato eletto come suo successore.

Primo e secondo mandato

Il suo primo mandato inizia nel 2000 e si conclude nel 2004, mentre il secondo inizia nel 2004 e si conclude nel 2008. Durante questo periodo, la sua politica si è principalmente concentrata sulla ripresa dell’economia del Paese, precipitata in seguito al crollo dell’Unione Sovietica.

Impossibilitato a ricoprire un terzo mandato consecutivo, ha favorito l’elezione del suo braccio destro Dmitry Medvedev. Lo stesso lo ha poi rinominato Primo ministro nel 2008.

Terzo mandato

Putin si è ricandidato nel 2012 e ha vinto le elezioni con il 67% dei voti. Il terzo mandato si è concluso nel 2018.

Gli anni del terzo mandato sono quelli della rivoluzione in Ucraina del 2014, della rivolta di Kiev, dell’avvento di Euromaidan e della deposizione del presidente ucraino Janukovic. Nello stesso periodo Putin ha autorizzato il sostegno militare alle forze filorusse in Crimea, dichiarando successivamente l’annessione del territorio alla Russia.

Quarto mandato

Il quarto mandato inizia nel 2018 e si conclude nel 2024, rieletto con il 76,6% dei voti.

Il 24 febbraio 2022 Putin annuncia l’inizio di un’operazione speciale nel Donbass, dando inizio all’invasione e alla guerra russo – ucraina. Nonostante la denuncia a livello internazionale delle azioni commesse da Putin, il 17 marzo 2024 Vladimir viene rieletto presidente della federazione russa con l’87, 29% dei voti.

Nel 2024 inizia quindi il quinto mandato del presidente, che lo vedrà come protagonista indiscusso dello Stato russo fino al 2030.

Quante volte può essere rieletto Vladimir Putin?

Secondo la costituzione russa, Putin potrebbe restare in carica fino al 2036. Il motivo è da riscontrare in una serie di piccole riforme ed accorgimenti che lo stesso ha apportato nella costituzione nel corso dei suoi anni di mandato.

Nel 2008, esauriti i due mandati da Presidente previsti dalla Costituzione, viene eletto al suo posto Dmitrij Medvedev. Successivamente il nuovo Governo approva ed emana una nuova legge: i due mandati limite del presidente in carica devono considerarsi come consecutivi e il mandato del Presidente è esteso da quattro a sei anni. Ecco come Putin torna nuovamente al potere nel 2012 dopo la fine del mandato di Medvedev.

Con una vera e propria legge ad personam, per essere rieletto nuovamente anche nel 2024, viene presentata una disposizione della Costituzione nel 2020, che consente agli ex presidenti in vita di vedere azzerati i loro mandati. Questo gli consente di candidarsi alle elezioni anche nel 2030.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate