Canone Rai Speciale, spunta la proroga: adesso c’è più tempo per il pagamento del canone RAI dovuto per il possesso dell’apparecchio radiotelevisivo nei locali dove è esercitata l’attività d’impresa o lavoro autonomo.

Secondo quanto disposto dall’art.62 del Decreto-legge 17 marzo 2020, n.18 (decreto Cura Italia), il termine per il pagamento della seconda rata trimestrale del canone RAI speciale è prorogato dal 30 aprile al 30 giugno 2020.

Canone RAI Speciale: spunta la proroga al 30 giugno 2020

L’art. 62 del Decreto-legge 17 marzo 2020, n.18 (decreto Cura Italia) stabilisce espressamente che per i soggetti che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato italiano - nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020 - sono sospesi gli adempimenti tributari diversi dai versamenti e diversi dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale in scadenza.

Entro il 30 giugno potranno effettuarsi i versamenti senza applicazione di alcuna sanzione.

Si tratta di una misura di aiuto e di sostegno economico alle imprese in considerazione del diffondersi dell’epidemia Covid-19.

La proroga del Canone RAI Speciale interessa la platea di contribuenti fiscali che detengono uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o fuori dell’ambito familiare.

Canone Rai Speciale 2020: chi deve pagare?

Il Canone Rai speciale è la tassa che le aziende iscritte presso le Camere di Commercio sono obbligate a pagare a titolo di abbonamento televisivo.

Il Canone Rai Speciale, nonostante la proroga per emergenza Covid-19, deve essere corrisposto soltanto qualora nei locali dell’attività siano presenti apparecchi televisivi idonei a ricevere le trasmissioni televisive.

Si pensi agli alberghi, ristoranti, bar e agli uffici che usano la televisione a fini lavorativi.

Questa platea di contribuenti è interessata dall’obbligo di versamento del canone speciale alla Rai.

Le suddette imprese lo devono pagare per ciascuna delle sedi possedute dato che la stipula dell’abbonamento tv ha validità limitata all’indirizzo presso cui è stato sottoscritto.

Canone RAI Speciale: si paga sui pc?

Oltre ai dispositivi televisivi, il canone RAI speciale si paga anche sui computer, ma soltanto nel caso in cui siano adattabili alla ricezione di programmi radiotelevisivi.

Sono esclusi tutti i computer collegati in rete consentono l’ascolto o la visione di programmi su internet.

Canone RAI Speciale, la disdetta

È possibile disdettare l’abbonamento Canone RAI Speciale nel caso in cui i titolari non detengano più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive fuori dall'ambito familiare.

La disdetta dell’abbonamento Canone RAI Speciale deve essere inviata alla sede regionale RAI competente per territorio, mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

A decorrere dal primo gennaio 2016 non è più non è più esercitabile la facoltà di presentare la disdetta per suggellamento.

Per maggiori informazioni http://www.canone.rai.it/speciali/Disdetta.aspx.