Elettrodomestici, quanto consumano all’ora: dal forno al frigo, fino a quelli in standby

Quanto consumano all’ora gli elettrodomestici di casa? Abbiamo voluto esaminarli uno a uno per avere una panoramica: e il risultato è sorprendente.

Si chiamano carichi fantasma e sono quei dispositivi perennemente accesi e di cui ci dimentichiamo. Ma che intanto consumano energia elettrica.

E poi ci sono i grandi di uso comune. Ma quanto consumano all’ora gli elettrodomestici di casa?

Abbiamo voluto esaminarli uno a uno per avere una panoramica (alquanto sorprendente) die costi che fanno parte delle nostre bollette della luce.

Quanto consuma un elettrodomestico in un’ora

Già prendendo in esame gli elettrodomestici più comuni, le sorprese non mancano. Alcuni sembrano innocui e invece sono dei veri e propri energivori mentre gli altri, tra cui alcuni White Goods i cosiddetti elettrodomestici “grandi bianchi”, in proporzione al loro utilizzano ci costano relativamente poco.

Appartengono al gruppo dei White Goods, lavatrice e asciugatrice, lavastoviglie, frigorifero e congelatore ma anche i forni a microonde.

Ingombranti quanto indispensabili, sono parte integrante delle nostre cucine e abitazioni in genere nonché utilizzati quotidianamente.

La tecnologia però oggigiorno garantisce prodotti di alta qualità e dal basso consumo, a patto ovviamente di scegliere dispositivi di classe energetica superiore.

A questi, va ad aggiungersi poi tutta una serie di dispositivi comunque alimentati sempre con la corrente elettrica e di cui a volte ci dimentichiamo ma che in molte case sono di utilizzo frequente:

  • televisore lasciato acceso di continuo

  • modem

  • computer

  • climatizzatori

  • asciugacapelli

  • piano a induzione

  • fornetto elettrico

  • friggitrice ad aria

  • bollitore

  • tostapane

  • piastra per capelli

  • ferro da stiro.

Senza contare che, oltre ad elettrodomestici e dispositivi elettrici, c’è anche l’illuminazione che in casa gioca un ruolo fondamentale, pesando non poco in bolletta.

Quanto consuma una lavatrice in 1 ora

Partiamo subito con qualche esempio pratico, così da procedere con ulteriori considerazioni, nella parte conclusiva dell’articolo.

Per quanto riguarda la lavatrice ad esempio, considerando il prezzo dell’energia a circa 0,25 € al Kwh, un ciclo completo, in cui è inclusa nel calcolo anche l’asciugatore, costa 1,27 €.

Scopri quanto si risparmia facendo la Quanto costa 1 ora di lavastoviglie

Ancora più sorprendente il costo della lavastoviglie, che in molti credono erroneamente che sia elevato e per questo rinunciano al suo acquisto, continuando a lavare i piatti a mano.

Ebbene, un ciclo AUTO (vale a dire che si adegua automaticamente al livello di sporco delle stoviglie) costa soltanto 0,25 centesimi. Con il lavaggio ECO si risparmia ulteriormente anche l’acqua, adattandosi prevalentemente a un carico di livello medio di sporcizia. Scopri qual è il Quali sono i 3 elettrodomestici che consumano di più

Come già accennato, non sono questi grandi elettrodomestici a risultare i più dispendiosi. Infatti, tra quelli che consumano di più troviamo apparecchiature che magari non utilizziamo ogni giorno ma che da soli sono in grado di pesare non poco sulle utenze da pagare.

In primis, elettrodomestici come il boiler dell’acqua calda ad esempio che, per una doccia di pochi minuti, fa spendere 50 centesimi. Oppure il condizionatore dell’aria per i raffrescamento quando fa troppo caldo.

Seguono il forno elettrico, quello a microonde, l’asciugacapelli e la piastra a induzione.

Insomma, le spese maggiori, per quanto riguarda i consumi di energia elettrica, si registrano per quei grandi, piccoli elettrodomestici che utilizziamo per il riscaldamento (anche dell’acqua) e per la cottura dei cibi.

Elettrodomestici che consumano anche da spenti

Si tratta dei cosiddetti carichi fantasma ovvero quei dispositivi che anche quando non si utilizzano (e sono spenti quindi) assorbono energia elettrica. In pratica, il riferimento è a tutte le apparecchiature in stand by, quelle per cui resta la spia rossa accesa (o blu).

Un grande classico è la tv ma l’elenco è nutrito:

Appare evidente come non sia possibile accendere e spegnere di continuo un device come il modem ad esempio ma certamente, se prendiamo il caffè al mattino, possiamo poi scollegare la macchina dalla corrente elettrica, per riutilizzarla solo l’indomani mattina.

Natalia Piemontese
Natalia Piemontese
Consulente lavoro online e professioni digitali, classe 1977. Sono Natalia, Piemontese di cognome, pugliese di nascita e calabrese d'adozione. Laureata in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Bari, ho conseguito un Master in Selezione e Gestione delle risorse umane. Mamma bis, scrivo sul web dal 2008. Sono specializzata in tematiche del lavoro, business nel digitale e finanza personale. Responsabile del blog #mammachebrand, ho scritto un e-book "Mamme Online, come gestire casa, lavoro e figli".
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
773FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate