Un nuovo bonus da 225 euro è stato confermato e si può già richiedere. Non è prevista la presentazione dell’ISEE: ecco chi potrà averlo anche con reddito elevato.

Durante l’anno corrente, molte sono state le misure a sostegno del reddito varate per garantire il benessere psichico e mentale degli italiani.

Complice anche la pandemia, in effetti, le problematiche psicologiche sembrano essere aumentate, soprattutto tra i più giovani. Un esempio calzante è rappresentato dal bonus psicologo da 600 euro, concesso a livello statale.

La misura ha registrato un boom di richieste quasi inimmaginabile.

E, oltre agli aiuti statali, ci sono anche dei contributi simili, che vengono concessi a livello locale.

Il nuovo bonus da 225 euro si colloca proprio nell’ambito delle misure volte a sostenere la salute mentale degli italiani: analizziamola insieme.

In cosa consiste il bonus da 225 euro

L’agevolazione in questione è dunque un vero e proprio bonus psicologo, concesso dalla Regione Friuli Venezia Giulia.

È stato introdotto questo contributo a livello regionale per sostenere soprattutto le fasce di popolazione più giovani, che sono quelle che hanno sofferto maggiormente delle chiusure forzate durante la pandemia.

Il contributo, che si configura in forma di bonus da 225 euro, consente di fruire di sedute presso uno psicologo regolarmente iscritto al relativo Ordine.

Le famiglie richiedenti potranno accedere, in particolare, ad un contributo da 225 euro che consentirà di saldare un massimo di cinque sedute di terapia.

Le varie sedute, quindi, devono avere un importo non superiore a 50 euro totali ciascuna. È però previsto che, per accedere al beneficio, l’interessato saldi la cifra simbolica di 25 euro allo psicologo (o psicoterapeuta).

L’agevolazione è infatti volta a concedere il 90% del costo previsto per le cinque sedute previste. Ogni seduta verrà saldata in questo modo: 

  • 45 euro saranno a carico della Regione Friuli Venezia Giulia; 
  • 5 euro a seduta dovranno essere invece saldati a spese della famiglia richiedente.

Il bonus da 225 euro può essere richiesto una sola volta da ciascun beneficiario.

E, proprio a proposito dei beneficiari, abbiamo già detto che l’agevolazione è stata pensata per promuovere il benessere psichico dei più giovani.

Per tale ragione, i beneficiari ammessi saranno, secondo bando, gli studenti regolarmente iscritti ad una delle scuole secondarie in Regione, sia di primo che di secondo grado.

Confermato nuovo bonus da 225€: si può avere anche con reddito alto, bastano due requisiti

Il bonus da 225 euro concesso dalla Regione Friuli Venezia Giulia può essere richiesto anche dalle famiglie con reddito elevato.

Infatti, tra i requisiti richiesti non figura la presentazione del modello ISEE familiare del richiedente. La misura è totalmente slegata dal reddito familiare del giovane interessato.

Andranno però rispettati due requisiti per poter accedere al contributo per le spese psicologiche.

Il primo, in effetti, lo abbiamo già accennato: si tratta della regolare iscrizione ad una scuola secondaria. Avranno accesso sia gli studenti delle scuole medie, sia quelli iscritti ad un istituto superiore o liceo.

Valgono, per l’accesso al bonus da 225 euro, tanto le scuole pubbliche quanto quelle private.

Il secondo requisito per accedere al contributo riguarda invece la residenza del nucleo familiare richiedente. Possono infatti accedere i giovani residenti entro i confini territoriali della Regione Friuli Venezia Giulia.

Leggi anche: Per mantenere la tua casa al sicuro sfrutta subito questo bonus e pagherai il 50% in meno.

Come si richiede

Per presentare la richiesta ed ottenere il bonus da 225 euro, gli interessati dovranno presentare domanda sulla piattaforma ufficiale ARDIS (l’Agenzia Regionale per il diritto allo studio).

In caso di studenti maggiorenni, la richiesta potrà essere presentata dal giovane stesso, in completa autonomia. Invece, per i giovani minorenni, la richiesta andrà presentata dalla famiglia.

Per poter accedere alla domanda, ci si dovrà preventivamente autenticare a mezzo di Carta d’Identità Elettronica, SPID o Carta Regionale dei Servizi.

Una volta compilati i dati, bisogna convalidare e tramettere la domanda tramite l’apposito bottone presente sul form. Se la procedura andrà a buon fine, il richiedente riceverà un messaggio di conferma all’indirizzo email indicato in sede di domanda.

La procedura è già attiva: l’accoglimento delle domande è stato aperto dalla regione lo scorso 5 luglio. La raccolta delle istanze si concluderà il prossimo 30 novembre, alle ore 16.

Ricordiamo però agli interessati che hanno frequentato l’ultimo anno di scuola durante lo scorso anno scolastico 2021/2022 che, in questo caso, c’è tempo solo fino al 31 agosto per richiedere il bonus da 225 euro.

In caso di accoglimento dell’istanza, il giovane studente verrà convocato presso uno degli sportelli ARDIS per un colloquio preliminare. A seguito del colloquio, il giovane potrà scegliere in autonomia il professionista terapeuta presso il quale espletare le sedute psicologiche agevolate.

Leggi anche: Ecco chi potrà richiedere il nuovo bonus da 630€ con domande solo fino al 31 agosto.