Restano poche ore per richiedere un bonus da 700€ per le spese energetiche, ecco come

Esiste un bonus da 700 euro per sostenere le spese di energia e riscaldamento, ma scade tra poche ore: ecco come richiederlo subito: in questo articolo analizzeremo tutti i requisiti, oltre che le modalità di accesso, al contributo (la cui scadenza è imminente).

Image

Esiste un bonus da 700 euro per sostenere le spese di energia e riscaldamento, ma scade tra poche ore: ecco come richiederlo subito a questo specifico Comune.

Sono attualmente attive moltissime iniziative locali che, affiancandosi alle agevolazioni statali, consentono alle famiglie italiane di ottenere degli aiuti economici per fronteggiare il caro vita.

È ormai prassi che le amministrazioni comunali concedano alle famiglie residenti delle agevolazioni, soprattutto nel caso in cui le famiglie in questione versino in condizioni di particolare e comprovato disagio economico.

Il bonus da 700 euro in questione si pone proprio in quest’ottica: viene concesso ai nuclei familiari a basso reddito che hanno difficoltà a sostenere le spese energetiche.

Attenzione, però: la scadenza del bonus è imminente. Restano solo poche ore per inoltrare la propria richiesta.

Scopriamo tutti i dettagli in merito all’agevolazione, ai suoi requisiti e alle modalità di accesso in questo articolo.

Bonus da 700 euro per le spese energetiche, di cosa si tratta

Iniziamo subito col dire che il bonus da 700 euro di cui ci occuperemo fa parte dei bonus una tantum concessi alle famiglie su base locale.

È infatti attivo in uno specifico Comune, quello di San Mauro Torinese, e intende garantire alle famiglie più bisognose un contributo fino a 700 euro totali.

La misura è stata introdotta con un fine specifico: sostenere le famiglie meno abbienti, con reddito non elevato, che hanno dovuto farsi carico delle spese per l’energia e il riscaldamento nel periodo che va da ottobre 2021 ad aprile 2022.

Il contributo erogato non dipenderà dalle spese energetiche sostenute in tale periodo, quanto piuttosto dall’ISEE familiare presentato dalla famiglia in sede di domanda.

Nello specifico, il contributo potrà assumere i seguenti importi:

  • 600 euro con ISEE entro i 9.999 euro; 
  • 500 euro con ISEE compreso tra i 10.000 ed i 19,999 euro; 
  • 400 euro con ISEE compreso tra i 20.000 ed i 29,999 euro; 
  • 300 euro se l’ISEE è compreso tra i 30.000 ed i 35.000 euro.

Inoltre, se il nucleo familiare presenta, al suo interno, un componente con età superiore ai 70 anni, un soggetto con invalidità superiore al 74% o un minore, l’importo erogato verrà incrementato di 100 euro: si arriverà così al bonus da 700 euro massimi.

Requisiti di accesso al contributo comunale

Ovviamente, non tutti i nuclei familiari avranno diritto ad accedere al bonus da 700 euro massimi di cui ci stiamo occupando.

Bisognerà rispettare, al momento della domanda, tutta una serie di requisiti necessari.

Innanzitutto, si richiede la residenza nel Comune di San Mauro Torinese: tale residenza deve già essere posseduta alla data di indizione del bando.

Un secondo requisito lo abbiamo accennato indirettamente, parlando degli importi esatti del bonus. Possono infatti accedere solamente le famiglie con ISEE non superiore i 35.000 euro annui.

Inoltre, è necessario risultare regolarmente intestatari di utenze relative al riscaldamento domestico nel periodo stabilito dal bando, ossia ottobre 2021-aprile 2022.

Ovviamente, saranno ammesse soltanto le spese energetiche relative al riscaldamento dell’abitazione principale della famiglia.

Il richiedente, infine, dovrà possedere regolare residenza in immobile, catastato in una delle seguenti categorie: A2, A3, A5, A5 o A6.

Esclusi, dunque, gli immobili signorili (categoria A1), villette e ville (categorie A7 e A8).

Restano poche ore per richiedere un bonus da 700€ per le spese energetiche, ecco come 

Nel caso in cui tutti i requisiti richiesti vengano rispettati, il bonus da 700 euro del Comune di San Mauro Torinese va richiesto immediatamente.

Il bando ha fissato, come termine ultimo di presentazione delle domande, la data del 26 settembre 2022. Se la misura non dovesse essere prorogata, dunque, restano solo pochissime ore per inoltrare la documentazione richiesta.

L’interessato dovrà presentare, oltre che una copia del documento di identità e il proprio documento ISEE, anche tutte le ricevute (bollette incluse) relative alle spese energetiche per il riscaldamento, sostenute nel periodo che va da ottobre 2021 ad aprile 2022.

Il richiedente dovrà anche aver cura di inserire il proprio IBAN, dove riceverà l’accredito dell’importo spettante.

Andrà infine compilato ed allegato uno specifico modulo, che si può scaricare tramite il sito ufficiale del Comune di San Mauro Torinese.

La documentazione richiesta va inviata tassativamente tramite email al seguente indirizzo: ufficio.protocollo@comune.sanmaurotorinese.to.it. Perché la domanda venga accolta, è fondamentale inserire, come oggetto dell’email, la dicitura “Contributo riscaldamento 2022”.

Una volta conclusi i termini di presentazione delle domande, l’amministrazione erogherà il bonus agli aventi diritto entro 90 giorni.

Prima di concludere, ricordiamo ai lettori che quello del Comune di San Mauro non è l’unico bonus attualmente attivo a livello locale per aiutare le famiglie alle prese col caro vita. Si consiglia dunque di verificare costantemente le iniziative attive nel proprio Comune di residenza per conoscere tutte le misure attualmente attive in favore delle famiglie.

Leggi anche: Come richiedere immediatamente un bonus da 450€: richieste al Comune per queste famiglie.