Il suo ponte sul fiume è una perla del Bresciano: come raggiungerlo con una passeggiata

Cosa fare e vedere a Vobarno, il suggestivo comune sul bresciano che offre un trekking magico nella natura

Ecco cosa vedere a Vobarno, una perla del Bresciano

Se siete alla ricerca di una gita fuoriporta nella provincia di Brescia, un'opzione suggestiva è il trekking che parte da Salò e conduce al bellissimo ponte veneziano di Vobarno. Questo itinerario offre un'esperienza immersiva attraverso un paesaggio variegato, che abbraccia montagne, laghi, colline e borghi meno noti.

La Lombardia, con le sue diverse opportunità escursionistiche, si rivela un vero paradiso per gli amanti del trekking, permettendo di esplorare sentieri tra boschi, pascoli e di godere di panorami mozzafiato su luoghi come il Lago di Garda e le vette circostanti.

Alla scoperta della Val Sabbia

Situata con maestosità nella suggestiva Val Sabbia, incastonata nella provincia di Brescia, questa destinazione regala un connubio perfetto di esperienze tra trekking, immersività nella natura e profonda storia. La regione si presenta come un dipinto vivente, dipinto da borghi pittoreschi, intricati sentieri panoramici e un ambiente autentico, avvolto da un'atmosfera suggestiva che racconta secoli di storie affascinanti. Uno dei gioielli storici di questa terra è la Rocca d'Anfo, un complesso militare risalente al XV secolo, creato con maestria dalla Repubblica di Venezia. Celebre per essere la più imponente fortezza napoleonica d'Italia, questa rocca si erge come un monumento tangibile della storia travagliata che ha attraversato.

Attraverso i secoli, la Val Sabbia è stata testimone di epoche e civiltà che hanno scolpito il territorio, e uno dei punti di interesse naturalistico è la Riserva Naturale Sorgente Funtanì. Situata a soli 30 minuti di cammino da Vobarno, questa oasi di biodiversità è casa del gambero fluviale, offrendo uno scenario incantevole che si estende su circa 60 ettari tra le valli di Degagna e Sabbia, là dove l'Agna abbraccia il fiume Chiese.

In questo scrigno di natura incontaminata, i visitatori possono vivere un'esperienza avvolta dalla magnificenza della Val Sabbia, esplorando tesori nascosti, antiche rovine e sentieri immersi nella biodiversità. La connessione profonda tra la storia, la natura e l'esperienza escursionistica rende questa destinazione un vero paradiso per coloro che cercano un viaggio che va oltre la semplice camminata, trasformandosi in un viaggio attraverso il tempo e la bellezza della terra di Brescia.

Itinerario e dettagli pratici

L'entusiasmante avventura escursionistica prende il via sul pittoresco lungolago di Salò, offrendo agli escursionisti un inizio suggestivo lungo le rive di uno dei luoghi preferiti dal turismo lacustre. Il percorso, lungo circa 7,58 km, svela una varietà di paesaggi che catturano l'essenza della provincia di Brescia, con un dislivello di circa 180 metri che rende l'itinerario dinamico e coinvolgente.

Gli amanti del trekking possono dedicare circa 2 ore e 10 minuti per completare l'andata, sebbene il tempo possa variare in base a eventuali soste lungo il tragitto. La valutazione della difficoltà è intermedia, garantendo una sfida gratificante per chi cerca un'esperienza che bilanci la bellezza naturalistica con una stimolante attività fisica.

Il periodo consigliato per affrontare con successo questo trekking è la primavera o l'autunno, quando le condizioni meteorologiche si mostrano più favorevoli, permettendo agli escursionisti di immergersi completamente nella bellezza della natura circostante. Con una tempistica accurata e una moderata sfida fisica, questo trekking diventa un'opzione ideale per coloro che desiderano esplorare la provincia di Brescia in modo completo e appagante.

Il fascino di Vobarno e del ponte sul fiume Chiese

Il percorso attraversa campagne e strade asfaltate, passando per luoghi suggestivi come Renzano con la sua Torre dell'orologio e la Chiesa dei Santi Nazaro e Celso. Il trekking continua attraverso strade sterrate e asfalto, portando i visitatori a Roè Volciano e alla Chiesa di San Giovanni Apostolo. Lungo il fiume Chiese, il suggestivo ponte di Vobarno si presenta come una vera gemma architettonica. Costruito all'inizio del XVII secolo durante il periodo della Serenissima, si erge sui resti di un antico ponte romano in legno. La cittadina di Vobarno, con il suo passato ricco e antico, offre un'atmosfera di turismo lento e autentico.

Il trekking da Salò a Vobarno è un'opzione ideale per coloro che desiderano esplorare le bellezze naturali e storiche della provincia di Brescia. Con la sua combinazione di paesaggi mozzafiato e luoghi ricchi di storia, questo itinerario offre un'esperienza completa per gli appassionati di escursionismo.

Leggi anche: Trekking: ecco 5 percorsi facili che puoi fare tra le montagne della Lombardia