PIL

RSS

PIL, Prodotto Interno Lordo

Il PIL è l'acronimo di Prodotto Interno Lordo, ovvero la somma dei valori di n prodotti e/o servizi (PIL = C + G + I + (X-M). La lettera C è rappresentata dai consumi finali, G è inteso per la somma della spesa dello Stato, I sta per gli investimenti privati, la lettera X indica il valore delle esportazioni, mentre M indica il valore delle importazioni.

Il PIL viene denominato in inglese Gross Domestic Product, GPD.

  • Prodotto: indica i beni e servizi che sono fonte di valore nel processo di scambio.

  • Interno: specifica che le attività economiche si svolgano nello stesso paese.

  • Lordo: si riferisce al valore della produzione che è al lordo dell'ammortamento, riferendosi esclusivamente alle transazioni legali in denaro.

Simon Kuznets, il padre del PIL

Nel 1937 l'economista americano di origini bielorusse, Simon Kuznets (1901-1985), elaborò il concetto di PIL. In seguito al periodo di crisi, dovuta alla grande depressione degli anni'30, l'economista Simon Kuznets, formulò il misuratore numerico, che era in grado di indicare lo stato di salute di un determinato tipo di economia, in maniera semplice e veloce.

La funzione del PIL

Il PIL è un misuratore basilare che viene utilizzato in macroeconomia, come indicatore per stabilire l'orientamento della politica economica. E' considerato il miglior benchmark della ricchezza materiale di un paese, determinandone la crescita reale.

Più precisamente, l'indicatore economico individua il valore complessivo di tutti i beni e servizi finali, che una determinata nazione riesce a produrre nell'arco temporale. Generalmente esso viene calcolato su base annuale o trimestrale.

Il valore positivo del PIL indica una crescita economica, mentre la contrazione economica rileva un valore negativo.

Dal conteggiato il PIL è possibile definire il reddito medio per cittadino, che sta ad indicare il benessere medio pro capite. Il calcolo si ottiene dal rapporto del valore del PIL con la somma della popolazione del paese di riferimento.

Tuttavia il PIL non tiene conto di diversi fattori , che di conseguenza non vengono calcolati come ad esempio l'economia sommersa, l'economia non di mercato, i costi ambientali, il declino sociale (crimini) ed altro.

Le metodologie per calcolare il Prodotto Interno Lordo

Esistono tre diversi criteri per computare il PIL: Metodo del Valore Aggiunto, Metodo dei Redditi e il Metodo della Spesa.

Il conteggio del PIL

Il Prodotto Interno Lordo può essere rilevato in termini reali (di un determinato anno) oppure in termini nominali (nel valore espresso nella moneta attuale dei prezzi correnti), mentre il suo valore viene generalmente formulato nella valuta nazionale. I dati del PIL vengono comunicati in termini di variazione di percentuale.

Dividendo il PIL Nominale con il PIL Reale si ottiene il deflatore del PIL. Il deflatore del Pil è un misuratore economico che è in grado di rilevare la variazione dei prezzi di tutti i beni prodotti.

Per maggiori informazioni: PIL



L'economia globale? Siamo in un delicato equilibrio

L'economia globale si trova in una fase di delicato equilibrio che rischia di crollare definitivamente in caso di un passo falso che potrebbe arrivare da qualsiasi parte.

L'economia globale? Siamo in un delicato equilibrio







L'agenda del trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Ancora andamenti contrastanti per le borse europee che ieri hanno chiuso la seduta con risultati differenti.

L'agenda del trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Moody's taglia le stime sul Pil Italia 2018-2019

Moody's ha deciso di tagliare le previsioni di crescita del pil italiano dall'1,5% all'1,2% per il 2018, e dall'1,2% all'1,1% per il 2019.

Moody's taglia le stime sul Pil Italia 2018-2019

5 mestieri e 2 milioni di posti di lavoro a rischio estinzione

Diversi mestieri subiranno l'impatto dell'IA, ma cinque in particolare sono con ogni probabilità destinati a scomparire nel giro di pochi decenni.

5 mestieri e 2 milioni di posti di lavoro a rischio estinzione

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

Dopo aver superato in tarda mattinata la soglia dei 21 mila punti, Piazza Affari ritorna al di sotto di questo livello appesantita da Atlantia.

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

Piazza Affari consolida al rialzo indossando la maglia rosa in Europa. Numeri alla mano intorno alle 16 il listino milanese vantava un +1,2% corrispondente al 22.206 punti.

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

L'agenda del trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Dopo gli spunti rialzisti di giovedì scorso, anche venerdì ha confermato il segno più per le borse europee.

L'agenda del trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

View rialzista su FCA. Previsto rialzo a fine anno

Dopo la debacle di inizio settimana il titolo Fca si presenta alla prova dei conti. Ottimismo sui numeri ma anche sulle prospettive future, come conferma anche Vincenzo Longo Market Strategist di IG.

View rialzista su FCA. Previsto rialzo a fine anno

Kudlow: Pil Usa al 4%. Intanto però torna l'incubo Brexit

Larry Kudlow, consulente economico della Casa Bianca, si è dichiarato estremamente ottimista circa l'economia statunitense.

Kudlow: Pil Usa al 4%. Intanto però torna l'incubo Brexit

L'Italia è la minaccia più grave per la stabilità dell'euro

L'economia soffre di un pericoloso mix di crescita debole, scarsa competitività, elevato debito pubblico e un settore bancario in difficoltà.

L'Italia è la minaccia più grave per la stabilità dell'euro

BofA: per l'Eurozona (e per l'euro) continuerà la debolezza

Il Vecchio Continente si potrebbe trovare presto stretto tra i dazi Usa e il focolaio rappresentato dalle future intemperanze italiane al rispetto delle regole di bilancio.

BofA: per l'Eurozona (e per l'euro) continuerà la debolezza

Fitch aggiorna il rating sull'Italia dopo le elezioni

Fitch decreta ancora rating BBB, outlook stabile, nulla di fatto rispetto ad ottobre nonostante il balzo del rapporto debito/PIL al 131,5%, ma anche nonostante la bagarre di instabilità politica.

Fitch aggiorna il rating sull'Italia dopo le elezioni
apk