Quando si vuole assicurare il proprio veicolo è buona norma fare sempre un confronto tra differenti preventivi in modo da scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze il che vuol dire, contemperare in modo adeguato il bisogno di copertura con il fattore prezzo.

Anche perché, quando si parla di prezzo di una polizza assicurativa, ovvero il premio che si viene a pagare per quel contratto, diversi sono gli elementi che entrano in gioco, elementi che si devono tutti considerare per costruire una polizza che sia in grado di fornire il giusto grado di copertura nel momento in cui si verifica un sinistro.

Questo vuol dire che normalmente al costo di un contratto base, si aggiunge il costo di tutte quelle garanzie accessorie che si decidono di affiancare al contratto base, rendendo massima la personalizzazione dello stesso.

Al fine di richiedere un preventivo, abbiamo visto che il potenziale cliente può rivolgersi direttamente alla Compagnia di assicurazione pertanto, prendere direttamente un appuntamento con l’assicuratore e parlare vis à vis degli aspetti inerenti alla questione.

Molto più frequentemente, laddove sia previsto, sempre più utenti si affidano ai servizi telefonici finendo richiedere dei preventivi, direttamente online.

Assicurazione e preventivatore online

In effetti il ricorso al preventivatore online è sicuramente la modalità più semplice ed immediata per avere un’idea del costo della copertura assicurativa che si andrà a sottoscriver sul proprio veicolo.

In questo modo, inserendo tutti i dati che sono richiesti, si possono confrontare differenti soluzioni e fare le opportune considerazioni prima di effettuare la stipula di una polizza.

In effetti, attraverso il preventivatore online, si riesce a costruire e a profilare la propria polizza in base alle proprie specifiche esigenze andando ad inserire oppure a togliere le garanzie accessorie avendo un’idea molto precisa di quale sarà il costo della propria polizza così personalizzata oltre al costo della copertura RC Auto base, obbligatoria.

Oltre a questo preventivatore, esiste sempre online, il preventivatore veloce, ossia un meccanismo dove per ottenere le informazioni desiderate, si devono inserire solo alcuni dati fondamentali che sono targa, data di nascita oppure codice fiscale del proprietario del veicolo.

I dati necessari a completare il preventivo vengono poi immediatamente forniti dalla banca dati dell’ANIA e potranno essere sempre corretti dall’utente prima di ottenere il preventivo finale laddove dovessero risultare inesatti.

Ad ogni modo bisogna dire che, qualunque sia il canale verso cui ci si indirizzi per ottenere un preventivo, comunque si devono sempre avere a disposizione dei documenti necessari dai quali vengono estratte tutte le informazioni utili a calcolare materialmente, in modo più accurato possibile, il potenziale costo della polizza.

In questo articolo vedremo tutto quello che succede quando si deve richiedere un preventivo assicurativo online.

Per un utile approfondimento consigliamo la visione del seguente video, tratto dal canale (669) Daniele Stroppiana - YouTube.

Assicurazione online e documenti necessari

Utilizzare la rete per poter stipulare un contratto assicurativo è indubbiamente vantaggioso. Questo mezzo ci consente subito di sfruttare due aspetti fondamentali del servizio online ossia, la trasparenza e la comodità.

In questo modo infatti, possiamo confrontare in un semplice click, le offerte di un numero consistente di compagnie potendo scegliere, tra i diversi contratti presenti, quello che meglio si adatta alle nostre esigenze di copertura e al tempo stesso tenga conto del nostro budget di spesa.

Quando si richiede il preventivo online per la propria assicurazione, necessariamente si devono avere sottomano tre documenti importantissimi che sono: il documento di identità del richiedente, l’attestato di rischio e il libretto di circolazione.

E questi sono i documenti che effettivamente necessitano perché in essi, troviamo tutte le informazioni che sono fondamentali ed imprescindibili per poter ottenere un preventivo corretto.

Vediamo a questo punto quali informazioni necessarie contengono questi documenti.

Assicurazione online: carta d’identità e libretto di circolazione

È abbastanza intuitivo che nessun preventivo può essere richiesto senza che ci sia la presenza di un documento di identità del richiedente, perché da questo documento, attraverso il suo numero e i dati che contiene, si identifica in modo preciso e corretto, colui che intende stipulare il nuovo contratto.

Insieme al documento d’identità, l’altro documento che va sempre tenuto sottomano, è il libretto di circolazione perché anche questo contiene una serie di informazioni che sono rilevanti al fine di poter ottenere un preventivo corretto

Il numero del documento d'identità infine, e i dati in esso racchiusi, sono necessari per certificare l'identità del soggetto che intende stipulare con nuovo contratto assicurativo.

In effetti il libretto, noto anche con il nome di carta di circolazione, racchiude tutte le informazioni necessarie ad attestare che autoveicoli, motoveicoli e rimorchi siano idonei alla circolazione stradale.

All’interno del libretto abbiamo infatti, tanto le generalità del proprietario che le caratteristiche del mezzo. Tra queste caratteristiche del mezzo, quelle che devono essere comunicate al fine di ottenere una migliore profilazione del cliente e dunque del preventivo, sono:

-l’anno di prima immatricolazione e la data di acquisto;

- la targa, il modello e il tipo di allestimento.

Il libretto di circolazione ricordiamo che è un documento rilasciato dalla Motorizzazione civile nel momento in cui si immatricola per la prima volta, il proprio veicolo.

Questo documento viene aggiornato ogni volta che il veicolo subisce un passaggio di proprietà apponendo sul retro dello stesso, un tagliando adesivo che certifichi tale passaggio.

È un documento che obbligatoriamente ogni conducente deve sempre portare con sé mentre viaggia su strada, a norma proprio di quanto stabilisce il Codice della Strada nell’art.180. Il mancato rispetto di questa previsione, fa scattare in capo al trasgressore, una multa il cui importo può variare tra i 41 e i 168 euro.

In aggiunta a questa sanzione amministrativa, il trasgressore sarà tenuto entro un certo numero di giorni, a presentare il libretto presso l’ufficio che ha espressamente indicato l’agente che rilevato la trasgressione.

Ricordiamo poi che, sempre questo articolo, prevede che all’atto della circolazione, ciascun guidatore oltre al libretto abbia sempre con sé la patente e il certificato di assicurazione che attesti proprio la validità in corso della polizza RC obbligatoria per legge.

Se per qualunque ragione poi, il libretto dovesse essere smarrito oppure rubato, si deve immediatamente fare una denuncia alla polizia che contestualmente rilascia un permesso provvisorio di circolazione necessario fintanto che non si ottenga il nuovo libretto dalla motorizzazione.

Assicurazione online e attestato di rischio

Il terzo documento che è bene avere a disposizione quando si richiede un preventivo online, è l’attestato di rischio. L’attestato di rischio è fondamentale per richiedere un preventivo perché al suo interno si riassume tutta la storia assicurativa dell’assicurato stesso relativamente alla sua polizza RC, sia Auto che Moto.

Nello specifico in questo attestato di rischio si trovano:

- tutti i dati del proprietario del veicolo e i tutti i riferimenti della compagnia di assicurazione;

- il numero di anni di assicurazione del proprietario del veicolo;

- il numero dei sinistri degli ultimi 10 anni con il relativo grado di responsabilità dell’assicurato per ognuno di essi;

- la classe di merito di provenienza, quella di assegnazione e di conversione universale

Ogni attestato di rischio vale al massimo per 5 anni ed è fondamentale nel calcolo del premio del contratto, che se questo attestato non è utilizzato per più di 5 anni, l’assicurato viene assegnato per la nuova polizza direttamente nella classe di merito 14, quella riservata a chi stipula ex novo un contratto che di fatto, risulta essere meno conveniente.

A partire dal 2015 poi, importanti novità hanno riguardato anche l’attestato di rischio, nel senso che questo è passato dal formato cartaceo, al formato elettronico e dunque, si può consultare solo online.

In questo modo ogni assicurato può reperire direttamente questo documento sul portale della compagnia secondo le disposizioni stabilite dall’IVASS che ha stabilito l’obbligo per le compagnie di caricarlo sui loro portali nei trenta giorni antecedenti la scadenza della polizza e la stipula di un nuovo contratto.

Oltre a consultarlo direttamente online, agli assicurati è data sempre la possibilità di scegliere se ricevere questo attestato anche via mail oppure direttamente con un App sul cellulare.

Va da sé che è sempre lasciata la possibilità a tutti coloro che hanno difficoltà con il mondo digitale, di richiedere e ottenere una copia in formato cartaceo di questo attestato di rischio.

Tutte le compagnie inoltre, devono obbligatoriamente depositare l’attestato di rischio di ogni cliente in un database che viene gestito direttamente dall’ANIA e controllato dall’IVASS, in quanto tutte le altre compagnie, debbono poterlo acquisire in modo completamente autonomo qualora l’assicurato decidesse di cambiare assicurazione.

Assicurazione online e auto aziendali

Bisogna dire che gli stessi documenti sono necessari per richiedere un preventivo online anche quando si parla non di auto per uso privato, ma per auto di uso aziendale, solo che in quest’ultimo caso, abbiamo bisogno di ulteriori informazioni reperibili da altri documenti.

Oltre a quelli sopra menzionati, sarà infatti necessario avere un documento dove siano indicati ragione sociale, partita iva e indirizzo della sede legale della società stessa. In aggiunta, se il veicolo è stato acquistato con un contratto di leasing, per ottenere il preventivo vanno inseriti anche i dati della società locataria, della società di leasing, e la relativa la data di scadenza di questo vincolo.

Assicurazione online e RC Familiare

Vediamo ora quali sono i documenti che sono necessari avere per chiunque volesse usufruire nell’assicurazione del proprio veicolo, della RC familiare.

Ricordiamo che questa, altro non è che un’estensione della legge Bersani che ricordiamo consente di risparmiare sul costo delle polizze all’interno di uno stesso nucleo familiare, consentendo di ereditare la classe di merito più economica del mezzo di un familiare convivente, purché si tratti di un mezzo circolante e su cui ci sia polizza completamente attiva.

Ricordiamo che è un’agevolazione che è riconosciuta valida solo per le famiglie non anche per le società e le aziende in quanto i due veicoli, il nuovo da assicurare e quello già assicurato, devono essere sempre intestati a delle persone fisiche.

Abbiamo detto che la legge Bersani ha subito nel tempo alcune modifiche diventando nel 2020 la RC Familiare che ha esteso la possibilità di ereditare la classe di merito anche tra veicoli di differenti tipologie e da ultimo, anche su veicoli usati.

A questo punto, qualora si volesse richiedere in sede di preventivo, l’applicazione dell'RC Familiare per la propria assicurazione, bisognerà avere a disposizione anche l'attestato di rischio del familiare da cui vuole ereditare la classe di merito.