Si torna a parlare di ISEE 2022, il modulo da compilare è il DSU, va inviato all'Inps e può essere preparato autonomamente o farsi assitere da un patronato di zona.

Ma quali sono i documenti necessari da inoltrare per una corretta compilazione del modello DSU ai fini dell'ISEE 2022?

Questa è la domanda che continua a risuonare ormai da inizio anno nei Caf e Patronati di tutta Italia.

Come tutti sapranno infatti l'ISEE nell'ultimo biennio è stato il documento più richiesto, fondamentale per ottenere i numerosi bonus e contributi economici messi in campo dal governo per fronteggiare la crisi economica causata dal Covid-19.

La nuova misura in aiuto a famiglie con figli a carico, l'assegno unico universale o il Reddito di Cittadinanza sono infatti solo due dei numerosi sostegni per i quali è richiesto la presentazione dell'ISEE.

Molte le famiglie che si troveranno a chiederlo a patronati o a compilarselo da soli, l'ISEE 2022 come già scritto sarà infatti legato al nuovo bonus famiglia, l'assegno unico che può essere richiesto a partire dal 1 gennaio 2022, contributo mensile che andrà a sostituire assegni Anf e detrazioni  per i quali invece si guardava ai redditi dell’ultimo anno e non all’ISEE.

Andiamo dunque a fare chiarezza su tutto ciò che serve per ottenere l'ISEE 2022, un documento che in pratica ci dà indicazioni, fa una fotografia sullo stato economico della famiglia.

Nei paragrafi che seguono capiremo a cosa serve, come può essere richiesto tramite la DSU, occhio quindi a giacenze medie sui conti correnti, redditi , patrimoni, immobili di proprietà, tutte indicazioni necessarie per il rilascio dell'indicatore.

Per chi fosse interesato al tema di seguito un video pubblicato dalla redazione di AppLavoro con tutte le ultime novità riguardanti l'Assegno unico universale.

ISEE 2022: come considerare il nucleo familiare  

Cerchiamo di semplificare un discorso di base complesso, cominciando con l'indicare in modo ordinato quali sono quei dati necessari da indicare nella DSU ai fini del rilascio dell'ISEE 2022.

Partiamo dal nucleo familiare e dal numero di persone che lo compongono, nello specifico quando si effettua il conteggio della numerosità del nucleo familiare si dovranno conteggiare:

  • tutti i componenti raccolti sotto la stessa residenza e che figurano nel medesimo stato di famiglia;
  • altri componenti a carico.

Il discorso cambia se prendiamo in esame coppie di genitori non sposati o che non convivono.

L'analisi di questa casistica sarà utile nel momento in cui per esempio si vorranno richiedere sostegni come il Reddito di Cittadinanza o l'Assegno unico.

Nella DSU si dovrà indicare anche il genitore che non vive con il bambino in qualità di componente aggregato. 

Alcune eccezioni sono rappresentate nel momento in cui uno dei 2 genitori ha altri figli con un secondo partner o risulta sposato in tal caso non sarà necessario indicarlo come componente aggregato.

Quali documenti servono per ottenere l'ISEE 2022?

Dopo aver visto come considerare un nucleo familiare passiamo ad approfondire il capitolo relativo ai documenti necessari per ottenere l'ISEE 2022.

Cominciamo con lo scrivere che i documenti elencati nelle prossime righe dovranno essere richiesti ad ognuno dei componenti del nucleo familiare, compresi i minori.

Partiamo dalla carta di identità e dal codice fiscale sia di colui che presenterà la DSU che per gli altri componenti del nucleo.

Successivamente occorreranno ai fini del rilascio ISEE documenti che attestino lo stato patrimoniale e reddituale, raccolti dati e documentazione si potrà inoltrare il modulo DSU all'Inps che dopo un' attenta verifica si impegnerà a rilasciare l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

Scendiamo dunque nello specifico e vediamo cosa occorre oltre ai documenti di identità e codici fiscali.

ISEE 2022: documentazione necessaria relativa al reddito

Cominciamo a vedere cosa occorre sul fronte reddito, la premessa da fare è che tutti i documenti richiesti validi per la richiesta dell'ISEE 2022 sono quelli che fanno riferimento all'anno 2020 e sono:

  • la Certificazione Unica (modello CU, ex-CUD), in Italia è l'attestazione cumulativa dei redditi di lavoro autonomo, dipendente, da pensione ;
  • Modello Redditi se sei un lavoratore dipendente o se ricevi una pensione dall'INPS , 730 se sei un libero professionista o un imprenditore con Partita IVA entrambi devono far riferimento al periodo 1 gennaio 31 dicembre 2020.
  • IRAP per imprenditori agricoli;
  • altre certificazioni che attestino ulteriori entrate slegate dall'Irpef, così come indennità varie, redditi esteri, assegni di mantenimento per coniuge e figli, compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche;
  • situazione che cambia chi risiede in Trentino, qui c'è l’obbligo di dichiarare tutte le indennità provinciali percepite, come ad esempio può essere l’assegno regionale, o le indennità reddituali collegate all’ICEF.

Non sarà necessario inserire nella DSU invece Naspi o Reddito di Cittadinanza che vengono si calcolate ai fini dell'rilascio dell'ISEE, ma sono dati che l'INPS già conosce nel momento in cui viene inoltrata la domanda. 

ISEE 2022: documentazione necessaria relativa al patrimonio

Passiamo ora alla documentazione richiesta per dimostrare il patrimonio del quale si è in possesso anche in questo caso si dovrà fare rifermento all'anno 2020.

  • dei depositi bancari o postali dei singoli componenti del nucleo familiare occorrerà presentare i saldi e la giacenza media al 31 dicembre 2020;
  • tutto ciò che contribuisce a determinare il patrimonio mobiliare del nucleo familiari, premi assicurativi, azioni e obbligazioni detenuti nel conto titoli, BOT, CCT, buoni fruttiferi e qualsiasi forma di risparmio gestito;
  • occorrerà inoltre il codice fiscale degli istituti bancari in cui si detiene il patrimonio mobiliare anche nel caso di società di gestione, nonchè le date di apertura e chiusura dei conti; 
  • la quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà certificata da appositi documenti;

Fanno parte del patrimonio mobiliare anche automobili, motocicli ed imbarcazioni di proprietà per i quali sarà necessario inserire le singole targhe o gli estremi di registrazione presso gli uffici del P.R.A..

In ultimo nel caso il nucleo familiare dovesse vivere in affitto sarà necessario inserire nella DSU i dati di registrazione del contratto di locazione. 

ISEE 2022: come trovare la giacenza media

Tra le operazioni più difficile da fare verso il quale porre attenzione c'è l'andare a reperire la giacenza media presso il proprio Istituto bancario compreso Poste italiane o altri istituto di credito, l'importante è che tali istituti siano in grado di emettere carte di credito o bancomat.

Tale operazione potrà essere fatta collegandosi al proprio internet banking sotto la voce "Giacenza Media", accanto alla voce del Saldo Contabile e Disponibile alla data 31 dicembre 2020.

I dati relativi al saldo del conto corrente potranno essere individuati invece solitamente nella "home page" insieme alla lista di tutti i movimenti presenti nell'archivio dati.

Movimenti che potrebbero essere soggetti a controlli da parte degli organi preposti e quindi dall'Agenzia delle Entrate soprattutto nel momento in cui escano fuori movimenti di denaro sospetti.

Ipotesi che comunque prende luogo raramente, solo il 2% di tutte le richieste nazionali infatti è soggetto ad accertamento da parte del Fisco.

Siamo arrivati al termine dell'articolo che considererei più una guida all'ISEE 2022, indicatore necessario per chiedere molti dei bonus approvati dal Governo, modulo non necessario invece per misure come  il bonus Rottamazione TV o il Superbonus 110%.