Si paga l’Imu sulla casa inagibile? L’imposta è ridotta, ma ad alcune condizioni

Se l'immobile è inagibile, l'Imu si paga in misura ridotta, ma solo rispettando alcune condizioni. Come ottenere la riduzione?

Per definizione, gli immobili inagibili sono strutture inutilizzabili a causa di condizioni compromettenti la sicurezza e l’abitabilità stessa.

Si tratta di condizioni che possono derivare da varie problematiche, anche dalla stessa mancanza dei servizi essenziali come l’acqua o l’elettricità. Ma una casa è inagibile anche quando sono presenti danni derivanti da eventi naturali.

Si pensi ai terremoti, agli incendi o alle stesse alluvioni che sono sempre più frequenti. Sono tutti casi in cui l’immobile può tornare ad essere agibile solo eseguendo lavori di ristrutturazione, al fine di garantire la sicurezza degli stessi e, soprattutto, di chi ci abita.

Ci sono alcune agevolazioni fiscali, come nel caso dell’Imu. L’imposta si paga se la casa è inagibile? Ci sono agevolazioni o riduzioni?

Quando una casa viene dichiarata inagibile?

Una casa viene dichiarata inagibile quando, per fattori che chiamano in causa l’integrità fisica e la salute delle persone che la occupano, non è idonea alla sua destinazione.

Si tratta, quindi, di una struttura che non può più essere utilizzata per il suo scopo previsto proprio per via di tutte quelle condizioni che ne compromettono la sicurezza, l’abitabilità e la sua stessa funzionalità.

Le condizioni possono scaturire da diverse cause, a partire dagli eventi naturali come terremoti, alluvioni o incendi. Eventi di questo tipo possono compromettere l’abitabilità o la sicurezza dell’edificio. Si pensi, per esempio, alla mancanza dei servizi essenziali.

Un immobile viene dichiarato inagibile da un’autorità, dopo aver eseguito tutte le verifiche del caso e aver valutato le condizioni dello stesso. Nella valutazione vengono considerati gli standard abitativi essenziali.

Concluse le valutazioni e dichiarata l’inagibilità, i proprietari non potranno utilizzare la casa fintanto che non vengano eseguiti gli interventi necessari.

Come viene accertata l’inagibilità?

Gli immobili vengono considerati inagibili quando esiste un’inagibilità stabilita a causa del degrado dello stesso. Quindi, se non è possibile migliorare la sua situazione tramite lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria. L’unico modo in cui è possibile risolvere è tramite lavori di ristrutturazione.

È molto importante che l’immobile non deve essere utilizzato. Il proprietario di casa deve provvedere a richiedere una perizia al Comune di riferimento. Subito dopo, entro le tempistiche necessarie, un tecnico qualificato provvede ad effettuare l’ispezione, per accertare e valutare le condizioni in cui versa l’immobile.

Una volta concluse le operazioni, invierà la relazione all’ufficio tecnico del Comune. La relazione sarà valutata e, solo se necessario, verranno effettuate ulteriori ispezioni per confermare lo stato dell’immobile. In caso positivo, verrà emessa una dichiarazione ufficiale di inagibilità.

Quali sono i casi in cui l’immobile viene dichiarato tale?

  • Quando mancano i servizi essenziali;

  • Quando presta condizioni igienico-sanitarie precarie;

  • Quando l’immobile non è compatibile con la destinazione originaria;

  • Quando le pareti, i muri portanti e perimetrali risultano lesionati al punto di costituire un pericoloso.

Si paga l’Imu sulle case inagibili?

Nel caso degli immobili inagili, i proprietari hanno diritto ad una riduzione dell’Imu. L’imposta dovrà essere pagato nella misura del 50% del suo valore per tutta la durata dell’inagibilità o dell’inabitabilità dell’immobile.

Lo ha ribadito la Corte di Cassazione, ma alla condizione che proprietario deve poter provare di aver avvertito il Comune della non fruibilità dell’edificio.

Nel momento in cui l’immobile torna ad essere agibile, allora la fruizione della riduzione viene meno e torna anche l’obbligo stesso di versamento dell’imposta nella sua misura integrale.

C’è anche dell’altro. Se il Comune è già in possesso delle informazioni circa lo stato di non abitabilità dell’immobile, allora l’importo dell’Imu deve essere ridotto del 50% anche senza che il proprietario presenti la richiesta.

Viene invocato il principio di collaborazione e buona fede, base dei rapporti fra ente impositore e contribuente. Tuttavia, per poter trovare l’applicazione della riduzione è molto importante che l’immobile non sia utilizzato e che l’agevolazione non si applica ai fabbricati oggetto di interventi di demolizione o di recupero edilizio.

Come non pagare Imu su casa disabitata?

Concludiamo, infine, anche il discorso sulla casa disabitata e vediamo se deve essere pagata l’Imu.

A differenza di quello che accade per la Tari, anche se si tratta di una casa disabitata priva di utenze domestiche collegate, l’Imu deve essere pagata.

Solo in alcuni casi specifici, come quello indicato di inagibilità, allora è possibile fruire dello sconto al 50%, dichiarando che l’immobile sia al tempo stesso inagibile e anche inutilizzabile.

Ma se la casa è solo disabitata, ma risulta agibile e utilizzabile allora l’imposta sarà dovuta.

Leggi anche: Esenzioni e riduzioni su Imu e Tari per la seconda casa? Ecco tutte le novità

Sara Bellanza
Sara Bellanza
Aspirante storica contemporaneista, classe 1995.Amante della lettura e della scrittura sin dalla tenera età, ho una laurea triennale in Filosofia e Storia e una laurea magistrale in Scienze Storiche, conseguite entrambe presso l’Università della Calabria. Sono autrice di alcune pubblicazioni scientifiche inerenti alla storia contemporanea e alla filosofia: "L'insostenibile leggerezza della storia" e "L’insufficienza del linguaggio metafisico" per la rivista "Filosofi(e)Semiotiche", e "Il movimento comunista nel cosentino" per la "Rivista Calabrese di Storia del '900".Nonostante la formazione prettamente umanistica, la mia curiosità mi ha spinto a conoscere e a informarmi sugli ambiti più disparati. Leggo, scrivo e fotografo, nella speranza di riuscire a raccontare il mondo così come lo vedo io.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate