Modello 730-2024, le spese di condominio sono detraibili: ecco quali

Lanciati i nuovi modelli 730-2024: tra le spese detraibili anche alcune spese di condominio. Ecco quali nel dettaglio.

L’agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento n 68472 del 28.02, con le regole relative alle istruzioni per presentare la dichiarazione dei redditi 2024 entro il 30 settembre 2024.

Importanti novità interessano il modello 730 di questo anno  in termini di spese detraibili.

Infatti i contribuenti in fase di compilazione del Modello 730 può presentare i documenti che attestano le spese deducibili e le spese detraibili sostenute nell’anno precedente per sé o per i familiari fiscalmente a carico.

Grazie a queste spese è  riconosciuta una detrazione dall’imposta o una deduzione dal reddito complessivo.

Tra queste ci sono anche alcune spese di condomino. Ecco quali è possibile portare in detrazione.

Modello 730-2024, le spese di condominio sono detraibili: ecco quali nel dettaglio 

Approvato il nuovo Modello 730/2024. L’Agenzia delle Entrate ha comunicato anche le istruzioni per la compilazione.

Molte le novità di questo 2024: le nuove regole IRPEF, le detrazioni da lavoro e per i figli a carico sono solo alcune delle novità di questo anno.

Numerose le modifiche interessano anche il quadro E, ossia quello dedicato alle detrazioni, agli oneri e alle spese.

Va detto che la presentazione del modello 730 per molti è conveniente, soprattutto per coloro che nel corso dell’anno passato hanno sostenuto spese detraibili ed altre deducibili.

Nella categoria delle spese detraibili oltre alle spese sanitarie, interessi sul mutuo, che permettono di vedere scontata la somma di denaro da versare al Fisco si inseriscono anche alcune spese di condominio.

Ma per quali è prevista la detrazione?

Si tratta di quelli che vengono effettuati sulle parti comuni degli edifici.

Le spese per cui è possibile richiedere un parziale rimborso sono quelle relative:

  • modifica o ristrutturazione della facciata;

  • interventi di riqualificazione energetica;

  • lavori di impermeabilizzazione delle zone esposte (come balconi o tetti);

  • riparazione, sostituzione o semplice manutenzione ordinaria degli impianti e parti comuni del condominio;

  • rifacimento e messa in sicurezza di scale e ascensori;

  • interventi di ristrutturazione edilizia;

  • restauro per preservare parti soggette a decadimento.

Le spese condominiali detraibili vengono inserire nel “Quadro E – Oneri e spese” del modello 730. 

Spese di condominio, così le scarichi dal Modello 730 2024

Per procedere alle detrazioni delle spese condominiali nel 730 2024, però, è necessario che l’amministratore comunichi all’Agenzia delle Entrate le spese sostenute inviando una comunicazione contenente tutti gli esborsi sostenuti.

Le spese di condominio indicate in precedenza possono essere detratte solo se l’amministratore ha inviato in maniera telematica all’Agenzia delle Entrate un documento nel quale indica i singoli interventi effettuati e le relative quote attribuite ai vari condomini.

Sarà poi compito dell’Agenzia delle Entrate inserire le detrazioni spettanti nel modello 730 precompilato del singolo soggetto.

La comunicazione può avvenire tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate oppure rivolgersi ad intermediari abilitati.

E’ possibile sfruttare le detrazioni delle spese condominiali nell’arco di dieci anni. 

Chi può detrarle?

Le spese di condominio possono essere portate in detrazione dai proprietari degli immobili e dai titolari di diritti reali e o personali sugli immobili oggetto di interventi e lavori.

 Alle detrazioni delle spese hanno diritto i condomini in proporzione alle quote di proprietà espresse nelle tabelle millesimali.

Attenzione se sei in affitto: l’affittuario non può portare in detrazione le spese condominiali, né quelle ordinarie né quelle straordinarie. Può portare in detrazione solo il canone di affitto.

Achiropita Cicala
Achiropita Cicala
Collaboratore giornalistico, classe 1985.Ho una laurea magistrale in Economia Applicata, conseguita presso l'Università degli Studi della Calabria. A percorso universitario ultimato, ho approfondito sul campo le competenze acquisite in Finanza e Statistica presso alcuni studi commerciali. Attualmente, collaboro con diverse testate giornalistiche online per le quali scrivo, con flessibilità, di argomenti che spaziano dall'economia alla politica, dal mondo della scuola a quello dell'amministrazione pubblica. Passioni? La scrittura in primis, la grafica in secundis!
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
761FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate