Tra le zone più esclusive di Milano c'è CityLife. Non per niente è proprio lì che hanno scelto di abitare anche i Ferragnez, la famiglia formata dall'imprenditrice digitale Chiara Ferragni e il rapper Fedez il cui patrimonio, mettendo insieme i guadagni dell'uno e dell'altra, risulterebbe essere ultra milionario. Ci siamo chiesti allora quanto costa una casa a CityLife e abbiamo trovato una risposta.

Quanto costa comprare casa a CityLife

Oltre ai già citati Ferragnez, CityLife è abitata perlopiù da ricchi imprenditori o in generale da famiglie ad alto reddito. Non lo diciamo per fare i conti in tasca ai vicini di casa della coppia più famosa di Instagram, ma è un dato di fatto a giudicare dal prezzo con cui sono venduti gli appartamenti del lussuoso quartiere milanese.

Per aggiudicarsi una delle abitazioni nel complesso residenziale che va a comporre lo skyline di Milano, bisognerebbe spendere infatti tra gli 8.500 fino ad un massimo di 11mila euro al metro quadro.

Dove si trova CityLife e cosa c'era prima della sua costruzione

CityLife è la parte "moderna" se non addirittura futuristica di Milano, il cui centro è caratterizzato per la gran parte delle costruzioni storiche, che vanno dal XIII secolo, allo stile Liberty fino alla più recente architettura fascista (come la Stazione Centrale).

Situata in una zona strategica della cittadina, si può raggiungere facilmente prendendo la direzione di una delle quattro fermate della metropolitana da cui è praticamente circondata: Domodossola, Portello, Lotto Fieramilanocity e Amendola.

All'interno di CityLife, sorge in memoria di ciò che c'era prima, in un perfetto equilibrio tra passato e presente, il Palazzo delle Scintille, ovvero quello che era il "padiglione 3" del vecchio polo fieristico, oggi sostituito da quello di Rho Fiera.

Cosa vedere a CityLife e perché si chiama così

Come tutto il resto di Milano, anche CityLife è luogo di principale interesse non solo per i turisti o gli uomini e donne d'affari da tutto il mondo, qui infatti i palazzi portano le firme di architetti di fama internazionale fonti di ispirazione per tutti i professionisti e gli aspiranti tali del settore.

Dietro la costruzione dei palazzi dell'area residenziale per esempio, c'è l'architetta irachena Zaha Hadid che dà anche il nome a una delle tre torri presenti sul posto (quella che si staglia più sinuosa).

Le altre due portano il nome dell'architetto polacco Daniel Libeskind (quella più ricurva) e dell'architetto giapponese Arata Isozaki (quella più dritta, sede del gruppo Ailianz). Passeggiando a CityLife inoltre, si può visitare il progetto di arte pubblica Artline, con opere permanenti di diversi artisti e il giardino botanico "Orti fioriti".

Ma cosa significa CityLife? Abbiamo trovato una risposta anche a questo: "city life" significa letteralmente "vita di città". Da qui appare chiara la visione di chi l'ha progettata, che vedeva in questo quartiere una piccola città nella città, con tutto ciò che serve a disposizione in pochi passi.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da @citylifemilano