La pubblicità Esselunga "La Pesca" divide il web, ecco il suo significato

Non si parla di altro se non della nuova pubblicità del supermercato Esselunga, vediamola insieme e capiamo i motivi.

pubblicita-esselunga-pesca

Esselunga, una delle catene di supermercati più grandi d'Italia, che da sempre realizza spot memorabili, ha realizzato uno spot dal nome La pesca, una pubblicità apparentemente normale ma che sta generando un forte dibattito web, dividendo gli utenti della rete tra chi è pro e chi è contro, ecco perché.

Esselunga lancia la nuova pubblicità La pesca

Lunedì 25 Settembre la catena di supermercati Esselunga ha pubblicato tramite i suoi canali social Instagram e Twitter, il nuovo spot commerciale con al centro una famiglia non esattamente perfetta.

La campagna è stata firmata dall’agenzia creativa di New York Small, e la clip è stata girata a Milano dal regista francese Rudi Rosenberg e prodotta da Indiana Production.

La catena di proprietà della famiglia Caprotti, ha recentemente realizzato una nuova serie di spot, di cui La pesca sembra essere il primo capitolo.

La trama in sintesi dello spot, ecco il suo significato

La pubblicità ha come protagonista una bambina sui 6 anni di età che va a fare la spesa assieme alla mamma proprio in un supermercato Esselunga, la mamma a un certo punto perde la bambina, ma la ritrova nelle sezione frutta chiedendo alla mamma di comprarle una pesca.

Dopo aver pagato alle casse la spesa le due si dirigono in auto a casa della mamma, ma la bambina sembra pensierosa come se assorta tra i suoi pensieri. Un campanello suona e la mamma vede che c'è il papà della bambina giù, qui si scopre che i due sono separati, un archetipo di famiglia mai apparso prima in uno spot italiano, la bambina va dal padre ed ecco la sorpresa,

la pesca è per il papà!, come regalo da parte della mamma. La bambina sembra auspicare un riavvicinamento fra i due grazie al suo gesto.

La pubblicità si conclude con Non c'è una spesa che non sia importante

Ecco lo spot in questione:

Perché il web è diviso? I motivi della polemica

Un vero e proprio cortometraggio che rappresenta una rottura rispetto al passato: lo spot infatti ha come protagonista non la classica famiglia felice a cui siamo abituati nelle pubblicità, ma una coppia separata e loro figlia.

Una novità sicuramente importante per chi si occupa di pubblicità, un gesto audace che però sembra aver convinto pochi.

Infatti subito dopo la sua pubblicazione si è generato un acceso dibattito sul web, da una parte la fazione dei pro, ha apprezzato il taglio sentimentale dello spot, che rimette al centro i bambini, i loro desideri e le oro fragilità. Alcuni dei commenti di chi ha apprezzato la pubblicità

Passare dalla famiglia Barilla a una famiglia reale, facendo qualcosa di dirompente

Un punto sicuramente di forza e che ha fatto schizzare l'hashtag con il nome del supermercato dei Caprotti tra i trend di ricerca su X.

Ma non solo commenti positivi, anche critiche e polemiche, la parte dei contro invece evidenzia come colpevolizzi i genitori alle prese con una separazione, infatti a fare storcere il naso è stato proprio l'auspicio di una riconciliazione fra i genitori, come a fare un passo indietro sulla novità della famiglia non tradizionale. Ecco uno dei commenti della fazione dei dei contro.

Un bambino figlio di genitori separati non ha sofferto già abbastanza? No, serviva Esselunga a continuare a mettere il dito nella piaga.

Interviene Esselunga sulla vicenda

A intervenire è stata Roberto Selva, chief marketing & customer officer di Esselunga

La campagna vuole mettere in luce l’importanza della spesa che non è solo un atto d’acquisto, ma ha un valore simbolico molto più ampio. Per ogni prodotto che mettiamo nel carrello c’è un significato più profondo di quello che siamo abituati a pensare. Esselunga, che è sinonimo di qualità e convenienza, lo sa: non c’è una spesa che non sia importante. Ed è per questo che ci impegniamo ad offrire sempre il meglio ai nostri clienti

Vedremo come si evolveranno le polemiche e se potrà convincere la nuova campagna social.

Leggi anche: La nuova classifica dei 10 supermercati più convenienti a Milano: ecco quali sono