Nessun segnale di ripresa per Banca Mediolanum che anche oggi ha perso terreno, scendendo per la terza seduta consecutiva.

Banca Mediolanum: un altro segno meno

Il titolo, dopo aver ceduto poco più di un punto percentuale ieri, ha continuato ad arretrare, archiviando la sessione odierna a 7,854 euro, con un ribasso dell'1,38% e oltre 1,8 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,5 milioni.

Banca Mediolanum: la raccolta netta di marzo

Banca Mediolanum non ha evitato il segno meno all'indomani dei dati sulla raccolta netta di marzo che è stata pari a 885 milioni di euro.

Il gruppo ha chiuso il mese con una raccolta netta totale positiva, sopra le attese di Equita SIM e con un miglior mix, visto che le previsioni degli analisti erano per un dato pari a 430 milioni.

La raccolta nel gestito è stata positiva per 619 milioni rispetto ai 350 milioni previsti dagli analisti, mentre nel risparmio amministrato la raccolta è stata di 266 milioni contro gli 80 milioni messi in conto dalla SIM milanese.

Banca Mediolanum: il commento di Equita SIM

Gli analisti evidenziano che è positiva la performance commerciale anche degli altri prodotti: record mensile di erogazioni mutui e prestiti a 359 milioni di euro a marzo e premi protezione a 15,1 milioni di euro, con un dato pari a 35,2 milioni nei primi tre mesi dell'anno.

Gli esperti di Equita SIM ribadiscono la view positiva su Banca Mediolanum, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 8,8 euro.

Banca Mediolanum: la view di Intesa Sanpaolo e Bca Akros

La stessa strategia è stata reiterata oggi da Intesa Sanpaolo che ha reiterato lo stesso rating "buy" con un target price a 9,1 euro.

Gli analisti hanno dichiarato che marzo è stato un mese forte in termini di raccolta netta, con un significativo contributo degli asset under management alimentato da fondi comuni di investimento e prodotti unit linked, il cui risultato nel primo trimestre 2021 è quattro volte superiore a quello registrato nello stesso periodo nel 2020.

A scommettere su Banca Mediolanum è anche Banca Akros che suggerisce di accumularlo in portafoglio, con un fair value a 8 euro.

Per gli analisti la raccolta del gruppo è stato molto forte a marzo e migliore del previsto e questa è una notizia positiva.

Banca Akros evidenzia che la società continua a migliorare il mix della raccolta netta e a spingere sull'assicurazione generale e sui prestiti personali.

Gli analisti ritengono che il catalizzatore per Banca Mediolanum sarà il dividendo annunciato che insieme a quello 2020 potrebbe tradursi in un rendimento totale di circa il 15% nell'arco di un anno.

Banca Mediolanum sotto la lente di Mediobanca Securities

Infine, al coro degli analisti bullish si aggiungono anche quelli di Mediobanca Securities che sul titolo hanno un raccomandazione "outperform" e un prezzo obiettivo a 7,9 euro.

Gli analisti, commentando la raccolta di marzo di Banca Mediolanun, hanno parlato di un altro mese solido, con una ripresa dei flussi verso gli asset under management.