Con il termine "Legge 104" si intende la legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti a persone affette da handicap, disciplinando le agevolazioni previste cosi come riportato nell'(art.2 L.n.104/1992).

La normativa è stata scritta con l'obiettivo di assicurare il giusto sostegno al soggetto disabile così come ai familiari che spesso sono chiamati ad assisterlo.

E' l'art.3 comma1 della legge 104 a definire il disabile al quale spettano i benefici previsti dalla legge e più precisamente "persona handicappata colui che presenta una minorazione di tipo fisico, psichico o sensoriale, permanente o degenerativa che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione sociale e lavorativa tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione", soggetto che ha bisogno di una assistenza permanente,  nella sfera individuale o in quella di relazione".

La richiesta per beneficiare delle agevolazioni previste dalla 104 non potrà essere fatta da soggetti ricoverati a tempo pieno in strutture ospedaliere specializzate.

Tra principali agevolazioni previste, la possibilità da parte del beneficiario della 104 oltre che da parte dei familiari chiamati all'assistenza di poter usufruire di una serie di permessi di lavoro retribuiti.

L'obiettivo della 104 è quello di dare un sostegno adeguato al nucleo familiare in cui è presente il disabile oltre che al disabile stesso.

Il potersi assentare dal luogo di lavoro usufruendo di permessi retribuiti non rappresenta l'unica agevolazione prevista da tale legge.

In questo articolo approfondiremo le altre agevolazioni fiscali, come funziona e a chi spetta la legge 104.

Nel video You tube tratto dal canale Mondo Pensioni, tutte le novità sul tema legge 104.

Come funziona la legge 104?

La legge 104 risalente al 1992 è stata scritta a favore di persone disabili o affette da handicap con l'obiettivo di garantire loro il giusto sostegno ed una integrazione sociale.

Il sussidio previsto dalla legge 104 spetta a tutti i  cittadini residenti in Italia affetti da un livello di disabilità grave, il contributo economico che prende il nome di accompagnamento, garantirà ai beneficiari l'autonomia  e un giusto sostegno.

La Legge 104 è stata studiata per tutti quei cittadini affetti da un handicap particolarmente grave,  e viene riconosciuta da una commissione medica dopo una valutazione.

Le agevolazioni previste sono diverse ed in ambiti differenti.

In ambito lavorativo come già scritto nel capitolo introduttivo, i principali benefici sono nella possibilità di assentarsi attraverso la richiesta di permessi di lavoro retribuiti, ma non è tutto, il beneficiario della 104 così come i parenti chiamati ad assisterlo, potranno infatti chiedere il riavvicinamento della sede di lavoro alla residenza.

Passando alle agevolazioni in tema fiscale il detentore della 104 a seconda del livello di disabilità avrà diritto a detrazioni Irpef, IVA al 4% per l'acquisto dell'automobile oltre che di determinati dispositivi elettronici e dell'esenzione per quanto riguarda il pagamento del bollo auto.

E' l'art 3 comma1 a normare i requisiti per l'assegnazione della 104:

É persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che é causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di

integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.

Le finalità delle legge 104

Le finalità della legge 104 scritta a favore di persone disabili o affette da handicap con l'obiettivo di garantire loro il giusto sostegno ed una integrazione sociale sono chiaramente specificate nell'art.1 li riassumiamo in quattro punti:

  • assicurare i principi di dignità umana oltre che i diritti della persone affetta da invalidità, favorendo l'inclusione nel mondo del lavoro, in famiglia ed in società;
  • favorire la massima autonomia del disabile, cercando di migliorare e prevenire la condizione invalidante, in modo tale da sostenerne la partecipazione alla vita della collettività e garantendo diritti civili, politici e patrimoniali;
  • lavora sul recupero funzionale e sociale della persona handicappata, garantendone tutela giuridica ed economica oltre che ad un'adeguata assistenza per le spese da sostenere per cure, riabilitazione, assistenza.
  • mira ad attuare interventi nell'aiutare la persona disabile a superare stati emarginazione e di esclusione sociale.

A chi spetta la legge 104?

Per poter ottenere le agevolazioni previste dalla legge 104 il richiedente dovrà dimostrare di soddisfare i requisiti previsti dalla normativa, presentando una serie di documenti che attestino tra le varie cose la disabilità o l'invalidità attraverso certificati rilasciati dagli organi competenti e inoltrare il tutto in modalità telematica direttamente sul sito dell'INPS.

L'art.3 della normativa vigente definisce con chiarezza cosa si intende per persona affetta da handicap:

“colui o colei che presenta minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabile o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o emarginazione”.

Ma quindi da dove partire nel momento in cui ci fosse l'intenzione di inoltrare la domanda?

Il primo passo da fare  è quello di ottenere il certificato rilasciato dal medico curante che attesti la tipologia di invalidità relativamente alla patologia del disabile, tale documento dovrà contenere i dati anagrafici del richiedente.

Successivamente sarà responsabilità del medico curante inviare il documento all'INPS.

Il passo seguente consiste nella consegna da parte del medico curante al richiedente della 104, del certificato  originale (valido 90 giorni) e del codice univoco rilasciato dall'INPS e che ne identifica il numero della pratica.

Infine il soggetto richiedente dovrà documenti alla mano procedere per accertare l'handicap, requisito fondamentale per l'ottenimento della 104.

La procedura potrà essere effettuata telematicamente direttamente sul sito dell'INPS nella sezione “Invio OnLine di Domande di Prestazioni a Sostegno del Reddito" in alternativa si potrà chiamare il contact center dell'istituto all' 803164 gratuitamente da rete fissa o al 06164164 se da rete mobile.

Entro 30 giorni dalla data di presentazione della domanda  (15 per i malati oncologici), il richiedente verrà convocato dall'Asl tramite posta raccomandata.

L'oggetto della convocazione sarà la visita dinanzi alla commissione medica della ASL per la certificazione della invalidità o dell'handicap.

In visita ci si dovrà recare muniti di documento d’identità, del certificato del medico curante e di tutta la certificazione medica in proprio possesso.

Legge 104: come effettuare la domanda

La domanda per richiedere le agevolazioni previste dalla legge 104 dovrà essere inoltrata all'INPS mediante  la modalità telematica e più precisamente direttamente sul sito dell'Istituto tramite la sezione “Invio OnLine di Domande di Prestazioni a Sostegno del Reddito”.

In alternativa si potrà telefonare al Contact center dell'INPS all' 803164 gratuitamente da rete fissa o al 06164164 se da rete mobile.

La domanda dovrà essere completa di dati anagrafici del richiedente, indirizzo di residenza, certificato rilasciato dall'Asl successivamente alla visita dinanzi alla commissione.

Tutte le agevolazioni fiscali previste dalla legge 104

La legge 104 prevede una serie di agevolazioni fiscali, economiche ed assistenziali.

Spesso la 104 viene utilizzata per l'acquisto dell'automobile per la quale è prevista una detrazioni Irpef, IVA al 4%, vantaggi economici che si estendono anche per l'acquisto di dispositivi elettronici come smartphone, personal computer, televisori, etc. 

Vantaggi fiscali previsti anche sul fronte sanitario, i beneficiari di 104 potranno infatti portare in detrazione al 19% determinate spese mediche, altre potranno essere rimborsate per intero se riguardanti la specifica assistenza.

 Le spese mediche che prevedono un rimborso totale o parziale sono quelle sostenute per l'acquisto di dispositivi medici rivolte ad aiutare il disabile alla deambulazione.

Da sottolineare anche il rimborso previsto per le spese di trasporto in ambulanza.

Sul fronte del lavoro ci si potrà assentare dal luogo di lavoro usufruendo di permessi retribuiti, permessi che potranno essere richiesti per motivi inerenti all’assistenza di un familiare o figlio gravemente disabile, così come riportato dal comma 3, dell’articolo 3 della stessa Legge 104.

Nelle agevolazioni previste dalla Legge 104, c'è anche il rimborso per particolari poltrone rivolte persone minorate disabili con problemi di deambulazione. 

Ulteriori agevolazioni sono previste dalla Legge 104 sull’acquisto di apparecchi utili a contenere fratture, ernie e difetti vertebrali.