Pensione, addio all’assegno bancario: novità in arrivo per i pensionati all’estero

I pensionati residenti all'estero possono dire addio al proprio assegno bancario: ecco quali sono le novità disposte dall'INPS.

La modalità di erogazione delle pensioni sta per subire una svolta che interesserà migliaia di pensionati residenti all’estero, in particolare quelli nei paesi europei. La decisione, annunciata dall’INPS, prevede l’eliminazione del pagamento delle pensioni tramite assegno bancario, optando per soluzioni più moderne e sicure come il bonifico diretto sul conto corrente o, in mancanza di questo, il pagamento in contanti.

Il comunicato INPS: verso l’innovazione e la tecnologia

La necessità di questa trasformazione emerge chiaramente da una recente nota diffusa dall’INPS, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. La principale preoccupazione riguarda la regolarità dei pagamenti tramite assegno, spesso compromessa da ritardi o problemi legati ai servizi postali locali, quali smarrimenti o danneggiamenti.

Questi inconvenienti non solo creano disagi ai pensionati ma aumentano anche il rischio di erogazione di prestazioni indebite. In questo contesto, l’INPS ha deciso di passare a modalità di pagamento che garantiscano maggiore affidabilità e sicurezza, eliminando gradualmente l’opzione dell’assegno bancario per i pensionati all’estero.

Nuove modalità di pagamento: cosa cambia per i pensionati all’estero

La transizione verso il nuovo sistema di pagamento prevede una fase operativa ben delineata e attentamente pianificata, mirata a garantire la massima efficienza e sicurezza. I pensionati residenti in alcuni paesi specifici, inclusi Austria, Belgio, Tunisia e Australia, riceveranno un modulo da Citibank, che è il primo passo essenziale per facilitare l’acquisizione dei dati bancari essenziali ai futuri accrediti.

Questo modulo, che deve essere compilato con cura, dovrà essere accompagnato da una copia di un documento d’identità valido e una dichiarazione ufficiale dell’istituto bancario contenente le coordinate bancarie necessarie per l’accredito. È fondamentale che tutto il materiale richiesto venga restituito entro il 15 giugno 2024 per assicurare la continuità dei pagamenti senza interruzioni.

In assenza di una risposta tempestiva, il pagamento della pensione di luglio sarà effettuato in contanti attraverso gli sportelli Western Union. Questa opzione rappresenta una soluzione temporanea, in attesa che il pensionato fornisca tutte le informazioni richieste per l’accredito diretto sul proprio conto corrente, un metodo che promette maggiore praticità e sicurezza.

Leggi anche: Tasse sulla pensione in Italia e all’estero: il confronto

Assistenza e supporto: come ricevere aiuto in caso di bisogno

Per facilitare questa transizione e assistere i pensionati nelle nuove procedure, l’INPS, in collaborazione con Citibank, ha predisposto un servizio di assistenza dedicato. I pensionati possono rivolgersi al servizio clienti via email o telefonare ai numeri forniti, inclusi numeri verdi specifici per ogni paese disponibili sul sito di Citibank. Questi canali offrono supporto per tutte le fasi del passaggio alla nuova modalità di pagamento, dalla compilazione del modulo alla risoluzione di eventuali dubbi o complicazioni.

L’addio all’assegno bancario come metodo di pagamento delle pensioni all’estero rappresenta un passo importante verso l’efficienza e la sicurezza nelle transazioni. Questa misura, che entrerà in vigore a partire dal prossimo luglio, è sintomo di un impegno costante dell’INPS nel migliorare i servizi offerti ai pensionati, riducendo al contempo i rischi di frodi e i disagi legati ai ritardi nei pagamenti.

La transizione richiederà un’adeguata preparazione e collaborazione da parte dei pensionati, i quali sono invitati a seguire attentamente le istruzioni fornite e a sfruttare i servizi di assistenza messi a disposizione per qualsiasi necessità.

Leggi anche: I nuovi paradisi dove godersi la pensione

Roberta Luprano
Roberta Luprano
Copywriter, classe 1995. Creativa e sempre a caccia di nuove cose da imparare che stimolino la mia innata curiosità, ho iniziato la mia carriera con il diploma di Perito Informatico, in quanto da sempre appassionata di tecnologia e social media. Successivamente ho proseguito la mia formazione in ambito di Copywriting e Social Media Marketing che mi ha poi permesso di lavorare per imprese, startup e small business in diversi settori. In parallelo, ho approfondito la mia passione per i libri e il mondo editoriale, formandomi e lavorando anche come curatrice editoriale per agenzie letterarie e case editrici. Motto: I grandi cambiamenti partono dalle semplici parole.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate